IL TRACCIATO DEL GIRO D’ITALIA A FIRENZE

L’organizzazione del Giro d’Italia 2021 ha previsto come sarà l’attraversamento di Firenze (sempre suscettibile di variazioni) in occasione della 12^ tappa, giovedì 20 maggio da Siena a Bagno di Romagna, denominata tappa Gino Bartali e che ricorderà anche Alfredo Martini. L’entrata in provincia di Firenze a Panzano in Chianti (Km 29), quindi Greve, Strada in Chianti, Grassima, Ponte a Ema, via Chiantigiana, viale Europa, viale Giannotti, Ponte G. Da Verrazzano, via Lungo l’Affrico, viale Paoli, Viale dei Mille (Km 61), Piazza delle Cure, Ponte Rosso, via Puccinotti, Piazza Leopoldo, via Vittorio Emanuele, viale Morgagni, via Reginaldo Giuliani, via Sestese, Sesto, via 1° Maggio, via Ginori, via di Gualdo, Monte Morello (Km 82), Montorsoli, Pratolino, Vetta Le Croci, Le Sieci, Pontassieve, Borselli, Passo della Consuma per entrare in provincia di Arezzo.

SIENA E MONTALCINO PENSANO AL GIRO D’ITALIA

Saranno due giorni di grande festa con il Giro d’Italia in provincia di Siena, prima con l’arrivo di tappa a Montalcino (il 19 maggio è in programma la Perugia-Montalcino), e il giorno dopo con la partenza da Piazza del Campo della frazione che porterà da Siena a Bagno di Romagna, attraversando anche la città di Firenze, oltreché transitare da Ponte a Ema in onore di Gino Bartali e da Sesto Fiorentino nel ricordo di Alfredo Martini. Il Giro d’Italia mancava da Montalcino dal 2010 mentre a Siena addirittura da 35 anni. Delle due tappe del 104° Giro d’Italia, in cui si celebrano i 90 anni della maglia rosa, si è parlato questa mattina a Montalcino.

La Wine Stage sarà la Perugia-Montalcino (163 km) con l’omaggio al vino Brunello dopo 35 km di strade bianche nel finale. La Siena-Bagno di Romagna (209 km) ricorderà invece i due grandi personaggi. L’evento è stato presentato con gli interventi, tra gli altri, del direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni, di Francesco Moser e del commissario tecnico della nazionale italiana Davide Cassani. Atteso da appassionati e residenti l’evento vede la sinergia tra i comuni di Montalcino e Siena e la partnership con il Consorzio del vino Brunello di Montalcino.”

Come agricoltori e produttori di vino troviamo molte analogie tra noi e il mondo del ciclismo – ha detto il presidente del Consorzio del Brunello Fabrizio Bindocci – entrambi esprimiamo e suscitiamo passione, condividiamo fatica, pazienza e talento”.

Il sindaco di Montalcino Silvio Franceschelli ha aggiunto: “Per tutti noi aver riportato la corsa rosa a Montalcino, in un anno così difficile, è motivo di orgoglio e vuole essere il segnale che guardare con ottimismo e fiducia ad una ripartenza del nostro territorio, è possibile”.

E proprio Siena e il suo territorio negli ultimi anni sono diventate riferimento per il grande ciclismo con la classica Strade Bianche che, di fatto, apre la stagione del ciclismo. “Il progetto Strade di Siena – ha concluso Alberto Tirelli, assessore al turismo del comune di Siena – nasce proprio dalla volontà di creare un vero e proprio sistema di accoglienza per il cicloturista, in un territorio particolarmente vocato a questo scopo”.

 

A BACCHERETO AL LAVORO PER IL TRICOLORE U23

Meno di tre mesi alla data di sabato 19 giugno, giorno in cui a Bacchereto di Carmignano si svolgerà il 65° Giro del Montalbano valevole come Campionato Italiano Under 23. La gara sarà organizzata dalla U.C. Seanese Corse (presidente Marco Fuochi) e dal G.S. Bacchereto rappresentato da Luciano Lenzi, storico dirigente di Bacchereto, fondatore della gara con il compianto Luigi Bellini nel 1954 e che ha organizzato tutte le edizioni della classica per dilettanti. La prova in programma l’anno scorso fu annullata per il Covid e la Federciclismo ha nuovamente e giustamente riproposto la stessa organizzazione per l’attesa gara. Proprio in questi giorni è iniziato il lavoro, mentre il Comune di Carmignano ha concesso il patrocinio e deliberato uno contributo di 11mila 500 euro per la manifestazione.

Nulla cambierà rispetto a quello che era previsto lo scorso per il ritrovo, la partenza e soprattutto il traguardo, in quanto nel centro di Bacchereto non esistono ampie zone per posizionare le strutture occorrenti e allestire parcheggi. Da qui la decisione di effettuare ritrovo e partenza ufficiosa della prova tricolore Under 23 a Bacchereto, mentre l’arrivo sarà aggiudicato a Seano (5 Km di distanza) in zona Casa Rossa, dove esiste un ampio rettilineo di arrivo e notevoli possibilità di parcheggiare.

PERCORSO: Dunque sabato 19 giugno ritrovo a Bacchereto e partenza ufficiosa attorno alle 12,30 per raggiungere Seano da dove verrà data la partenza ufficiale. Ci sarà un tratto iniziale interamente in pianura per transitare anche in Provincia di Pistoia e da Casalguidi, per rendere omaggio a Franco Ballerini a 11 anni dalla sua morte. Esaurito il tratto in pianura si tornerà a Seano da dove inizieranno 5 giri con la salita verso Bacchereto, i successivi saliscendi nella zona di Fontemorana, e l’impennata breve ma micidiale di Madonna del Papa. I primi tre giri saranno più lunghi in quanto la corsa giunta in località Comeana proseguirà in provincia di Firenze per transitare sulle colline signesi e quindi da Sant’Angelo a Lecore, per tornare a Seano. Due giri invece saranno più brevi in quanto da Comeana (zona variante) i corridori raggiungeranno Poggio a Caiano e quindi Seano. In quest’ultima località e sull’ampio rettilineo di via Carlo Levi in zona Casa Rossa, sarà posto il traguardo del Campionato Italiano Under 23 dopo 170 chilometri. Sala stampa, locali giuria e segreteria, così come la premiazione, presso la sede del Tennis Club a circa 200 metri dalla zona di arrivo.

ESORDIENTI E ALLIEVI DOMANI L’APERTURA – IN TOSCANA CORRE SOLO LA SECONDA CATEGORIA NELLA COPPA CEI

Parte tra non poche incertezze per colpa del Covid 19 la stagione ciclistica anche per le categorie giovanili, esordienti e allievi, ma la situazione dal punto di vista sanitario, preoccupa non poco atleti, allenatori, tecnici, dirigenti, organizzatori, su come sarà l’attività a partire da domani quando si aprirà la stagione. In Toscana per esempio gli esordienti resteranno ancora al palo, essendo saltata la “Giornata Azzurra” sul circuito di Bellosguardo nei pressi di Cavriglia in provincia di Arezzo. E qui c’è da aggiungere una notizia che deve far riflettere. Il Team Valdinievole una delle società più attive in campo giovanile, andrà addirittura in Sicilia per aprire la stagione esordienti.

ALLIEVI: In Toscana ad oggi i tesserati risultano 184 e nella nostra regione sono previsti anche i più importanti appuntamenti, la disputa nelle zone di Chianciano Terme e Chiusi dei Campionati Italiani maschili e femminili in linea, mentre a Marginone si svolgeranno i tricolori a cronometro sia per gli uomini che per le donne. La due giorni tricolore in linea il 10 e 11 luglio, la rassegna tricolore contro il tempo il 14 agosto. L’apertura stagionale domani 28 marzo con la classica Coppa Giuseppe Cei, una delle più belle e prestigiose gare a livello nazionale. Quasi 200 i corridori al via per un confronto di spessore in un’occasione importante, in quanto la gara lucchese di Monte San Quirico di domani (partenza ore 14,30) sarà la settantesima.

La categoria allievi dopo l’anomala stagione 2020, offre un’ampia rosa di giovani interessanti come Samuele Franchi, vincitore dei titoli toscani come esordiente nel 2019 e l’anno scorso, Cipollini figlio di un ottimo atleta come è stato Cesare e nipote del più celebre Mario, Andrea Stefanelli, i fiorentini Pieralli, Lorello, Merola, Del Frate, Stella, Petri, Del Medico, Piacenza, Cavallaro, Failli, Fejzaj, Bufalini, Anguillesi, Dani, Cardelli, Pini, Nannini, Belloni, Nicolini.

ESORDIENTI: In questa categoria sono 197 gli atleti di 13 e 14 anni tesserati in Toscana. Quelli del 1° anno (classe 2008) arrivano dall’attività giovanissimi e quindi non è davvero il caso di fare nomi, mentre invece tra coloro che già lo scorso anno era nella categoria segnaliamo il campione toscano Gerolamo Manuele Migheli che ha lasciato la Fosco Bessi per il Velo Club Empoli, il fiorentino Pavi Degl’Innocenti, figlio dell’ex professionista Dimitri, i valdarnesi Del Cucina e Frasconi, Ronzoni, Fiaschi, Corrao, Paolini, Giulietti, Galigani. Purtroppo essendo saltata la gara di domani il debutto in Toscana è previsto per domenica 11 aprile a Coltano con arrivo sulla pista del ciclodromo di Coltano, con due gare separate (1° e 2° anno) allestite dalla Coltano Grube, oltre alla competizione per allievi che invece sarà organizzata dalla Butese.

SPUNTO IMPERIOSO DEL FIORENTINO NENCINI NELLA FIRENZE-EMPOLI

UNDER 23

Vittoria di prestigio per l’atleta di Calenzano

di ANTONIO MANNORI

EMPOLI – Poderoso spunto del ventenne Tommaso Nencini e ciclismo fiorentino in trionfo nella 34^ Firenze-Empoli la classica di apertura della stagione per i dilettanti Under 23 in versione record per società presenti (31) e per numero di partenti (200), dal Piazzale Michelangelo, stupendo luogo di ritrovo. Ha vinto infatti con un spunto magistrale ed una progressione straordinaria, il ventenne di Legri di Calenzano Tommaso Nencini che appartiene alla società fiorentina Petroli Firenze Hopplà Don Camillo diretta dai tecnici Provini e Roncalli. Tutto questo al termine di un finale scoppiettante ed emozionante, protagonista sulla salita di Casette a 5 Km dall’arrivo il forte Samuele Rubino della Lan Service, raggiunto da Ginestra e Martinelli. Il terzetto sembrava in grado di resistere al ritorno del gruppo, che invece annullava il tentativo a 800 metri dal traguardo. Era un gruppo di circa 80 corridori leggermente frazionato dalla vigorosa rincorsa finale, a contendersi il successo e Nencini si dimostrava intelligente partendo al momento giusto, e sprigionando una notevole potenza. Vent’anni, con una lontana parentela del nonno con l’ex campione Gastone Nencini, il vincitore ha davanti una stagione importante e ricca di appuntamenti, le Olimpiadi di Tokyo per esempio, alle quali sogna di prendere parte, anche perché Nencini non è forte solo su strada, ma anche su pista dove è stato azzurro e medagliato in campo internazionale. Alle spalle del fiorentino la coppia del Team Qhubeka formata da Coati e Bonaldo, già secondo in questa gara nel 2020. Se aggiungiamo inoltre che il quarto è Puppio altro atleta di questo team, appare giustificata l’amarezza di Coati, il quale ha detto che le cose in volata non sono andate nel verso giusto e Nencini ha saputo approfittarne in maniera esemplare. Mossieri i due assessori allo sport, di Firenze Cosimo Guccione, e di Empoli Fabrizio Biuzzi, la gara ha fatto registrare prima una fuga di un quartetto durata 44 Km, quindi di un drappello di nove attaccanti ed un tentativo solitario del generoso Carpene. Ultimo giro a gruppo compatto e corsa che si è infiammata. Sull’asperità di Monterappoli provavano l’allungo ma senza successo, Pesquera Ayuso e Andersen, mentre sul “muro” di Casette a 5 Km dal traguardo il protagonista era un vivacissimo e bravo Rubino. Tanta generosità non è stata ripagata, ed il guizzo finale di Nencini ha entusiasmato gli sportivi presenti in buon numero nel rispetto dei protocolli, e grande impegno e lavoro perfetto da parte del gruppo organizzatore Maltinti Banca Cambiano. Tra i presenti anche Renato Di Rocco, vice presidente dell’UCI e che aveva promesso a Maltinti che sarebbe venuto alla corsa e Saverio Metti, presidente del Comitato Regionale Toscana.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Tommaso Nencini (Petroli Firenze Hopplà Don Camillo) Km 150, in 3h33’, media Km 42,254; 2)Luca Coati (Team Qhubeka); 3)Kevin Bonaldo (idem); 4)Antonio Puppio (idem); 5)Alessandro Baroni (Gallina Ecotek Colosio); 6)Edoardo Zambanini (Zalf Euromobil Desirèe Fior); 7)Henok Mulueberhan (Team Qhubeka); 8)Giulio Masotto (Zalf Euromobil Desirèe Fior); 9)Lorenzo Ginestra (Aran Cucine Vejus); 10)Juan Pesquera Ayuso (Team Colpack Ballan).

IL DECESSO DI MORENO MANDRIANI EX CORRIDORE DILETTANTE

FONTANELLA(FI) – Dopo una lunga malattia sopportata sempre con encomiabile coraggio e forza, è morto a soli 62 anni Moreno Mandriani, atleta che da dilettante è stato brillante protagonista. Ricordiamo di lui alcune splendide vittorie, nel Trofeo Buffoni a Montignoso, sul circuito di Cesa ed a Pretola, sull’anello di Poggio alla Cavalla ed a Loro Ciuffenna. Ricordi di un corridore, forte, leale e brillante, con la maglia della Mastromarco MobiVober, poi quella dell’Essebì di Sovigliana dei fratelli Giani e di Mancioli. Lascia il fratello maggiore Vittorio, anch’egli ciclista, la moglie Paola, e tre figli Laura (ex ciclista nel Team Vaiano), Dario che ha militato nelle categorie giovanili e da dilettante nella Maltinti di Empoli e Rita. Alla famiglia sentite condoglianze da tutto il movimento ciclistico regionale.

Antonio Mannori

DECEDUTO EDOARDO ZANOBETTI

PRATO – A seguito di arresto cardiaco dopo essere stato colpito diversi giorni fa dal Covid. E’ morto all’ospedale Santo Stefano di Prato, Edoardo Zanobetti. Da oltre 30 anni era presidente della Cipriani e Gestri di San Giusto di Prato, la società per la quale era tesserato lo scorso anno Giovanni Iannelli, al momento della sua tragica morte, sul circuito piemontese di Molino dei Torti. Edoardo era stato nel 1958 uno dei fondatori, assieme a suo padre Luigi, della gloriosa società pratese che in 62 anni di attività ha ottenuto prestigiosi successi e che porta i cognomi di due grandi e popolari campioni pratesi di ciclismo degli Anni Trenta, Mario Cipriani ed Eugenio Gestri. Un dirigente appassionato nel seguire tutte le vicende della sua società in primis, ma più in generale di tutto il ciclismo, battagliero, sempre disponibile, quanto organizzatore infaticabile pronto a ricoprire tutti ruoli. Ai familiari di Edoardo, al figlio Saverio al quale ha trasmesso (era inevitabile) la passione per il ciclismo, giungano le espressioni del più profondo cordoglio da parte di tutto il movimento ciclistico nazionale e regionale.

ANTONIO MANNORI

LA SCOMPARSA DI ENZO CIPOLLI

Casalguidi(PT)- Sapevamo che nelle ultime settimane non stava bene. L’ultima volta che salutammo Enzo Cipolli fu meno di un mese fa, il 17 ottobre in occasione della grande manifestazione giovanissimi sulla pista del ciclodromo “Alfredo Martini” ad Albinatico di Ponte Buggianese organizzata dal Team Valdinievole, con la collaborazione anche della Pol. Milleluci di Casalguidi, della quale Enzo era figura storica nonché vice presidente. Enzo Cipolli che aveva 68 anni, essendo nato il 26 maggio 1952, era lì ad Albinatico a dare una mano agli organizzatori, abituato a farlo da sempre in seno alla Pol. Milleluci di Casalguidi, la sua amata società. Era sempre in prima fila a supportare il lavoro dei direttori sportivi durante gli allenamenti settimanali, e sempre presente alle gare ciclistiche dove ricopriva spesso il ruolo di addetto alla giuria. I giovanissimi erano la sua passione e l’ultima gara alla quale ha assistito è stata proprio quella di Albinatico. Una perdita enorme per la società pistoiese di Casalguidi presieduta da Ugo Ginanni. Aveva qualche patologia e l’insorgere del Covid, hanno complicato il quadro clinico, fino a portarlo alla morte. Ai familiari di Enzo Cipolli sentite condoglianze.

Antonio Mannori

LA STAGIONE DEGLI ALLIEVI

FEDERICO SAVINO MIGLIOR ALLIEVO TOSCANO DELLA STAGIONE

FIRENZE – Il sedicenne pisano Federico Savino miglior allievo in campo regionale, vincitore anche di due titoli toscani, quello della prova in linea a Monsummano Terme e quello a cronometro in salita nella notturna Firenze-Fiesole. L’altro titolo toscano a cronometro conquistato invece a Marginone da Lorenzo Conforti della Iperfinish su Savino e Sergiampietri, tutti e tre sul podio della classifica di rendimento e che hanno mostrato a più riprese la loro bravura. Conforti (buone doti), è stato bravo in verità più nelle prove contro il tempo che in quelle in linea, ove è apparso splendido Savino, in quelle poche gare (appena 9) disputate da fine luglio ad ottobre. La più bella prestazione del sedicenne della Coltano Grube guidato da Lorenzo Stefanucci, per determinazione e voglia di vincere, quanto perfetta sul piano tattico, nel campionato regionale sulle strade della Valdinievole. Brillante anche il massese Sergiampietri per la sicurezza espressa, e l’anno prossimo al debutto negli juniores, saranno compagni nella squadra massese Work Service Romagnano. Ammirevole la continuità di Ricci e quella di Militello, mentre si è rivisto nelle vesti di vincitore il massese Zanetti con uno dei suoi spunti vigorosi. Infine ammirato il collettivo del Pedale Toscano (Cordovani, Cristalli, Ciancagli) e le impennate di Failli, Pinzauti, Leonardi, Serafini. Nella categoria donne allieve il titolo toscano conquistato da Giulia Coppi grazie alla prestazione a Cinquale di Massa a fine settembre, mentre anche per gli allievi non si è svolto il Campionato Italiano in linea previsto a Chianciano Terme e se sono saltate classiche di fama e prestigio della categoria, in Toscana ed in altre regioni. Per la prossima stagione che inizierà l’ultima domenica di marzo, la novità più rilevante per la categoria allievi è la possibilità di adottare sulle bici i freni a disco così come avviene nelle categorie superiori. Inoltre iscrizioni alle gare solo dopo che queste sono state approvate, con precedenza a discrezione dei Comitati Regionali, per le società della Regione dove si svolge la corsa.

CLASSIFICA DI RENDIMENTO: 1)Savino (Coltano Grube) punti 38; 2)Sergiampietri (Team Stradella) 23; 3)Conforti (Iperfinish) 19; 4)Ricci 15; 5)Militello 14; 6)Zanetti e Cordovani 8; 7)Pinzauti, Leonardi, Cristalli e Ciancagli 7; 8)Belluomini e Serafini 6; 9)Failli e Salomone 5; 10)Giovannini 4; 11)Paolini 3; 12)Lorello, Giusti, Serni 2; 13)Cipollini 1.

ALLIEVE: 1)Giulia Coppi (Racing Team Fanelli) e Ilaria Leardini (Fosco Bessi) p.6; 2)Senesi 4; 3)Frugoli 3; 4)Meucci 2; 5)Gelichi 1.

ANTONIO MANNORI

LA STAGIONE DEGLI ESORDIENTI

Gerolamo Manuele Migheli 6 vittorie e Damiano Petri con 5, i due plurivincitori della Fosco Bessi

FIRENZE – Sono stati poco meno di tre mesi di attività per gli esordienti toscani, dal 25 luglio con le due cronometro a Legri di Calenzano, al 18 ottobre, con la chiusura di S.Croce sull’Arno. In tutto 13 gare protagonista assoluta la Fosco Bessi di Calenzano che ha conseguito 12 vittorie grazie al primo anno Gerolamo Manuele Migheli, al secondo anno Damiano Petri mentre ha vinto una gara Marco Merola. Migheli è stato autore uno scorcio di stagione esemplare. Ha vinto a cronometro ed in linea, è risultato il primo assoluto nella classifica di rendimento della categoria esordienti e proprio in casa sul circuito di Calenzano, ha conquistato il titolo toscano con una volata poderosa, numero preferito dal tredicenne della società fiorentina. Non da meno il pistoiese Damiano Petri, altro protagonista nelle prova contro il tempo e nelle gare in linea, dove ha dimostrato disinvoltura e sicurezza. Tra gli esordienti del 1° anno segnalazione di merito per Pavi Degl’Innocenti, figlio dell’ex professionista Dimitri, che meritava la gioia del successo, per l’aretino Frasconi e per il pisano Fiaschi, autore di un bel finale di stagione con la vittoria nella gara di Fucecchio. Tra gli esordienti del 2° anno invece oltre a Petri note di merito per il versiliese Del Medico ed il pistoiese Stefanelli che senza centrare il successo sono stati in varie occasione protagonisti brillanti. Sempre in questa categoria bene Merola e l’aretino Samuele Franchi che ha saputo riconfermarsi campione toscano e dopo il successo come primo anno nel 2019 a San Salvatore ha indossato di nuovo la maglia con lo splendido sprint sul traguardo di Calenzano. In questa stagione condizionata pesantemente dall’emergenza sanitaria non si è svolto il campionato italiano su strada che avrebbe dovuto disputarsi ai primi di luglio a Chianciano Terme.

CLASSIFICA RENDIMENTO (Esordienti 1° anno): 1)Migheli (Fosco Bessi) punti 36; 2)Pavi Degl’Innocenti 20; 3)Frasconi 16; 4)Fiaschi 11; 5)Iacchi e Del Cucina 8; 5)Giulietti 7; 6)Corrao e Galigani 6; 7)Tavanti 5, seguono con punteggi minori Amari, Bertelli, Bertuccelli, Donno, Matteoli, Paolini, Poli, Pisani.

CLASSIFICA (2° anno): 1)Petri (Fosco Bessi) punti 29; 2)Del Medico 18; 3)Stefanelli 17; 4)Franchi e Merola 12; 5)Anguillesi 9; 6)Fejzai 8; 7)Fondelli 5; 8)seguono Banti, Bufalini, Lippi, Lavorini, Piacenza, Rizzo, Sica.

DONNE ESORDIENTI: Ancora più ridotta l’attività femminile con le atlete costrette a gareggiare assieme ai coetanei maschi per mancanza di gare. Nella classifica di rendimento al primo posto la pisana Letizia Tasciotti (San Miniato-S.Croce) con punti 6 seguita dalla livornese Coluccini con 2 e da Franceschini e Ferri con un punto.

ANTONIO MANNORI

LA TOSCANA VINCE LA COPPA ITALIA GIOVANILE XCO

Lavarone,29 settembre 2020 – I giovani rappresentanti della Toscana protagonisti ammirati nel cross country, hanno raggiunto un prestigioso traguardo, la conquista della Coppa Italia Giovanile XCO, manifestazione che si è svolta su tre prove e si è conclusa a Lavarone in provincia di Trento. Un risultato storico perché è la prima volta che la Toscana vince questa manifestazione grazie ai suoi esordienti e allievi, maschi e femmine. Un merito dei ragazzi che con grande impegno e passione si sono battuti durante le tre prove per ottenere una serie di successi che hanno permesso alla fine di concludere la rassegna in testa relegando ai posti d’onore la Lombardia e la rappresentativa di Bolzano. E qui dobbiamo ricordare anche le società di appartenenza degli giovanissimi biker che hanno creduto nella multidisciplina ed oltre alla strada hanno consentito ai propri tesserati di essere presenti alla Coppa Italia, la più importante rassegna del settore. In diversi parlano di multidisciplina ma poi in verità non sono molti quelli che si cimentano nelle varie specialità. Bravissimi i maschi e le femmine protagonisti in Trentino, ed un plauso anche a chi ha guidato la rappresentativa della Toscana, ovvero Emiliano Ferri, Valter Giammattei e Fabrizio Giannotti, felicissimi per il risultato ottenuto. Questi i protagonisti dell’impresa:

Tommaso Ferri, Francesco Bertini e Tommaso Massi (Olimpia Valdarnese), Federico Bartolini (Team Siena Bike), Fabio Del Medico e Daniele Ronzoni (G.S. Borgonuovo Prato), Christian Barra (Elba Bike).

Per il settore femminile Giorgia Giannotti (S.C. Garfagnana MTB), Margherita Oggero (Elba Bike Scott), Elisa Ferri (Olimpia Valdarnese) e Nelia Kabetaj (Borgonuovo Prato).

CLASSIFICA FINALE PER REGIONI: 1)Toscana punti 610; 2)Lombardia 542; 3)Bolzano 433; 4)Veneto 420; 5)Piemonte 400.