LA MORTE DI ANDREA MANFREDI

Unico italiano sull’areo caduto in Indonesia

MASSA.- Tra le 189 vittime del disastro aereo in Indonesia, c’è anche un italiano, 26 anni, toscano di Massa, Andrea Manfredi ex corridore professionista e imprenditore di successo una volta sceso di bici, con il ciclo computer Sportex. Era un ragazzo di un’educazione esemplare e di un’intelligenza rara. Appassionato, deciso, pieno di vita. Una vita spezzata questa mattina, in un volo in Indonesia dove si trovava per lavoro. Nel 2013 aveva corso da professionista con la maglia della Ceramica Flaminia, mentre nel successivo biennio aveva indossato la maglia della Bardiani Csf diretto da Bruno e Roberto Reverberi, prima di lasciare il ciclismo come atleta. Tanti però i ricordi di Andrea nel ciclismo e prima di salire nei professionisti. Era un amico, una persona esemplare, sempre disponibile ed educato. Lo abbiamo visto gareggiare da giovanissimo fino alla massima categoria. Lo ricordiamo esordiente nel gruppo sportivo Edilizia Dell’Amico, società massese, quindi l’anno dopo autore di ben 11 vittorie con i colori della Cicli Parra di Vecchiano. Due anni come allievo nella Vecchiano Berti con 10 vittorie al suo attivo, quindi il salto negli juniores nell’Ambra Cavallini Vangi Calenzano dove ottenne tre vittorie per poi esplodere nella stagione successiva (era il 2010) con il titolo toscano, azzurro in Lussemburgo, autore di una stagione esaltante con otto vittorie e 16 piazzamenti nei primi cinque. Il passaggio nei dilettanti nel 2011 avvenne con la società fiorentina Hopplà Truck Italia Valdarno. Non ci furono vittorie per Manfredi in quella stagione, mentre l’anno dopo ottenne un successo di tappa nel Giro della Valle d’Aosta oltre al terzo posto nella classifica finale. Quindi le tre stagioni da professionista per poi intraprendere l’attività che svolgeva con grande impegno e passione come era nel suo carattere. Una morte che ha suscitato profondo cordoglio in tutto il mondo del ciclismo, dove era conosciuto e stimato da tutti.

ANTONIO MANNORI

IL PREMIO GIGLIO D’ORO

Da Viviani a Froome, Vittoria Guazzini, Ballerini, Argentin, Piccolo, Paolini.

Per Giancarlo Antognoni il “Premio Alfredo Martini”

LA CERIMONIA IL 21 NOVEMBRE

CALENZANO(FI).- Numero uno al mondo con 18 vittorie (l’ultimo italiano plurivincitore era stato Petacchi nel 2005), non poteva che essere Elia Viviani protagonista di un’esaltante stagione, il vincitore del 45° Giglio D’Oro, il premio ideato da Saverio Carmagnini nel 1974, con alcuni amici tra i quali i compianti Alfredo Martini, Gastone Nencini e Vasco Baroni, il collega Franco Calamai e l’ex direttore sportivo Waldemaro Bartolozzi che fanno ancora parte della speciale Commissione. I due figurano tra i premiati assieme al tandem in Rai, Francesco Pancani e Silvio Martinello, in un cast di personaggi straordinario per la cerimonia del Giglio D’Oro 2018, prevista mercoledì 21 novembre alle ore 11 a Pontenuovo di Calenzano, presso il Meridiana Country Hotel ed il ristorante Carmagnini del ‘500. Sfileranno campioni e personaggi del ciclismo e non solo, perché ci sarà anche l’ex calciatore Giancarlo Antognoni al quale andrà il Premio Alfredo Martini-Maestri dello Sport.

I PREMI: Vincitore del Giglio D’Oro come detto e con un punteggio altissimo dopo una stagione fantastica, il veronese Elia Viviani che avrà anche il riconoscimento quale Campione Italiano assoluto su strada; a Chris Froome vincitore del Giro d’Italia, alla rivelazione Davide Ballerini (premio Gastone Nencini) alla pluricampionessa mondiale, europea e italiana Vittoria Guazzini (premio Gino Bartali), a Moreno Argentin (premio Franco Ballerini). Altri premiati speciali del “Giglio D’Oro 2018” patrocinato dal Gruppo Toscano Giornalisti Sportivi dell’USSI, il tricolore crono juniores e bronzo al mondiale, il milanese Andrea Piccolo del Team LVF che riceverà il “Premio Giovani” intitolato a Franco Ballerini, e l’esordiente toscano Gabriele Paolini del G.C. Vecchianese al quale andrà il Memorial Tommaso Cavorso.

ANTONIO MANNORI

A LIVORNO FESTA PER I GIOVANISSIMI DEL PEDALE

La premiazione della Challenge Osvaldo Ferrini

LIVORNO.- Sabato 3.11 a Livorno con inizio alle ore 16 organizzata dal G.S. Montenero e dal Livorno Cycling Team, si è svolta presso il salone dell’Ente Livornese Scuola Edile in via Piemonte, la cerimonia di premiazione del VII° Memorial Cav. Osvaldo Ferrini, dirigente indimenticabile dello sport livornese e del ciclismo in particolare. La Challenge indetta dal Comitato Provinciale di Livorno della Federciclismo attualmente presieduto da Davide Venanzoni, è riservata ai giovanissimi e redatta in base alle classifiche delle sei gare organizzate in Provincia di Livorno durante la stagione 2018. Sono stati 137 i giovanissimi che hanno totalizzato punti di 37 società. Queste le classifiche del VII° Memorial Osvaldo Ferrini.

CATEGORIA G1: 1)Alessio Cammarata (Costa Etrusca); 2)Diego De Stefano (Butese); 3)Federico Nesti (Coltano); 4)Marini; 5)Martinelli. CAT. G2: 1)Mattia Catastini (S.Miniato-S.Croce); 2)Pablo Milian Garcia (Ped. Pietrasantino); 3)Christian Lucherini (Stabbia); 4)Barsotti; 5)Bravatà. CAT. G3: 1)Emanuele Favilli (Donoratico Carli); 2)Tommaso Fogli (S.Miniato-S.Croce); 3)Leonardo Pavi Degl’Innocenti (S.Miniato Ciclismo); 4)Masi; 5)Luci. CAT. G4: 1)Massimo Mezzasalma (Colognole); 2)Matteo Cialdini (S.Miniato-S.Croce); 3)Alejandro Di Riccio (Carube); 4)Prisco; 5)Gaggioli. CAT. G5: 1)Giulio Pavi Degl’Innocenti (S.Miniato Ciclismo); 2)Diego Buti (Alta Valdera); 3)Jacopo Belmonte (Donoratico Carli); 4)Bertuccelli; 5)Martinelli. CAT. G6: 1)Alessio Anguillesi (Coltano); 2)Filippo Piacenza (Donoratico Carli); 3)Davide Bufalini (Colognole); 4)Del Medico; 5)Cappellini, Fondelli, Petri.

FEMMINE CAT. G1: 1)Alyssa Di Girolamo (Costa Etrusca); 2)Sara Colzi (Seano One); 3)Gaia Del Carlo (Montecarlo); 4)D’Ambrosio; 5)Genovese A. CAT. G2: 1)Giulia Campani (Colognole); 2)Elena Geppi (Costa Etrusca); 3)Letizia Maestrini (Team Stradella); 4)Cerbioni; 5)Aiello. CAT. G3: 1)Ginevra Fialdini (Donoratico Carli); 2)Clara Fondelli (Coltano); 3)Rachele Paternostro (Donoratico Carli); 4)Rossi; 5)Bacci. CAT. G4: 1)Aurora Salvestrini (Donoratico Carli); 2)Margherita Mariottini (Coltano); 3)Nicole Pennino (Costa Etrusca); 4)Spinelli; 5)Ammannati. CAT. G5: 1)Angelica Coluccini (Donoratico Carli); 2)Emma Franceschini (Costa Etrusca); 3)Ginevra Di Girolamo (Costa Etrusca); 4)Cappellini; 5)Formisano. CAT. G6: 1)Letizia Tasciotti (S.Miniato-S.Croce); 2)Giulia Rossi (idem); 3)Aurora Chiti (idem); 4)Castagna; 5)Guadagni.

SOCIETA’: 1)Donoratico Carli punti 212; 2)Costa Etrusca 209; 3)S.Miniato-S.Croce 175; 4)Coltano Grube 160; 5)Colognole 135.

ANTONIO MANNORI

GIOVANISSIMI / MOUNTAIN BIKE

CONCLUSA LA CHALLENGE CASA BONELLO – VINCONO BORETTI, CERONE, LAZZERINI, BONCIANI, BARTOLI E BAGNI. Tra le femmine Genovese, Semoli, Masi, Pennino Formisano, Tasciotti-Prima società la S.Miniato-S.Croce

CASA BONELLO(PI).- Presso l’area del ciclodromo di Casa Bonello a La Catena di San Miniato in provincia di Pisa, la quarta ed ultima prova della settima edizione della Challenge fuoristrada riservata ai giovanissimi.  Organizzata dalla San Miniato-S.Croce con il patrocinio del Comune di San Miniato, l’ormai tradizionale rassegna ha riscosso un notevole successo nelle quattro prove svoltesi (circa 750 i partecipanti) durante il mese di ottobre. L’ultima prova è stata  emozionante e decisiva per il successo finale in qualche categoria, in altre era ormai tutto deciso. In base al punteggio hanno vinto la Challenge dalla G1 alla G6, Antonio William Boretti (Borgonuovo), Antonio Cerone (Via Nova), Nicola Lazzerini (Elba Bike), Andrea Bonciani (Olimpia Valdarnese), Danilo Bartoli (S.Miniao Ciclismo), Federico Bagni (G.S. Daccordi). Nel settore femminile Asia Genovese (Campi Bisenzio), Matilde Semoli (Olimpia Valdarnese), Greta Rossi (S.Miniato S.Croce), Nicole Pennino (Costa Etrusca), Silvia Formisano e Letizia Tasciotti(S.Miniato-S.Croce).

Tra le società al primo posto la San Miniato-S.Croce con 322 punti, seguita da Costa Etrusca (245), S.Miniato Ciclismo (227), Olimpia Valdarnese (222), Elba Bike Scott (129). Questi i risultati della 4^ ed ultima prova con una segnalazione doverosa per l’ottimo lavoro della segreteria con a capo DSaniele Brotini.

CATEGORIA G1: 1)Antonio Boretti (Borgonuovo); 2)Thomas Lucentini (Scuola Mtb Cinghiali Gavorrano); 3)Alessio Cammarata (Costa Etrusca). CAT. G2: 1)Antonio Cerone (Via Nova); 2)Mattia Cervini (Elba Bike); 3)Christian Lucherini (Stabbia). CAT, G3: 1)Nicola Lazzerini (Elba Bike); 2)Daniele Bacci (Stabbia); 3)Lorenzo Luci (Vc Empoli). CAT. G4: 1)Eugenio Castellucci (Olimpia Vald.); 2)Andrea Bonciani (id.); 3)Alessio Gugliara (Scuola Mtb Gavorrano). CAT. G5: 1)Tommaso Lazzerini (Elba Bike); 2)Giulio Pavi Degl’Innocenti (S.Miniato Ciclismo); 3)Tommaso Cervini(Elba Bike), CAT. G6: 1)Damiano Gallerini (S.Miniato Ciclismo); 2)Mattia Simone (Carube); 3)Paul Cappellini (S.Miniato Ciclismo).

SETTORE FEMMINILE: Hanno vinto Siria Genovese (Campi Bisenzio), Matilde Semoli e Aurora Masi(Olimpia Valdarnese), Nicole Pennino ed Emma Franceschini (Costa Etrusca), Letizia Tasciotti (S.Miniato S.Croce).

ANTONIO MANNORI

UN CORSO PER GIUDICI DI GARA IN TOSCANA

FIRENZE.- Terminata la stagione 2018 e dopo l’organizzazione esemplare del Cicloraduno Nazionale a Coltano di Pisa, la Commissione Regionale Giudici di Gara della Toscana presieduta da Linda Bottoni, ha indetto un corso per giudici di gara regionali, le cui iscrizioni terminano il prossimo 10 novembre. Anche con la fine dell’annata 2018 alcuni giudici toscani hanno raggiunto l’età (70 anni) per essere dismessi dai servizi, e quindi occorrono forze nuove in prospettiva futura. Tutte le modalità e quanto c’è da conoscere per iscriversi, è pubblicato nella locandina che è stata stampata e che ritrae in una splendida immagine la pluricampionessa iridata, europea e italiana, Vittoria Guazzini, meravigliosa protagonista della stagione.

ANTONIO MANNORI

TEAM NPM CHIANCIANO SALUTE TANTE NOVITA’ PER IL FUTURO

Nel 2019 arriva il Ds Antonio Fanelli e ci sarà da organizzare i campionati italiani allievi-esordienti a Chianciano Terme nel mese di luglio

AREZZO.- La stagione 2018 è appena terminata ma in seno al Team NPM Chianciano Salute di Arezzo si guarda già alla prossima, con un 2019 che annuncia importanti novità e che novità! Proprio in questi giorni il Consiglio Federale riunito a Roma, ha assegnato al sodalizio aretino l’importante organizzazione dei Campionati Italiani esordienti e allievi, sia del settore maschile che femminile (in tutto sei gare) prevista per i giorni 6 e 7 luglio 2019 a Chianciano Terme, pregevole ed ospitale località conosciuta in tutto il mondo e che garantisce dal punto di vista logistico il pieno successo della rassegna tricolore giovanile svoltasi negli ultimi anni a Comano Terme. Altra novità quella che riguarda l’aspetto tecnico della squadra femminile con l’arrivo nello staff dell’ex professionista Antonio Fanelli, quest’anno alla guida della squadra juniores Fosco Bessi e responsabile tecnico regionale per l’attività su pista. Fanelli da sempre segue anche da vicino l’attività femminile e quindi il Team NPM Chianciano Salute potrà compiere un salto di qualità importante nella crescita e nello sviluppo dell’attività nel settore, oltre a incrementare anche l’attività su pista. Dopo aver festeggiato il primo lustro di attività in maniera composta e senza tanto clamore come è nel suo stile, questa bella realtà del ciclismo toscano, ricca di impegno e passione profusi dai suoi dirigenti, si appresta a una stagione davvero interessante ed intensa. Tornando all’attività della decorsa stagione il team del presidente Luca Pellegrini (vice presidente Stefano Marabissi, consiglieri Carlo Manfredi, Massimo Semoli e Roberta Tamburini), ha tesserato 14 atlete tra esordienti e allieve, numero record per la società, a conferma della sua costante crescita. La partecipazione alla “Challenge Rosa”, ai Campionati Italiani ed a tutte le altre gare che il calendario ha proposto, ha contrassegnato il cammino stagionale della società, che permesso alle atlete di fare preziosa esperienza, anche senza raggiungere il successo. Una realtà del ciclismo rosa a supportare la crescita che il movimento ha fatto registrare in Toscana a tutti i livelli, grazie ovviamente agli amici e sponsor del Team NPM Chianciano Salute, che supportano la società ed offrono quel sostegno e quella collaborazione, quanto mai utile in vista anche di un 2019 che si annuncia stimolante. Queste le atlete tesserate nell’ultima stagione.

ALLIEVE: Monica Acco, Carlotta Cupi, Francesca Francioli, Giulia Manenti, Giada Manfredi, Giorgia Marabissi, Nicole Serafini.

ESORDIENTI (1° anno): Giulia Coppi, Antonella Coccoletti, Rakele e Rebekka Pigolotti.

ESORDIENTI (2° anno): Alice Marchese, Lorenza Poli, Serena Semoli.

ANTONIO MANNORI

TOSCANA/BILANCI : La stagione degli Elite Under 23

SCARONI IL MIGLIORE NELLA CLASSIFICA DI RENDIMENTO. Dietro all’azzurro, Duranti, Sobrero e Corradini. La sorpresa dell’annata Filippo Fiorelli

Si riflette anche sulla classifica di rendimento la brillantissima stagione della Petroli Firenze Hopplà Maserati Truck Italia. Ai primi due posti infatti altrettanti azzurri del team fiorentino caro agli sponsor Sandro Pelatti, Claudio Lastrucci, Giulio Maserati e Giuliano Taverni. Sono stati Cristian Scaroni e Jalel Duranti gli unici dilettanti ad avere superato quota 100 punti nella graduatoria, compilata come le altre in base alle attuali norme tecniche. Al terzo posto Matteo Sobrero della Dimension Data For Qhubeka, quindi Michele Corradini della Mastromarco Sensi Nibali e Filippo Fiorelli della Gragnano Sporting Club Caselli, che si può considerare la bella e lieta sorpresa della stagione 2018. Il titolo toscano under 23 è stato conseguito da Nicholas Rinaldi del Team Cervèlo nella prova disputata a Malmantile.

CLASSIFICA FINALE (Top Ten): 1)Scaroni (Petroli Firenze Hopplà Maserati) punti 147; 2)Duranti 124; 3)Sobrero 97; 4)Corradini 86; 5)Fiorelli 82; 6)Garavaglia 80; 7)De Bod 75; 8)Murgano 68; 7)Marchetti 67; 9)Cacciotti 53; 10)Fiaschi 51.

                                    ANTONIO MANNORI

TOSCANA: Il bilancio delle società

LA REGINA E’ LA PETROLI FIRENZE HOPPLA’ MASERATI. 

Ventuno le vittorie ottenute nella stagione 2018

Prima società in Toscana della stagione 2018,  la Petroli Firenze Hopplà Maserati con 21 successi conseguiti da èlite e under 23. Da notare che il team ha colto altre 15 vittorie con la squadra affiliata in Emilia Romagna grazie a Fedrigo (10 successi) ed a Konychev (5). Le ventuno affermazioni con i corridori tesserati in Toscana sono così ripartite: 5 vittorie a testa per Duranti e Marchetti, 3 quelle di Scaroni, con 2 Garavaglia, Colonna Yuri, Cacciotti e Dotti.

Negli juniores la prima della classe è risultata la Work Service Romagnano, negli allievi la Ciclistica Cecina, negli esordienti la Montecarlo Pizzeria La Rusticanella.

CLASSIFICA FINALE (Top Ten): 1)Petroli Firenze Hopplà Maserati vitt. 21; 2)Work Service Romagnano 19; 3)Montecarlo Pizzeria La Rusticanella 18; 4)Ciclistica Cecina e Coltano Grube 13; 5)Velo Club Carrara 12; 6)Fosco Bessi 11; 7)Stabbia Ciclismo Dover 9; 8)Franco Ballerini Primigi Store, M.B. Victor e Team Valdinievole 8; 9)San Miniato S.Croce 7; 10)Donoratico Rosignano e Team Stradella 6.

ANTONIO MANNORI

 

TOSCANA BILANCI / La stagione degli allievi

IL LIVORNESE BUTTERONI IL PIU’ FORTE DI TUTTI

Seguono Dati e Gimignani – Bene Peschi e Crescioli

FIRENZE.- Un brillante protagonista nella categoria allievi grazie a una crescita inattesa. Il livornese di San Pietro in Palazzi Gregorio Butteroni della Ciclistica Cecina, è stato autore di una stagione straordinaria. E’ vero che da esordiente si era già segnalato vincendo anche il titolo toscano a Quarrata, ma nessuno si attendeva un crescendo così da parte del bravissimo atleta cecinese. Tra l’altro Butteroni ha vinto sia il titolo toscano in linea sul traguardo di Matassino in Provincia di Arezzo, sia quello a cronometro a Baccaiano di Montespertoli. Ha iniziato alla grande la stagione 2018, chiudendola in maniera trionfale con il successo sul Ghisallo. Infine non dimentichiamoci il titolo italiano ottenuto su pista, un atleta dunque che ha esaltato la multidisciplina.

Altro campione italiano su pista, Tommaso Dati, secondo nella classifica di rendimento alle spalle di Butteroni. Ottimo terzo Gimignani, costretto a uno stop forzato nel periodo centrale della stagione, mentre hanno disputato una bella stagione sia Peschi che Crescioli. Tra le sorprese più belle della stagione Galigani e Salvadori.

CLASSIFICA FINALE (Top Ten): 1)Butteroni (Cicl. Cecina) punti 97; 2)Dati 62; 3)Gimignani 61; 4)Peschi 53; 5)Crescioli 45; 6)Panicucci 31; 7)Salvadori e Bozicevich 26; 8)Fiaschi 25; 9)Arzilli e Santucci 22; 10)Del Corso e Mastrangelo 18.

ANTONIO MANNORI

TOSCANA BILANCI / La stagione degli esordienti

CIPOLLINI E ZANETTI I PIU’ BRAVI ESORDIENTI TOSCANI

Bene anche Savino, Cavallaro, Stella e Pieralli

FIRENZE.- E’ stato un esordiente del 1° anno, il lucchese Edoardo Cipollini figlio dell’ex corridore Cesare e nipote di Mario “Re Leone”, il migliore in assoluto nella stagione 2018. Con lui ha ingaggiato un bel duello sino dall’inizio della stagione, il massese Alessandro Romeo Zanetti, risultato alla fine il più bravo del 2° anno e finito a 12 punti da Cipollini nella classifica di rendimento. Positiva anche la stagione del tandem Savino-Cavallaro della Coltano Grube, di Pieralli e Stella. Hanno superato i 50 punti anche Nicolini, Conforti e Del Frate. I due campioni toscani in linea nella prova di Castelfiorentino sono stati Cipollini e Savino.

CLASSIFICA FINALE (Top Ten): 1)Cipollini (Montecarlo Pizzeria La Rusticanella) punti 105; 2)Zanetti 93; 3)Savino 86; 4)Cavallaro 82; 5)Stella 74; 6)Pieralli 70; 7)Nicolini 64; 8)Conforti 61; 9)Del Frate 60; 10)Paolini 43.

ANTONIO MANNORI

GIOVANISSIMI/ 3^ Prova Challenge Casa Bonello

Ancora un ottimo successo per il fuoristrada

IN 175 ALLA TERZA PROVA – SABATO LA CONCLUSIONE

CASA BONELLO-S.MINIATO(PI).- La terza prova della settima edizione della Challenge Casa Bonello dedicata ai giovanissimi nella specialità XCE Eliminator ha rispecchiato le due precedenti prove quanto a partecipazione. Al via infatti 175 ragazzi di 34 società, che hanno dato vita a una serie di belle prove, con diverse riconferme ma anche qualche sorpresa. La San Miniato-S.Croce sull’Arno si conferma in testa alla classifica delle società ed ora tutto l’interesse si sposta a sabato prossimo 27 ottobre con la quarta ed ultima prova (inizio sempre alle ore 15). In qualche categoria ormai è già tutto deciso per il nome del vincitore della classifica finale, in altre invece regna l’incertezza. Sabato al termine delle gare doppia premiazione, i primi cinque classificati di giornata ed i primi dieci delle varie classifiche a punteggio. Al momento i leader delle classifiche sono per i maschi dalla G1 alla G6, Antonio William Boretti, Antonio Cerone, Nicola Lazzerini, Andrea Bonciani, Danilo Bartoli, Federico Bagni; per il settore femminile invece in testa prima della prova conclusiva Siria Genovese, Matilde Semoli, Greta Rossi, Nicole Pennino, Vittoria Cappellini, Letizia Tasciotti. Questo invece gli ordini di arrivo della terza prova.

CATEGORIA G1: 1)Leonardo Leonetti (Castelfiorentino Banca Cambiano); 2)Antonio Boretti (Borgonuovo); 3)Thomas Lucentini (Scuola Mtb Cinghiali). CAT. G2: 1)Antonio Cerone (Via Nova); 2)Christian Lucherini (Stabbia); 3)Daniele Fabbri (Borgonuovo). CAT. G3: 1)Nicola Lazzerini (Elba Bike); 2)Lorenzo Luci (Vc Empoli); 3)Daniele Bacci (Stabbia). CAT. G4: 1)Andrea Bonciani (Olimpia Valdarnese); 2)Brian Ceccarelli (id.); 3)Eugenio Castellucci(id.). CAT. G5: 1)Danilo Bartoli (S.Miniato Ciclismo); 2)Giulio Pavi Degl’Innocenti(id.); 3)Riccardo Del Cucina (Olimpia Vald.). CAT. G6: 1)Paul Cappellini (S.Miniato Ciclismo); 2)Federico Bagni (Daccordi); 3)Damiano Gallerini (S.Miniato Ciclismo).

SETTORE FEMMINILE: Hanno vinto le sei batterie Siria Genovese (Campi Bisenzio), Matilde Semoli (Olimpia Valdarnese), Ginevra Bacci (Castelfiorentino Banca Cambiano), Nicole Pennino (Costa Etrusca), Silvia Formisano e Letizia Tasciotti (S.Miniato-S.Croce).

ANTONIO MANNORI

CICLOCROSS : TROFEO TOSCANA-UMBRIA

La gara presso lo stadio di atletica leggera

FELICISSIMO AVVIO DELLA STAGIONE IN TOSCANA – IN 123 AL VIA DI QUATTRO REGIONI NEL TROFEO CITTA’ DI PRATO

PRATO.- Non poteva avere migliore successo l’apertura della stagione del ciclocross in Toscana con la prima gara in programma a Prato. La manifestazione ottimamente organizzata dal gruppo sportivo Borgonuovo, era denominata 1° Trofeo Ciclocross-Città di Prato, ed era valevole come prima prova dello speciale trofeo Toscana-Umbria istituito quest’anno e che comprende ben 13 gare che si svolgeranno nelle due regioni confinanti. Teatro della rassegna inaugurale, la zona di via San Martino per Galceti dove sorge lo stadio di atletica leggera Mauro Ferrari. Il percorso della prova pratese era misto, con un tratto sterrato, oltre all’anello asfaltato della pista di atletica leggera Mauro Ferrari. In gara ben 123 concorrenti di 4 Regioni con tre batterie in programma. In quella che ha visto una durata di circa 50 minuti vittoria assoluta dell’elite Flaviano Mogavero sul Master 2 Ruggiero, in quella di trenta minuti circa si è affermato l’allievo Alessandro Nannini portacolori della società organizzatrice che è risultata particolarmente brillante, ottenendo il primo posto assoluto anche nella prova che vedeva impegnati i giovanissimi della G6 grazie al successo di Andrea Nannini, mentre la sua compagna di squadra Nelia Kabetaj, è risultata la più brava tra le femmine. Il percorso della manifestazione pratese è risultato spettacolare ed è stato apprezzato da società e atleti. Ottimo il servizio di stesura delle classifiche grazie a Segreteria.it Racing Service, alla collaborazione di Andrea Vezzosi presente con gli altri dirigenti del Comitato Provinciale di Prato alla bella rassegna ciclocampestre.

 

LE CLASSIFICHE

 

OPEN (Elite-Under 23): 1)Flaviano Mogavero (Vallerbike); 2)Francesco Giovanni Giuliani (La Bicicletteria Racing Team); 3)Stefano Stefanini (Focus XC Italy Team); 4)Cipriano Gottardi (Forti e Veloci); 5)Dario Salvadori (Fosco Bessi – 1° Under 23).

JUNIORES: 1)Pietro Salvadori (Fosco Bessi); 2)Gianluca Ferruzzi (Team Zhiraf Guerciotti); 3)Tommaso Sassatelli (Team Bike Innovation); 4)Filippom Cecchi (San Miniato-S.Croce).

ALLIEVI: 1)Alessandro Nannini (Borgonuovo); 2)Riccardo Djordjevic (Aquila – 1° allievo del 2° anno); 3)Gabriele Leonardi (Borgonuovo); 4)Lorenzo Montanari (Pedale Azzurro); 5)Gabriele Bertini (Olimpia Valdarnese).

ESORDIENTI: 1)Nico Biagi (Borgonuovo); 2)Manuel Rescia (Teambike Race Civitavecchia); 3)Niccolò Pieri (Daccordi); 4)Pietro Pieralli (Fosco Bessi); 5)Alessio Giannelli (Olimpia Valdarnese).

DONNE OPEN: 1)Alessia Bulleri (Merida Italia Team); 2)Martina Cozzari (Pro Cycling Team- 1^ Under 23).

DONNE JUNIORES: 1)Sara Bardella (Pedale Azzurro Rinascita).

35° CICLORADUNO NAZIONALE GIUDICI DI GARA

Dodici i titoli italiani assegnati tra mountain bike e strada – Ottimo successo per la rassegna di Coltano

AL VENETO QUATTRO MAGLIE, TRE ALLA LOMBARDIA, DUE ALLA TOSCANA ED AL PIEMONTE, UNA AL FRIULI VENEZIA GIULIA

COLTANO (PI).- Un bel successo per il 35° Cicloraduno Nazionale dei giudici svoltosi ai margini della tenuta presidenziale di San Rossore alla periferia di Pisa, in una splendida mattinata di sole. Dodici le maglie assegnate, delle quali 4 nel mountain bike e le altre nelle due prove svoltesi sulla pista del ciclodromo di Coltano lunga un Km e 350 metri, messa a disposizione dalla Coltano Grube Costruzioni, con un grazie particolare alla famiglia Stefanucci. Presente la Commissione Nazionale Giudici presieduta da Antonio Pagliara, il consigliere nazionale della Federciclismo Maurizio Ciucci, il presidente del Comitato Regionale Toscana Giacomo Bacci con la vice Maria Bruni, il consigliere Maurizio Marchesini, il giudice sportivo Enrico Bartoli, il Cav. Uff. Giannetto Poppi. Prima gara quella del mountain bike che ha interessato la pista ciclabile in asfalto ma anche la pineta. Ha vinto in assoluto il veneto Matteo Stocco nei confronti del friulano Cozzarini mentre terzo è terminato il toscano D’Isep. Tra le donne (sei quella al via) doppietta per la Toscana con il primo posto di Federica Zanobini davanti alla Michelotti e alla veneta Benetton. A seguire le due batterie su strada con 10 giri in programma nella prima (30 i partenti) e 18 giri nella seconda (al via in 21). I successi assoluti per il friulano Luigino Cozzarini e per il veneto Matteo Stocco che ha realizzato così un bel bis. Dopo le gare la vestizione delle maglie e la consegna dei fiori ai vincitori da parte di tre ospiti di eccezione, la pluricampionessa mondiale, europea e italiana Vittoria Guazzini che indossava la maglia con i colori dell’iride, Matilde Bertolini campionessa italiana allieve a cronometro e Gregorio Butteroni campione italiano allievi su pista. Nel “medagliere” quattro titoli italiani al Veneto, tre alla Lombardia, due alla Toscana ed al Piemonte, uno al Friuli Venezia Giulia. Poi tutti a Calambrone a due passi da Livorno presso l’Hotel Mercure Tirrenia Green Park per il pranzo e la consegna da parte degli organizzatori toscani del Cicloraduno (complimenti a Linda Bottoni presidentessa della Commissione Regionale Giudici della Toscana con i due componenti la stessa Commissione, Sergio Sbrilli e Antonio D’Alessandro, e l’ausilio di Andrea Goti, Simone Lamanda, Giovanni Guidi). Qui premiazione ai primi cinque delle varie classifiche, a tutte le Regioni presenti al cicloraduno, alla Commissione Nazionale, al Veneto, Regione presente con il maggior numero di giudici alle gare, mentre premio combattività a Andrea Fabian (Lazio) e Federica Guarniero (Veneto), e premio per la “Combinata” a Matteo Stocco (Veneto) e Federica Zanobini (Toscana). Infine un premio speciale accompagnato da una lettera dei tre figli (tutti giudici) per il toscano Nino Luigi Lamanda alla sua ultima stagione avendo raggiunto i limiti di età.

Infine a margine del Cicloraduno, Antonio Pagliara ha informato che l’anno prossimo la manifestazione si svolgerà in Lombardia, mentre nel 2020 l’appuntamento sarà a San Giovanni Rotondo in Puglia.

 

LE CLASSIFICHE DI CATEGORIA

 

MOUNTAIN BIKE (Categoria A): 1)Marco D’Isep (Toscana); 2)Fabio Montagner (Veneto); 3)Stefanp Pavignano (Piemonte); 4)Daniele Balzi (Lombardia).

CATEGORIA B: 1)Matteo Stocco (Veneto); 2)Luigino Cozzarini (Friuli Venezia Giulia); 3)Roberto Del Giudice (Toscana); 4)Davide Costantini (Veneto); 5)Simone Lamanda (Toscana).

CATEGORIA C: 1)Renato Buratto (Veneto); 2)Maurizio Colligiani (Toscana).

DONNE: 1)Federica Zanobini (Toscana); 2)Michela Michelotti (idem); 3)Stefania Benetton (Veneto); 4)Federica Guarniero (idem); 5)Nathalie Novembrini (Lombardia).

GARE SU STRADA (Categoria A): 1)Federico Calosso (Piemonte); 2)Marco D’Isep (Toscana); 3)Francesco Buso (Veneto); 4)Francesco Dalla Balla (Veneto); 5)Francesco Fagnoni (Piemonte).

CATEGORIA B: 1)Simone Grattarola (Piemonte); 2)Antonio Sammartino (Basilicata); 3)Roberto Del Giudice (Toscana); 4)Soldian Deda (Toscana); 5)Lorenzo Magri (idem).

CATEGORIA C: 1)Matteo Stocco (Veneto); 2)Giovanni Laino (Basilicata); 3)Giorgio Bianchi (Lazio); 4)Ivan Paradiso (Lombardia); 5)Simone Lamanda (Toscana).

CATEGORIA D: 1)Luigino Cozzarini (Friuli Venezia Giulia); 2)Pier Luigi Berti (Toscana); 3)Fabrizio Sansottera (Lombardia); 4)Lodovico Flavio Bonandrini (Lombardia); 5)Claudio Siclari (Liguria).

CATEGORIA E: 1)Angelo Vittorio Fenaroli (Lombardia); 2)Angelo Corti (Lombardia); 3)Michele Di Cesare (Lazio); 4)Fabio Falaschi (Toscana).

CATEGORIA G: 1)Mario Frutti (Lombardia); 2)Giuseppe Didonè (Veneto); 3)Lorenzo Domenico Lamboglia (Basilicata); 4)Luigi Patrizi (Lazio); 5)Albino Bertazzon (Veneto).

DONNE F1: 1)Martina Marchetti (Veneto); 2)Federica Zanobini (Toscana); 3)Michela Michelotti (idem); 4)Martina Filippini (LombardiA); 5)Giulia Laghi (Emilia Romagnana).

DONNE F2: 1)Elena Facchinetti (Lombardia); 2)Federica Guarniero (Veneto); 3)Alessandra Lamanda (Toscana); 4)Sabi Lorella Seregni (Lombardia); 5)Simona Lamanda (Toscana).

ANTONIO MANNORI

LA NOVITA’ – NUOVA SQUADRA ELITE UNDER 23 – E’ LA CIPRIANI & GESTRI

Al posto della Unicash ancora uno sponsor cinese. Il brand è Hato Green Tea Beer – Undici gli atleti, c’è anche il nipote di Paolo Bettini.

SAN GIUSTO DI PRATO.- Dopo le tante voci delle settimane scorse arriva l’ufficialità per la Cipriani & Gestri di San Giusto di Prato in merito alle stagione 2019. La società pratese del presidente Edoardo Zanobetti dopo l’attività negli juniores entra tra i dilettanti con una formazione élite under 23 al momento forte di 11 corridori ma a giorni è atteso il dodicesimo atleta. Novità anche nello sponsor. C’è un nuovo marchio che sostituirà il main sponsor Unicash, la Hato Green Tea Beert (si tratta di una birra con infuso di the verde) sempre peraltro di proprietà della Uniontrade con a capo l’imprenditore cinese Luigi e JJ Sun. Rimane tra gli sponsor anche il Solettificio Due C dei fratelli Campinoti, così come restano alla guida della formazione i due direttori sportivi Imere Malatesta e Milco Musetti che hanno appena concluso 10 anni di attività insieme. Malatesta e Musetti avranno ancora l’apporto e la collaborazione di Gianluca Maggiore e Giuseppe Zampino, mentre arriverà un quinto tecnico, il massese Marco Baldini. Come detto al momento sono 11 i corridori dei quali 6 al debutto tra gli under 23: Lorenzo Zega, Mesut Cepa, Andrea Biancalani, Niccolò Degli Innocenti, Alessandro Del Ry, Matteo Niccoli. Dalla Ciclistica Malmantile Gaini arrivano due pratesi, Lorenzo Cataldo (con la maglia della Cipriani e Gestri Unicash vinse il titolo toscano juniores due anni fa) e Giovanni Iannelli; dal Team Apua Regolo Matteo De Bonis e Rocco Imbruglia, mentre dal Team Continental Area Zero D’Amico, giunge il livornese Francesco Bettini, nipote di Paolo e già juniores nelle file della società di San Giusto.

Altra novità importante e significativa l’accordo raggiunto con il maglificio On Sport dei fratelli Regoli per l’abbigliamento tecnico e con l’azienda belga Ridley per quanto riguarda le bici.

Non è stata definita ancora la Regione per il tesseramento degli atleti, ma quasi sicuramente ci saranno due affiliazioni per la società, una in Liguria ed una in Toscana.

ANTONIO MANNORI

GRANDE SERATA PER LA FESTA DEL CICLISMO PRATESE

VITTORIA GUAZZINI E GLI ALTRI PROTAGONISTI

CARMIGNANO.- Più di 200 persone hanno preso parte nel teatro del circolo parrocchiale di Carmignano alla “Festa del ciclismo pratese”, momento importante anche in vista dell’assegnazione nei prossimi giorni da parte della Consiglio Federale dei Campionai Italiani 2019 (under 23 e donne élite in primis) richiesti dal G.S. Bacchereto, Uc Seanese, C.C.F. Seanese, con la collaborazione dei Comuni di Carmignano, Poggio a Caiano e Prato. Dai giovanissimi fino a Vittoria Guazzini, una passerella di protagonisti, tra applausi ed emozioni, con tanti ospiti presenti a questa serata organizzata dal Comitato Provinciale di Prato della FCI, dalla Polisportiva e G.S. Bacchereto, dalla Misericordia e dal Comune di Carmignano, da “Spizzettando”. Sono intervenuti il consigliere della Regione Toscana Nicola Ciolini, il vice sindaco di Prato Simone Faggi, i sindaci di Carmignano e Poggio a Caiano, Edoardo Prestanti e Francesco Puggelli con i rispetti assessori allo sport Stefano Ceccarelli e Fabiola Ganucci. Per il ciclismo il consigliere nazionale della Federciclismo Maurizio Ciucci, il presidente del Comitato Regionale Toscana, Giacomo Bacci con i vice Maria Bruni e Giancarlo Del Balio, la consigliere Luciana Gradassi, gli ex campioni Berzin (vincitore di un Giro d’Italia), Svetlana Bubnenkova, Leonardo Giordani, Gennaro Maddaluno, Elisabetta Nencini.

I PREMIATI: I giovanissimi del Borgonuovo, Autofan Vaiano e Seano One, i campioni provinciali 2018 Nico Biagi, Alessandro Nannini, Lorenzo Peschi, Andrea Biancalani, il campione albanese Mesut Cepa. Per il MTB Giuseppe Panariello e Cristiano Taliani (New Bike); per l’Handbike la maglia rosa Christian Giagnoni, Marco Sforzi, Rossano Baronti, i dirigenti storici del ciclismo pratese Luciano Lenzi (Bacchereto), Primo Targetti (S.Ippolito di Vernio), Fabrizio Zanasi (Borgonuovo). Premio alla memoria per Sauro Palloni (Seano One) scopritore di Vittoria Guazzini e che si impegnò tantissimo per la crescita del ciclismo femminile in cui credeva fermamente. Premi ai dilettanti pratesi Matteo Sensi, Lorenzo Cataldo, Giovanni Iannelli, Gabriele Bonechi, Daniele Bellini, all’atleta di Carmignano Andrea Targioni, ai tre gemelli ciclisti del Vc Seano One, Pietro, Niccolò e Filippo Soldi, alle società, a Dario Puccioni e Lorenzo Zega, ai volontari, Giuseppe Grassi, Franco Orlandi, Gianfranco Lunardi, Turiddu Drovandi. Infine l’apoteosi finale con le atlete del Team Zhiraf Guerciotti Selle Italia, da Milena Del Sarto a Gaia Bevilacqua, Sara Magi, Gemma Sernissi, Giorgia Catarzi, all’infinita ed immensa Vittoria Guazzini. La pluricampionessa del mondo, europea e italiana, felicissima tra i suoi tifosi, amici e sportivi, quanto emozionata nel ricordare il compianto Sauro Palloni, il suo scopritore. Un lungo a caloroso applauso ha accompagnato questo finale e complimenti ancora a Sergio Iozzelli, Andrea Vezzosi, Chiara Savelli, Lando Cambi del Comitato Pratese della FCI che assieme ai vari collaboratori, hanno organizzata questa magnifica serata, in attesa della bella notizia………

                                 ANTONIO MANNORI