I FUNERALI: L’ULTIMO COMMOSSO SALUTO A RENZO MALTINTI

Renzo Maltinti

Tantissime persone e tanta commozione in occasione dell’ultimo saluto a Renzo Maltinti, presidente della società ciclistica Maltinti Lampadari-Banca Cambiano, nella Chiesa della Collegiata di Sant’Andrea in Piazza dei Leoni nel centro storico di Empoli. Il primo lungo applauso al momento dell’arrivo del carro funebre e dell’entrata in chiesa della bara, accompagnata dalla moglie, dai figli Roberto e Cristina, dai parenti. Tra i presenti alla cerimonia il consigliere regionale Enrico Sostegni in rappresentanza della Regione Toscana, il sindaco di Empoli Brenda Barnini con l’assessore allo sport Fabrizio Biuzzi, il sindaco di Vinci Giuseppe Torchia, di Gambassi Terme Paolo Campinoti e di Montespertoli Alessio Mugnaini, quattro località legate alla società di via Carraia per avere annualmente ospitato gare dilettanti organizzate dal gruppo empolese presieduto da Renzo Maltinti. Per il Comitato Regionale Toscana il suo presidente Saverio Metti, il vice Mauro Renzoni, il segretario Gianni Cantini, il presidente del Comitato Provinciale di Firenze Leonardo Gigli e quello di Prato Andrea Vezzosi. Tra i presenti i dirigenti della Banca di Cambiano 1884, ed ancora Silvia, figlia dell’indimenticabile Alfredo Martini accompagnata da Marco Mordini, Paolo Guerciotti, Angelo Citracca, organizzatori, direttori sportivi, dirigenti, direttori di gara, ex corridori come Poggiali e Francioni, rappresentanti di numerose società, sportivi e amici, e Renzo ne aveva tanti grazie alla sua cordialità, disponibilità. Al termine della funzione religiosa ha preso la parola il figlio Roberto che ha ricordato il babbo, i suoi insegnamenti preziosi, i sacrifici e la sua passione, i veri valori dello sport che Renzo ha saputo trasmettere ai giovani, il suo volto sempre sorridente. “La grande passione del babbo è sempre stato il ciclismo, per questo posso annunciare che nel suo nome continueremo l’attività nei dilettanti élite e under 23 nella prossima stagione. Sono sicuro che è una decisione che gli farà piacere e noi continueremo nel suo ricordo facendo tesoro di quello che ci ha insegnato”. Un lungo applauso ha salutato queste ultime parole del figlio. Dopo di lui ha preso parola quale portavoce di tutto lo staff tecnico, Francesco Pirro, il marchigiano splendido vincitore un mese fa del Gran Premio Industrie del Cuoio e delle Pelli a Santa Croce sull’Arno, che ha ricordato l’entusiasmo e la passione di Renzo che fino a quando ha potuto non è mai mancato sull’ammiraglia a far sentire la sua voce di incitamento. Infine l’intervento della sindaca di Empoli Brenda Barnini che ha ricordato la figura di Renzo Maltinti personaggio sempre disponibile ma mai invadente, serio, onesto, buono e generoso, una persona di grande affidamento e capacità.  All’uscita della bara dalla chiesa un altro lunghissimo applauso, prima del breve viaggio verso il cimitero in località S.Maria dove da oggi riposa la salma di questo grande personaggio che mancherà tantissimo al ciclismo.

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMUNICATO “COMITATO REGIONALE TOSCANA” n° 21 del 04/10/2022.

Firenze, 04 ottobre 2022.

Comunicato n° 21/2022.

 

Il Consiglio Regionale del Comitato Regionale Toscana, dispone che venga osservato un minuto di silenzio prima della partenza delle gare in programma nei giorni 8, 9 e 11 ottobre, per onorare la memoria di Renzo Maltinti, deceduto il giorno 3 ottobre u.s.

 

 

Il Presidente del C.R. Toscana

Saverio Metti

 

COMUNICATO “COMITATO REGIONALE TOSCANA” n° 20 del 04/10/2022.

Firenze, 04 ottobre 2022.

Comunicato n° 20/2022.

 

TROFEO “TCROSS 2022/2023”.

Il Consiglio Regionale del Comitato Regionale Toscana, nella riunione del 29 settembre u.s., ha deliberato lo svolgimento del “TROFEO T-CROSS 2022/2023”; le gare interessate a detto Trofeo sono le seguenti:

  • 30/10/2022 #4 Tappa Giro d’Italia Ciclocross GIC                      Follonica (GR).
  • 01/11/2022 2° Trofeo Città di Firenze                                           Firenze/Parco dell’Argin Grosso.
  • 04/12/2022 Prova Unica di Campionato Regionale                   Ponte Buggianese (PT)/Fraz. Fattoria.
  • 08/12/2022 18° G.P. della Pieve-Classica degli Ulivi                  Pergine V.no (AR)/Fraz. Pieve a Presciano.
  • 18/12/2022 7° Trofeo Cittadella dello Sport                                Montignoso (MS)
  • 06/01/2023 IV Trofeo Ciclocross MTB Casentino                       Bibbiena (AR)

In un prossimo comunicato verrà diffuso il Regolamento specifico del circuito di cui all’oggetto.

 

Il Presidente del C.R. Toscana

Saverio Metti

 

JUNIORES: UN’EDIZIONE DI LUSSO SABATO PER IL TROFEO SAN ROCCO

L’arrivo a Fabbrica di Peccioli nel 2021 (Foto V. Pagni)

Sabato prossimo 8 ottobre a Fabbrica di Peccioli, sarà un’edizione di lusso per il 24° Trofeo San Rocco la gara nazionale per la categoria juniores che avrebbe dovuto svolgersi il 25 settembre, ma costretta al rinvio a seguito delle elezioni. Gli organizzatori del G.S. Amici del Pedale, con il presidente Alessandro Bacciarelli e Gabriele Bellagotti in primis, hanno annunciato che il rinvio ha favorito una presenza numerosa e soprattutto qualificata per l’edizione di sabato in quanto sarà una sfida davvero emozionante tra i migliori esponenti della categoria. Ci saranno infatti tutte le squadre toscane ad iniziare da quella della Work Service-Speedy Bike capitanata dal pisano Federico Savino in grandi condizioni di forma (due vittorie nell’ultimo weekend) ed i migliori team nazionali (Borgo Molino, Trevigliese, F.lli Giorgi, Giorgione, Energy, Nial Nizzoli, Fortebraccio, Franco Ballerini). Il Trofeo San Rocco presenterà lo stesso percorso, collaudato e tecnicamente valido, con quattro giri di km 21,400 con il gran premio della montagna a Montelopio, a cui si aggiungerà il tratto in linea finale di km 18,600 che porterà gli atleti da Fabbrica a Peccioli e ritorno, su di un terreno che si adatta ai colpi di mano ed a rendere ricco di emozioni il finale. In tutto saranno 104 chilometri e la partenza di questa attesa gara penultima della stagione juniores in Toscana sarà data alle ore 14 con arrivo poco dopo le 16,30. Patrocinato dal comune di Peccioli il Trofeo San Rocco (nel 2021 vinse l’emiliano Nicolò Costa Pellicciari su Conforti e Zordan) prevede il ritrovo per le varie operazione prima della gara, in Piazza del Monumento.

Antonio Mannori

 

 

COMUNICATO “COMITATO REGIONALE TOSCANA” n° 19 del 16/09/2022.

Firenze, 16 settembre 2022.

Comunicato n° 19/2022.

 

Il Consiglio del Comitato Regionale Toscana dispone che venga osservato un minuto di silenzio prima della partenza delle gare in programma nei giorni 17 e 18 settembre, per onorare la memoria delle vittime dell’alluvione nella Regione Marche.

 

Il Presidente del C.R. Toscana

Saverio Metti

 

LA NOVITA’: A PONSACCO UNA SCUOLA DI CICLISMO DAL 1 NOVEMBRE

I dirigenti toscani con gli atleti della Mobilieri Ponsacco (Foto Fruzzetti)

Silvano Marchetti dirigente storico della società (Foto R. Fruzzetti)

E’ stata una serata speciale e particolare quella organizzata dalla Ciclistica Mobilieri Ponsacco presieduta da Franco Fagnani e dal Comune, con la presenza della sindaca Francesca Brogi, del vice sindaco Massimiliano Bagnoli e dell’assessore allo sport Francesco Vanni. Presenti all’Auditorium Meliani a Ponsacco anche il presidente del Comitato Regionale Toscana di ciclismo Saverio Metti, il consigliere Micheli, il presidente del C.P. di Pisa Nicola Procino. Si è parlato della storia di questa ultracentenaria e gloriosa società e delle vicende che l’hanno vista spesso grande protagonista, con la gradita presenza di Silvano Marchetti, 87 anni, ospite applauditissimo e colonna portante della società per tantissimi anni nel ruolo di direttore sportivo (un papà per tanti ragazzini), ma al tempo stesso accompagnatore ed organizzatore instancabile. Spazio poi alla Coppa del Mobilio con il ricordo delle prime edizioni e dal 1958 l’inedita formula delle due gare, la frazione in linea al mattino e la cronometro individuale nel pomeriggio per i primi 15 classificati della gara mattutina, evento che si ripeterà per l’edizione n. 70 martedì prossimo 11 ottobre con la novità del ritrovo e della partenza ufficiosa dall’Enoteca Le Melorie di Fagnani in Viale Italia. Alle 9 il via ufficiale da via Vanni a Ponsacco con arrivo al termine dei 120 km poco prima di mezzogiorno, cui seguirà la cronometro su 30 km con la partenza del primo concorrente dalla pedana di via Vanni alle ore 15. Una corsa con vincitori illustri: Ranucci, Trape, Moser, Giovannetti, Sorensen, Baronti, Gavazzi, Mori, Nibali, Nizzolo, Bettiol, Zmorka (record della crono alla media di km 50,290 stabilita dal corridore ucraino nel 2012). All’edizione di quest’anno iscritti al momento 174 atleti di 30 società, in pratica quasi il numero massimo consentito che è di 176 per le gare nazionali élite e under 23. A chiudere la bella serata presenti tutti i giovani atleti in forza alla Ciclistica Mobilieri Ponsacco, la notizia accolta con soddisfazione dai dirigenti del ciclismo, amministratori locali, sportivi e genitori, che il prossimo Primo Novembre si aprirà una scuola per il ciclismo a Ponsacco con la presenza al suo interno di istruttori qualificati e personale ad hoc. La sede in uno stabile di 200 metri quadri nella zona della Galleria Aringhieri. Un’iniziativa per rilanciare ulteriormente l’attività ciclistica a Ponsacco e reclutare giovani da avviare allo sport del pedale che qui ha una delle più lunghe storie in campo nazionale essendo stata la società fondata nel 1894.

                            Antonio Mannori

LUTTO: TUTTO IL CICLISMO PIANGE LA MORTE DI RENZO MALTINTI

 

  Renzo Maltinti

Non ce l’ha fatta dopo aver lottato e sofferto per tanti mesi. Al termine di una stagione nella quale aveva avuto splendide notizie per le vittorie ottenute dalla squadra (Campionato Toscano, Firenze-Viareggio, Gran Premio del Cuoio) ed il riconoscimento personale della Stella di Bronzo del Coni ricevuta dal sindaco di Empoli Brenda Barnini in occasione della serata “Una città per lo sport” nel Chiosco del Cenacolo degli Agostiniani di Empoli, Renzo Maltinti ha chiuso per sempre gli occhi lasciando un immenso dolore in tutto l’universo del ciclismo. Una notizia che non avremmo mai voluto scrivere. Non abbiamo incontrato altri personaggi carismatici come Renzo Maltinti che ha speso tanto del suo tempo libero a favore di questo sport. Legato al territorio, alla città di Empoli, si può dire che Renzo Maltinti ha espresso la passione per il ciclismo, la serietà di un dirigente che ha sempre saputo stare al vertice con l’umiltà che contraddistingue le persone veramente grandi. Da oltre 50 anni in questo sport, prima come atleta poi come sponsor dal 1976; dall’anno dopo, titolare e presidente del gruppo sportivo Maltinti Lampadari-Banca Cambiano. Le società nascono, smettono, ma quella di Renzo Maltinti è sempre stata presente nei dilettanti da 46 anni. Quasi 400 vittorie, delle quali 37 gare internazionali, con nove titoli toscani vinti. Ma Renzo Maltinti ha avuto un altro titolo di merito importantissimo. Non si è limitato a seguire sull’ammiraglia i suoi atleti, ma da sempre la sua società ha organizzato 4-5 gare ogni anno. Chi in Italia può vantare altrettanto? Anche per questo Renzo Maltinti è stato personaggio unico nel panorama dilettantistico nazionale, un esempio per lo sport. Oggi Renzo dopo aver lottato con tutte le sue forze, non è più a fianco del ciclismo che ha amato e sostenuto fino all’ultimo, esempio fulgido di come comportarsi nella vita di tutti i giorni, nel lavoro, nella famiglia, nello sport.

Ciao Renzo amico di 50 anni nel ciclismo. Alla moglie, ai figli Cristina e Roberto, a tutti i familiari giunga il più profondo cordoglio di tutto il mondo del ciclismo, davvero più povero senza di Lui, e che lo piange in questo tristissimo momento. Tutto il Comitato Regionale Toscana con il presidente Saverio Metti si stringe attorno ai familiari esprimendo sentite condoglienze.

I FUNERALI:

Decine di telegrammi, messaggi e telefonate di cordoglio e vicinanza, sono giunte in queste ore ai familiari di Renzo Maltinti non appena la notizia si è sparsa. La salma di Renzo Maltinti, presidente del G.S. Maltinti Lampadari Banca Cambiano, nel ciclismo da oltre 50 anni, si trova esposta presso l’obitorio dell’ospedale di Empoli (stanza n. 3). I funerali si svolgeranno domani mercoledì alle ore 15,30 presso la Chiesa della Collegiata di S.Andrea in Piazza della Propositura nel centro di Empoli.    

                                                                           Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ELITE/UNDER 23: MILAN VINCE SUL TRAGUARDO DI CASTIGLION FIBOCCHI

Il podio di Castiglion Fibocchi (Foto S. Manzi)

Non aveva ancora vinta Matteo Milan in questa felicissima stagione del CTF. L’occasione dopo una gara da protagonista nel 71° Trofeo Festa Patronale-Trofeo Mario Zanchi a Castiglion Fibocchi, competizione organizzata dal G.S. Fausto Coppi Laterina e che ha ricordato oltre a Fosco Frasconi, Ezio Mannucci, storico tecnico del ciclismo dilettantistico italiano. Alla sua memoria la società organizzatrice con il presidente Apollo Solenni, il direttore organizzativo Sirio Chiodini ed i loro collaboratori hanno tenuto al mattino una cerimonia commemorativa nella Sala del Consiglio comunale  alla presenza del sindaco Marco Ermini, del membro del direttivo dell’UCI Daniela Isetti, del vice presidente nazionale della Federciclismo Ruggero Cazzaniga, del consigliere nazionale Fabio Forzini, del presidente del CR Toscana Saverio Metti, del ct degli Under 23 Marino Amadori, degli ex professionisti Giovambattista Baronchelli e Rinaldo Nocentini. Dopo questa cerimonia la celebrazione di una Santa Messa presso il cimitero, mentre al momento della presentazione delle squadre ogni direttore sportivo ha ricevuto un attestato a ricordo di Ezio Mannucci.  Alla corsa hanno preso il via 117 atleti ed è stata caratterizzata da una fuga protagonisti Milan, Fiaschi e Regnanti. Nel finale in evidenza anche Porta e Moro autori di una splendido recupero e successo finale di Matteo Milan che ha avuto ragione di Porta e Moro sul traguardo in salita della località aretina.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Matteo Milan (CTF) Km 147, media km 42,435; 2)Gabriele Porta (Hopplà Petroli Firenze Don Camillo); 3)Riccardo Moro (ParkPre Racing Team); 4)Luca Cavallo (Overall Tre Colli); 5)Matteo Fiaschi (Hopplà Petroli Firenze Don Camillo).

Antonio Mannori

 

 

 

 

JUNIORES: “SETTEBELLO” PER L’AZZURRO SAVINO NELLE VALLI ARETINE

Il podio della gara juniores di Rigutino (Foto D. Grazi)

Sapeva che in caso di arrivo in volata non avrebbe avuto vita facile per ottenere il “Settebello” dei suoi successi in stagione, per cui per cogliere la settima vittoria, l’azzurro Federico Savino in smaglianti condizioni di forma anche in queste battute finali della stagione ha allungato nel finale giungendo sul traguardo del Giro delle Valli Aretine, velevole anche per 17° Trofeo Butintoro con sette secondi di vantaggio. Un’altra prodezza, un’altra gemma per il pisano della Work Service Speedy Bike dopo la vittoria del giorno prima ottenuta a Fighille in Umbria anche in quella occasione per distacco seppur con un margine di vantaggio più ampio. Una bella edizione per questa classica di fine stagione degli juniores cara a Tiberio Soldani che con i suoi collaboratori di Rigutino a organizzato la manifestazione con 144 iscritti e 108 partenti. Alle spalle di Savino il campione provinciale fiorentino Staccioli e il diciassettenne slovacco dal cognome quasi impossibile Schwarzbacher che nella prossima stagione sarà alla corte del direttore sportivo Andrea Bardelli.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Federico Savino (Work Service-Speedy Bike) km 130,2, in 3h08’10”, media km 41,516; 2)Nicholas Staccioli (Stabbia Ciclismo)O a 7”; 3)Matthias Schwarzbacher (Slovak National Team); 4)Riccardo Lorello (Regia Congressi Seiecom Valdarno); 5)Andrea Noviero Raccagni (Work Service-Speedy Bike); 6)Andrea Sergiampietri (idem); 7)Tommaso Bambagioni (Team Franco Ballerini); 8)Christian Di Prima (Multicar Amarù); 9)Antonino Alberto Cavallaro (Work Service-Speedy Bike); 10)Luca Recchia (CPS Professional Team).

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

 

ALLIEVI: PROVA SUPER DI D’ANTONI NEL MEMORIAL PIERO FORCONI

L’arrivo di Samuel D’Antoni (Foto R. Fruzzetti)

Il podio e gli organizzatori (Foto R. Fruzzetti).

La forte compagine allievi Il Pirata Official Team (20 le vittorie conquistate nel 2022) scesa in Toscana per disputare il Memorial Piero Forconi con il ruolo di principale favorita, ha confermato pienamente il pronostico aggiudicandosi la gara di Mercatale Val di Pesa in provincia di Firenze. E’ stato l’allievo del primo anno Samuel D’Antoni ad imporsi sul compagno di squadra, l’ex tricolore Toselli, vincitore della recente Coppa D’Oro in Trentino. Giusto che sia finita così in quanto D’Antoni si è reso protagonista di una prova straordinaria. E’ andato in fuga con il toscano Moroni (che si è rialzato ben presto) dopo 19 km, ed ha guadagnato un vantaggio massimo di 1’45” sul gruppo che si è frantumato letteralmente lungo l’ascesa del Leccia che portava al traguardo di via Don Minzoni. Il fuggitivo ha accusato come era prevedibile la fatica, ma ha stretto i denti ed in suo “aiuto” è arrivato il compagno di squadra Toselli tallonato dall’ottimo Attolini. Proprio all’ultimo chilometro D’Antoni è stato ripreso e il tandem del Pirata Official Team è riuscito a distanziare di una quindicina di secondi Attolini, presentandosi sul rettilineo. E per quanto abbiamo raccontato sulla gara di D’Antoni, è stato giusto che a vincere sia stato lui, seguito dal bravissimo e altruista Toselli, un giovane sul quale è giusto puntare ad occhi chiusi. Un arrivo in parata tra gli applausi della folla presente, e la gioia di tutto lo staff della società vincitrice, che ha piazzato anche Rocchi al quinto posto e Laino all’ottavo. Raccontata la gara il resto lo meritano gli splendidi organizzatori del Gruppo Amici di Piero con l’ausilio tecnico della Sancascianese Ciclismo, la collaborazione preziosa del Circolo Arci presieduto da Valerio Galardi, il patrocinio del Comune di San Casciano Val di Pesa con l’assessora allo sport Maura Masini. Hanno organizzato la gara ideata da Silvano Pescini e Silvano Boni, in maniera stupenda, in allegria, con il sorriso sulle labbra, con 92 partenti di 24 società, ed era la corsa di chiusura in Toscana per gli allievi. I familiari di Piero Forconi, i figli Lorella e Leonardo, non potevano fare di più, ed il loro padre da lassù ne sarà stato felicissimo, da grande appassionato di ciclismo come lo fu per tantissimi anni.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Samuel D’Antoni(Il Pirata Official Team) Km 75, in 1h53’40”, media km 39,589; 2)Ivan Toselli (idem); 3)Luca Attolini (Team Logistica Ambientale) a 5”; 4)Jacopo Pignatti (S.C. Ceretolese 1969) a 16”; 5)Emanuele Rocchi (Il Pirata Official Team) a 22”; 6)Andrea Montagner (Libertas Ceresetto) a 38”; 7)Giulio Pavi Degl’Innocenti (Uc Empolese) a 49”; 8)Fabrizio Laino (Il Pirata Official Team); 9)Armin Caselli (Sc Ceretolese 1969); 10)Mattia Ballerini (V.C. Empoli).

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

TROFEO PEGASO: TRA GLI ESORDIENTI VINCITORI FINALI GAGGIOLI E TARABORI

FIRENZE – Volge al termine la stagione ciclistica 2022 e così anche lo speciale PREMIO PEGASO indetto dal Comitato Regionale Toscana di ciclismo in collaborazione con la Regione Toscana. Domenica scorsa con le due gare di Ponte Buggianese si è conclusa nella nostra Regione la stagione degli esordienti per cui conosciamo già i due vincitori del Premio Pegaso. Per il primo anno Emanuele Tarabori del Via Nova e per il secondo anno William Luciano Gaggioli del Team Valdinievole. Domenica prossima 2 ottobre chiusura della stagione in Toscana anche per la categoria allievi con il Memorial Piero Forconi a Mercatale Val di Pesa. Queste le classifiche aggiornate.

ELITE-UNDER 23:

1 Quartucci Lorenzo (Hoppla’-Petroli Firenze) 189

2 Magli Filippo (Mastromarco Sensi Nibali) 159

3 Molini Federico (Maltinti-Banca Cambiano) 129

4 Magli Lorenzo (Mastromarco Sensi Nibali) 124

5 Pierantozzi Lucio (Futura Team-Rosini) 117

6 Radice Raffaele (Team Malmantile) 93

7 Cataldo Lorenzo (Gragnano Sporting Club) 90

8 Meris Sergio (Team Colpack Ballan) 76

9 Menegotto Jacopo (Team Qhubeka) 73

9 De Pretto Davide (Zalf Euromobil Desiree Fior) 69

JUNIORES

1 Savino Federico ( Work Service Speedy Bike) 156

2Leonard Michael (Team Franco Ballerini) 138

3 Conforti Lorenzo (Work Service Speedy Bike) 117

4 Raccagni Noviero Andrea(Work Service Speedy Bike) 111

5 De Fabritiis Gabriele (Nuovaarmataggia Ballerini) 92

6 Scalco Matteo (Borgo Molino Rinascita Ormelle) 77

7 Bartalesi Edoardo (Polisportiva Monsummanese) 72

8 Sergiampietri Andrea (Work Service Speedy Bike) 69

9 Lorello Riccardo(Regia Congressi Seiecom Valdarno) 68

10 Volpato Leonardo (Giorgione) 66

ALLIEVI

1 Ficaccio Jacopo (Team Il Pirata) 159

2 Petri Damiano (Fosco Bessi Calenzano) 158

3 Pavi Degl’Innocenti Giulio (U.C.Empolese) 134

4 Di Riccio Santiago (Team Valdinievole) 128

5 Migheli Manuele Gerolamo (V.C.S.C.Empoli) 117

6 Bufalini Davide (U.C.Donoratico) 116

7 Sica Leonardo (Montecarlo Ciclismo) 114

8 Bertini Francesco (G.S.Olimpia Valdarnese) 110

9 Cardelli Lapo (U.C.Empolese) 104

10 Agostinelli Filippo (Pedale Toscano Ponticino) 101

CLASSIFICA FINALE ESORDIENTI 2° ANNO

1 Gaggioli Luciano (Team Valdinievole) 281

2 Menici Pietro (G.S.Borgonuovo) 276

3 Mezzasalma Massimo (Team Valdinievole) 268

4 Iavazzo Luca (Team Valdinievole) 196

5 Postpischl Filippo (Pedale Seanese) 166

6 Cianti Niccolo’ (Velo Club S.C.Empoli) 140

7 Di Riccio Alejandro (Team Valdinievole) 139

8 Guidi Lorenzo (Team Valdinievole) 130

9 Battistelli Pietro (Racing Assisi Bastia) 119

10 Bonciani Andrea (Olimpia Valdarnese) 113

CLASSIFICA FINALE ESORDIENTI 1° ANNO

1 Tarabori Emanuele(G.S.Via Nova) 309

2 Seminara Giuseppe (Milleluci ciclismo) 233

3 Roggi Tommaso (Olimpia Valdarnese) 227

4 Agnini Edoardo (Team Valdinievole) 220

5 Migheli Marco (Velo Club S.C.Empoli) 219

6 Paris Brian (Team Coratti) 204

7 Pierazzuoli Gabriele (Montecarlo Ciclismo) 202

8 Luci Lorenzo (Velo Club S.C.Empoli) 196

8 Canziani Marco (G.S.Butese) 196

10 Pavi Degl’Innocenti Leonardo (U.C.Empolese) 189

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

JUNIORES: L’IRIDATO SU PISTA NOVIERO RACCAGNI VINCE A RIGNANO SULL’ARNO

 

Il podio juniores a Rignano sull’Arno (Foto D. Grazi)

Dopo il secondo posto di sabato a Massa quando fu battuto in volata da Luca Giaimi dopo una fuga a due di circa 50 km, il ligure di Chiavari Andrea Noviero Raccagni della Work Service-Speedy Bike, campione del mondo su pista nell’inseguimento a squadre, si è aggiudicato in volata il 23° Trofeo Commercio Industria Artigianato a Rignano sull’Arno, classica di fine settembre organizzata dalla Cipriani & Gestri, dal Comitato locale presieduto da David Bettini e Stefano Galli con il patrocinio del Comune. Per la società Work Service-Speedy Bike affiliata in provincia di Lucca, una rivincita sul Team F.lli Giorgi (tre atleti nei primi cinque per questa forte e brillante società) dopo quanto successo tre giorni prima a Massa. La gara fiorentina con 146 partenti di 198 iscritti, prevedeva dopo 10 giri ondulati attorno a Rignano sull’Arno, la dura salita di Bombone-Le Corti. Una fuga di un quartetto ha caratterizzato la parte centrale della corsa, mentre l’ascesa verso il gran premio della montagna a quota 400 metri, ha provocato una netta selezione nel gruppo e sulla testa si è portato un ristretto plotoncino regolato sul traguardo nel centro di Rignano da Raccagni, che ha preceduto Samuele Privitera del Team F.lli Giorgi e Riccardo Lorello della Regia Congressi Seiecom Valdarno. Un arrivo frazionato a confermare le difficoltà del percorso negli ultimi 20 chilometri.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Andrea Noviero Raccagni (Work Service-Speedy Bike) Km 105, in 2h23’, media Km 44,056; 2)Samuele Privitera (Team F.lli Giorgi); 3)Riccardo Lorello (Regia Congressi Seiecom Valdarno); 4)Leonardo Vesco (Team F.lli Giorgi); 5)Piergiorgio Cozzani (idem); 6)Simone Mensa (Energy Team Young Bikers); 7)Valentino Romolini (Team Fortebraccio); 8)Mykhaylo Basaraba (Nazionale Ucraina); 9)Filippo Quintavalla (Cycling Team Nial Nizzoli) a 5”; 10)Francesco Vignini (Uc Foligno). Iscritti 198, partenti 146, arrivati 122.

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

UNDER 23: GRANDE FINALE DEL FRANCESE LABROSSE NELLA “RUOTA D’ORO”

Il podio della Ruota D’Oro (Foto S. Manzi)

Con una finale di corsa esaltante, il francese Jordan Labrosse ha conquistato per distacco il successo nella 52^ Ruota d’Oro-90° Gran Premio Festa del Perdono a Terranuova Bracciolini, gara internazionale per soli Under 23 organizzata dalla Futura Team con il Comitato locale e il patrocinio del Comune. Trentadue le società presenti per 154 atleti e gara dedicata al ricordo di Rossano Carsughi e Marcello Mealli per anni organizzatori della manifestazione che come sempre ha richiamato tantissimi sportivi lungo il Viale Europa. E qui si è presentato da solo il francese Jordan Labrosse autore di un finale di corsa straordinario. Il transalpino protagonista anche nel recente Tour de l’Avenire in Francia, ha staccato tutti in salita ed è volato al traguardo con un vantaggio di quasi mezzo minuto sul danese Foldager (Biesse Carrera) che ha preceduto di qualche metro un gruppo di una quindicina di corridori con terzo posto per il veneto Alex Tolio. Una corsa che si è decisa nel finale con le salite di Cima Monticello e Valcello che hanno frazionato il folto gruppo sulla testa e lanciato lo scatenato ed irresistibile Labrosse verso il successo.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Jordan Labrosse (AG2R Citroen U23 Team) Km 173, in 4h13’55”, alla media di Km 40,880; 2)Anders Foldager (Biesse-Carrera) a 26”; 3)Alex Tolio (Bardiani CSF Faizanè) a 29”; 4)Jacopo Menegotto (Team Qhubeka); 5)Giacomo Villa (Biesse-Carrera); 6)Mattia Petrucci (Team Colpack Ballan); 7)Davide De Cassan (CTF); 8)Marc Pijuan Camprubi (Eolo Kometa); 9)Martin Nessler (Sissio Team); 10)Matthew Kingston (Zappi Racing Team). Iscritti 175, partenti 154, arrivati 66.

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

LA CERIMONIA: UNA SERATA SPECIALE PER I 70 ANNI DELLA COPPA DEL MOBILIO

Podio Coppa del Mobilio 2021 (Foto R. Fruzzetti)

Centoventotto anni dalla sua fondazione (1894) e 70 edizioni della Coppa del Mobilio. Sarà una serata speciale e particolare quella organizzata dalla Ciclistica Mobilieri Ponsacco presieduta da Franco Fagnani e dal Comune con la sindaca Francesca Brogi per festeggiare le due ricorrenze alla presenza di autorità, dirigenti del ciclismo ed ospiti, tra i quali l’ex campione del pedale Andrea Tafi. La cerimonia lunedì prossimo 3 ottobre alle ore 21 presso il l’Auditorium Meliani in via Don Minzoni a Ponsacco. Oltre alla storia di questa ultracentenaria e gloriosa società ed alle vicende che l’hanno vista spesso grande protagonista, spazio alla Coppa del Mobilio con le prime edizioni e quindi a partire dal 1958 l’inedita formula delle due gare, la frazione in linea al mattino e nel pomeriggio la cronometro individuale per i primi 15 classificati della gara mattutina. Una corsa con vincitori illustri da Ranucci a Trape, Moser, Giovannetti, Sorensen, Baronti, Gavazzi, Mori, Nibali, Nizzolo, Bettiol, Zmorka. Naturalmente nel corso della serata sarà presentata anche l’edizione 2022 in programma martedì 11 ottobre e saranno illustrate altre iniziative per rilanciare l’attività ciclistica a Ponsacco per reclutare giovani da avviare allo sport del pedale. L’ingresso sarà libero e l’invito è per tutti ad intervenire.

Antonio Mannori

 

 

 

ESORDIENTI: SEMINARA E SISTI VITTORIE IN FOTOCOPIA A PONTE BUGGIANESE

La squadra esordienti della Pol. Milleluci con il Ds Chiuchiolo

Vittorie in fotocopia per il toscano Giuseppe Seminara della Pol. Milleluci e dell’emiliano Mattia Sisti della Calderara STM nel Gran Premio Città di Monsummano Terme-Trofeo Icad, gara di chiusura della stagione esordienti in Toscana. Infatti i due vincitori hanno piazzato la botta vincente nel corso dell’ultimo giro del circuito, guadagnando poche decine di metri conservando un minimo vantaggio sul traguardo. E’ stata un’edizione particolare quella di quest’anno per la classica organizzata dal Velo Club Monsummanese 1992. A seguito della consultazione elettorale, non era possibile avere l’autorizzazione per gareggiare in linea e quindi occorreva spostarsi in circuiti chiusi al traffico. Marco Bettaccini presidente della società organizzatrice con i suoi collaboratori ha deciso di mantenere in calendario le due tradizionali gare nell’ultima domenica di settembre, scegliendo la pista del ciclodromo Alfredo Martini nella zona di Albinatico a Ponte Buggianese grazie anche alla collaborazione del Comune e alla conferma degli sponsor che sono vicini a questa corsa da anni. Così prima gli esordienti del 1° anno (73 i partenti) su 15 giri della pista pari a 30 chilometri, ed a seguire gli esordienti del 2° anno (63 al via) per i quali i giri da compiere erano 20. Entrambe le gare hanno visto viaggiare sempre compatto il gruppo e gli sporadici allunghi sono stati prontamente annullati. Nell’ultimo giro prima la stoccata di Seminara e quindi quella di Sisti, a premiare la forza e il coraggio di questi due giovani che hanno giustamente esultato per le due meritata vittorie conquistate nelle due kermesse, presente un folto pubblico.

ORDINE DI ARRIVO (1° anno): 1)Giuseppe Seminara (Pol. Milleluci) Km 30, in 47’50”, media Km 37,631; 2)Emanuele Tarabori (Via Nova); 3)Edoardo Agnini (Team Valdinievole); 4)Marco Canziani (Butese); 5)Daniele Bacci (Uc Empolese); 6)Pierazzuoli; 7)Benevieri; 8)Bandini; 9)Favilli; 10)Mariucci.

ORDINE DI ARRIVO (2° anno): 1)Mattia Sisti (Calderara STM Riduttori) Km 40, in 1h05’50”, media Km 36,456; 2)Massimo Mezzasalma (Team Valdinievole); 3)Pietro Menici (Borgonuovo); 4)Giulio Biancalana (Velo Club Racing Assisi); 5)Manuele Borghi (Cotignolese); 6)Guidi; 7)Iavazzo; 8)Battistelli; 9)Salomone; 10)Di Riccio.

Antonio Mannori