riunione pubblica per un bilancio sui primi 100 giorni

il 22 di aprile 2021 saranno passati 100 giorni dall’elezione del nuovo comitato regionale della toscana, per fare un bilancio di questi primi 100 giorni e indicare le prossime attività del comitato è stata convocata una riunione pubblica su piattaforma teams per mercoledì 21 aprile alle 21 al link

i primi 100 giorni

sono invitate tutte le componenti del movimento ciclistico toscano

società, atleti, direttori sportivi, commissari di gara, direttori di corsa, scorte tecniche, organizzatori

 

elezioni2021

CICLOCROSS: UNA GARA NAZIONALE A FIRENZE IL 26 DICEMBRE

  Una gara di ciclocross

Inserita nel calendario nazionale delle gare di ciclocross per la stagione 2021-2022 siamo in grado di conoscere i dettagli della manifestazione in programma a Firenze il prossimo 26 dicembre e soprattutto il luogo di svolgimento. Scartata l’ipotesi del Parco delle Cascine per il programma ippico previsto in quel periodo, era stata prospettata l’idea del Parco nella zona dell’Isolotto, ma scartata questa zona, alla fine ha prevalso la terza soluzione e la gara ciclocampestre si svolgerà a Coverciano nel Parco del Mensola nei pressi del Centro Tecnico Federale. Gli organizzatori della APD Virtus Miglio Settimello con a capo il dinamico Paolo Traversi in collaborazione con la Fosco Bessi di Calenzano hanno effettuato un sopraluogo, ritenendo ideale il parco per lo svolgimento dell’importante rassegna per la quale ci sarà la piena collaborazione del Comune di Firenze, grazie all’assessore allo sport Cosimo Guccione. Il tracciato della gara fiorentina nel giorno di Santo Stefano dovrebbe misurare 2 Km e 800 metri, ed anche dal punto di vista tecnico e spettacolare offre assolute garanzie, permettendo altresì agli sportivi di seguire gran parte della gara. Il ritrovo per le operazioni preliminari del Trofeo Città di Firenze di ciclocross e per quelle del dopo gara, sono previste al Pala Coverciano di via De Robertis. Nel sogno degli organizzatori ad iniziare dall’estroso Traversi, quello di portare a Firenze nel 2023 la Coppa del Mondo di ciclocross. Un impegno non da poco dal punto di vista economico-finanziario oltre a quello organizzativo, ma ai dirigenti fiorentini non mancano passione, impegno e coraggio per raggiungere l’obbiettivo.

Antonio Mannori

 

 

ELITE/UNDER 23: A BASEGGIO LA COPPA DEL MOBILIO A PONSACCO

Podio finale della combinata  (Foto Roberto Fruzzetti)

Ponsacco,12 ottobre 2021 – Toscana felice per il ventunenne Matteo Baseggio il protagonista principale della 69^ Coppa Mobilio, classica nazionale per dilettanti élite e under 23 con la presenza anche del Campione del Mondo Under 23 Filippo Baroncini. L’atleta della General Store Essegibi F.lli Curia che aveva ottenuto la medaglia di bronzo domenica a Montecatini Terme nel Gp Del Rosso ha vinto la frazione in linea del mattino a Ponsacco davanti ai due bravi compagni di fuga Parashchak e Petrelli, ed è giunto secondo confermandosi buon specialista, nella frazione pomeridiana a cronometro vinta dal laziale Martin Marcellusi della Mastromarco Sensi Nibali al secondo successo nel giro di 8 giorni dopo quello conquistato a Castiglion Fibocchi in provincia di Arezzo. Baseggio con il primo ed il secondo posto si è aggiudicato la 69^ Coppa Mobilio che lo ripaga dopo una stagione non proprio fortunata per una paio di stop che ha dovuto osservare. La gara del mattino in linea con ritrovo nella zona industriale di Gello presso la Ecofor Service, ha riservato un andamento insolito con una fuga di 14 corridori nata in partenza dopo 13 km e rimasta in piedi fino alla fine. Sulla salita di Santo Pietro Belvedere a 12 Km dal traguardo, i primi tre dell’ordine di arrivo hanno attaccato e si sono contesi il successo. Bella la prestazione del giovane toscano Gimignani giunto quarto, mentre il gruppo con la maglia del Campione del Mondo Baroncini ha accusato al traguardo un ritardo di oltre 8 minuti. L’iridato è giunto secondo nella volata del gruppo ed il sedicesimo posto non gli ha permesso di disputare la crono. Prima del via ufficiale da Ponsacco, Filippo Baroncini è stato premiato con una medaglia d’oro da Silvano Marchetti, storico dirigente della Ciclistica Mobilieri che ha dato anche il via ufficiale alla gara assieme all’attuale presidente della società Franco Fagnani. Per il comune sono intervenuti il sindaco Francesca Borgi e l’assessore allo sport Francesco Vanni; per il Comitato Regionale Toscana il presidente Saverio Metti.

Nella gara a cronometro riservata ai primi 15 della gara mattutina, su di un tracciato inedito con la salita di Santo Pietro Belvedere splendida prestazione di Marcellusi che ha chiuso una stagione in crescendo e che dalla prossima stagione vedremo nei professionisti con la Bardiani CSF Faizanè. E’ stato un duello sul filo dei secondi con Baseggio che ha accusato 3 secondi di ritardo, mentre sono finiti vicino anche Petrelli a D’Amato. Alla Coppa del Mobilio 2021 hanno preso il via 72 corridori di 13 squadre (all’ultimo momento il forfait del Campione Italiano Gabriele Benedetti con la Zalf Euromobil) con ottima organizzazione della società rossoblù ponsacchina presieduta dall’appassionato Franco Fagnani.

ORDINE DI ARRIVO (gara in linea): 1)Matteo Baseggio (General Store) Km 124, in 2h49’55” media Km 43,786; 2)Yaroslav Parashchak (Iseo Rime Carnovali); 3)Gabriele Petrelli (CTF Friuli); 4)Samuele Gimignani (Maltinti Banca Cambiano) a 43”; 5)Meja Carmona (Etruria Team Sestese) a 1’48”; 6)Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali) a 1’51”; 7)Giosuè Epis (Iseo Rime Carnovali); 8)Alessandro Michelucci (Pol. Tripetetolo); 9)Matteo Regnanti (Maltinti Banca Cambiano); 10)Andrea Biancalani (Gragnano Sporting Club).

ORDINE DI ARRIVO (gara a cronometro)): 1) Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali) Km 27,4 in 34’41”, media Km 47,378; 2)Matteo Baseggio (General Store Essegibi) a 3”; 3)Gabriele Petrelli (CTF Friuli) a 10”; 4)Andrea D’Amato (Iseo Rime Carnovali)a 11”; 5)Matteo Regnanti (Maltinti Banca Cambiano) a 1’04”; 6)Gimignani a 1’50”; 7)Epis a 2’09”; 8)Persico a 2’54”; 9)Parashchak a 3’02”; 10)Michelucci a 3’25”.

CLASSIFICA FINALE COMBINATA (69^ Coppa Mobilio): 1)Matteo Baseggio (General Store); 2)Petrelli a 7”; 3)Marcellusi a 1’48”; 4)Gimignani a 2’30”; 5)Regnanti a 2’53”.

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

 

ELITE/UNDER 23: IL CAMPIONE DEL MONDO FIRMA IL G.P. DEL ROSSO

Il podio del Gp Ezio Del Rosso (Foto Roberto Fruzzetti)

Il traguardo del Viale Verdi a Montecatini Terme sorride al Campione del Mondo under 23 Filippo Baroncini al quale gli organizzatori avevano riservato il numero uno in gara. Il numero due invece era sulle spalle di Michele Gazzoli compagno di squadra dell’iridato e vincitore in solitaria di questa corsa nel 2020. Ebbene eccoli Baroncini e Gazzoli in parata sul traguardo del Viale Verdi, tra gli applausi dei tanti sportivi presenti. Nessuna volata e Baroncini per primo sul traguardo con a fianco Gazzoli. Due autentici protagonisti finali ad esaltare la settantesima edizione del Gran Premio Ezio Del Rosso organizzato dal gruppo sportivo Le Casette con 110 corridori al via dei 125 iscritti e 63 che hanno concluso la gara lunga 184 chilometri e mezzo con 7 passaggi sulla salita di Vico. Quando la coppia del Team Colpack Ballan è entrata in azione è stato spettacolo puro e per gli avversari ogni tentativo di difesa è stato vano. La fiammante maglia iridata sulle spalle di Filippo Baroncini ha tagliato per primo la linea di arrivo nel Viale Verdi tra la comprensibile soddisfazione degli organizzatori che in cuor loro speravano che ciò avvenisse. Niente volata tra i due, che si sono guardati in viso tra gli applausi degli sportivi, dopo un finale di corsa straordinario. E sul podio i complimenti di tutti a ricordare la sua impresa in Belgio e questa esaltante affermazione in coppia con Gazzoli, dopo un finale in crescendo che ha messo fuori causa tutti gli avversari. Da notare che per la Colpack Ballan è stata la quarantesima vittoria stagionale e che Baroncini e Gazzoli 24 ore prima avevano fatto parte del quartetto dello squadrone lombardo che si è laureato campione italiano cronosquadre in provincia di Pordenone. Il primo toscano è stato Filippo Magli della Mastromarco Sensi Nibali giunto sesto e nella Top Ten anche il suo compagno di squadra Marcellusi. Lodevole la prova di Baseggio finito sul podio, e tra i primi anche Coati e Di Felice considerati tra i favoriti della gara. Buona infine la prova di Pirro. Martedì il Campione del Mondo sarà al via della 69^ Coppa del Mobilio in programma a Ponsacco con la gara in linea del mattino (124 Km con partenza alle ore 9) e la cronometro pomeridiana su di un nuovo tracciato di km 28,4 riservata ai primi 15 della frazione mattutina. Baroncini è tra i favoriti anche di Ponsacco, ed occhio a Coati, quarto a Montecatini e che vinse la Coppa del Mobilio lo scorso anno

ORDINE DI ARRIVO: 1)Filippo Baroncini (Colpack Ballan) Km 184,5, in 4h29’37”, media Km 41’058; 2)Michele Gazzoli (id.); 3)Matteo Baseggio (General Store) a 18”; 4)Luca Coati (Team Qhubeka); 5)Francesco Di Felice (MG Kvis); 6)Magli F:; 7)Pirro; 8)Dapporto; 9)Marcellusi; 10)Parravano.

ANTONIO MANNORI

 

 

 

 

 

 

CRONOSQUADRE ALLIEVE: IL TRICOLORE DELLA PISANA BEATRICE BERTOLINI

Beatrice Bertolini in maglia tricolore (Foto dal profilo Facebook)

FIRENZE – Un po’ di Toscana nel Campionato Italiano a cronometro a squadre svoltosi nel fine settimana in provincia di Pordenone, che quanto a partecipazione ha visto impegnati purtroppo per la nostra Regione soltanto i dilettanti del Team Qhubeka tra l’altro secondi dietro la corazzata Colpack Ballan capitanata dal Campione del Mondo under 23 Filippo Baroncini.

Un briciolo di Toscana anche se è vero che la bravissima Beatrice Bertolini, allieva pisana di Calci è tesserata per la Valcar Travel & Service, sodalizio lombardo, ma questo successo lo sentiamo un po’ anche nostro perché Beatrice prima di seguire alla Valcar la sorella maggiore Matilde, è nata e cresciuta ciclisticamente nella nostra regione. Già brillante protagonista in passato, Beatrice ha conquistato la maglia tricolore nella cronosquadre allieve assieme alle compagne di squadra Marta Pavesi, Giorgia Manzini e Giorgia Bertoni al termine dei 18 chilometri e 600 metri della prova alla media di Km 41,029. Una bella soddisfazione per i suoi genitori Daniela e Daniele che seguono le figlie cicliste con grande passione ed entusiasmo. A Beatrice i complimenti degli sportivi toscani e del Comitato Regionale Toscana presieduto da Saverio Metti.

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

ELITE/UNDER 23: MARCELLUSI FINALMENTE A SEGNO A CASTIGLION FIBOCCHI

Mai vittoria è stata più meritata di quella ottenuta da Martin Marcellusi portacolori della Mastromarco Sensi Nibali sul traguardo in salita di Castiglion Fibocchi nell’ultima gara della stagione in provincia di Arezzo. A conclusione della 70^ Festa Patronale-Trofeo Mario Zanchi, l’atleta laziale si è presentato da solo dopo aver lasciato nel tratto conclusivo Di Felice, l’atleta della MG Kvis VPM, recente vincitore in Toscana della Coppa Lanciotto Ballarini a Campi Bisenzio. Con Marcellusi e Di Felice l’altro grande protagonista della corsa organizzata dal G.S. Acli Castiglion Fibocchi e dal G.S. Fausto Coppi, valevole anche per il Gp Sammontana e per il Trofeo Fosco Frasconi, indimenticabile dirigente del ciclismo locale, è stato il pistoiese Conforti che nel momento decisivo della gara ha dovuto fare i conti con un incidente meccanico che non gli ha consentito di poter lottare per la vittoria dopo quella ottenuta a fine agosto a Montalto di Pergine Valdarno nel Memorial Daniele Tortoli. Marcellusi è stato ancora una volta brillante e la vittoria ampiamente annunciata da belle prestazioni fornite nelle ultime settimane è stata la logica conclusione. Dopo una prima parte della stagione 2021 tutta da dimenticare per la sfortuna che gli ha impedito a lungo di gareggiare è iniziata la sua costante risaluta e crescita di condizione con una serie di prestazioni di piazzamenti tra i quali diversi podi. La vittoria di permette di guardare con fiducia agli ultimissimi appuntamenti stagionali tra i quali le due gare in Toscana, domenica il Gp Del Rosso a Montecatini Terme e martedì 12 ottobre la Coppa del Mobilio a Ponsacco, due gare alle quali dovrebbero esseri presenti sia il Campione del Mondo Filippo Baroncini che quello italiano Gabriele Benedetti. Tornando alla gara di Castiglion Fibocchi lodevole l’impegno degli organizzatori con Sirio Chiodini, dirigente e appassionato storico del ciclismo nella località aretina, con il sostegno dei suoi collaboratori e del comune.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali) km 141, in 3h31’25”, media Km 40,016; 2)Francesco Di Felice (MG Kvis VPM) a 22”; 3)Matteo Conforti (Gragnano Sporting Club) a 1’41”; 4)Gregorio Butteroni (Mastromarco Sensi Nibali) a 2’57”; 5)Francesco Pirro (Maltinti Banca Cambiano); 6)Jacopo Cortese (MG Kvis VPM); 7)Lorenzo Magli (Mastromarco Sensi Nibali); 8)Luigi Pietrini (Malmantile La Seggiola); 9)Maksym Bilyi (D’Amico UN Tools); 10)Matteo Regnanti (Maltinti Banca Cambiano).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

JUNIORES: GIORDANI SU CRESCIOLI NELLA COPPA 29 MARTIRI DI FIGLINE DI PRATO

Il podio di Figline di Prato

Trionfo della Casano Matec la squadra juniores più forte in Toscana ed ai primi posti anche in campo nazionale, nella 57^ Coppa 29 Martiri che ha preso il via da Vaiano e si è conclusa in leggera salita su via Cantagallo a Figline. Ha vinto per la seconda volta nella stagione Lorenzo Giordani che ha preceduto il compagno di squadra Crescioli con il quale ha dato vita a una finale di gara spettacolare. Lungo la salita delle “Svolte” da Figline alla Collina di Prato il tandem ha dato spettacolo e solo due atleti, il pisano Savino ed il romagnolo Bagnara hanno saputo contenere il distacco dalla scatenata coppia in maglia biancoceleste in poco più di mezzo minuto. Giordani e Crescioli che in salita amano esaltarsi hanno compiuto in parata gli ultimi chilometri per andare a centrare il successo in questa classica pratese che dopo molti anni riservata ai dilettanti era questa volta per la categoria juniores. Giordani, figlio d’arte in quanto suo padre Leonardo è stato Campione del Mondo Under 23 a Verona, abita da anni nel pistoiese ed è stato autore nel 2021 di una bella stagione, continua e regolare. Crescioli si è confermato il migliore in Toscana della categoria, mentre ottima anche la prestazione di Savino. Al via 81 atleti dei 102 iscritti.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Lorenzo Giordani (Casano Matec) km 96,7, in 2h16’, media Km 42,138; 2)Ludovico Crescioli (idem); 3)Federico Savino (Work Service-Speedy Bike) a 32”; 4)Luca Bagnara (Reda Mokador) a 35”; 5)Lorenzo Boschi (Casano Matec) a 2’34”; 6)Conforti; 7)Buti; 8)Bozicevich; 9)Scelfo; 10)Frius.

Antonio Mannori

 

 

 

 

ALLIEVI: SCAPPINI SUL TRICOLORE TOSELLI NEL MEMORIAL FORCONI

  Il podio del Memorial Piero Forconi

Una splendida chiusura per la stagione allievi in Toscana con il Memorial Piero Forconi a Mercatale Val di Pesa. Uno schieramento numeroso (122 i partenti) e di qualità, con i due Campioni Italiani quello in linea Toselli e quello della crono Favero, il vincitore della Coppa d’Oro Alunni, e tanti altri atleti protagonisti nel corso della stagione 2021. A tutto questo si aggiunge un finale di gara emozionante ed incerto che si è concluso con la vittoria del forte e brillante umbro Samuele Scappini del Team Fortebraccio al settimo successo stagionale davanti al compagno di fuga il tricolore Toselli che vanamente in volata sullo splendido rettilineo in leggera salita di via 8 Marzo ha cercato la rimonta. Dietro praticamente a 2” sono arrivati gli inseguitori che il ligure De Fabritiis ha regolato conquistando la terza piazza. La gara sulle colline della Val di Pesa e lungo la Val di Greve (complimenti per l’organizzazione alla Sancascianese ed al gruppo Gli Amici di Piero capitanato da Leonardo Forconi) si è infiammata negli ultimi 15 chilometri quando è entrato in azione il team Marco Pantani (numero uno il tricolore Toselli). E’ stato Ficaccio il vincitore in Toscana ai primi di settembre della Coppa Diddi a Agliana, a entrare decisamente in azione guadagnando una ventina di secondi. Il gruppo ha però reagito decisamente ed il battistrada è stato raggiunto. È scattato allora il campione italiano Toselli, e l’unico in grado di guadagnare la sua ruota è stato il brillante umbro Scappini. I due hanno dovuto fare i conti con il ritorno del gruppo inseguitore una volta terminato il tratto più duro della salita della “Leccia” ma con un ultimo sforzo sono riusciti a conservare poche decine di metri giocandosi la prestigiosa vittoria in volata. Una gara bellissima, ideata nel 2017 da Silvano Pescini e Silvano Boni, in fondo il modo più bello per ricordare un personaggio benvoluto da tutti come Piero Forconi, grande appassionato di ciclismo, con la premiazione ai primi venti arrivati ed allestita con cura e passione con il patrocinio del comune di San Casciano Val di Pesa. Da notare infine che tutti i corridori più attesi alla gara l’hanno onorata fino in fondo, e gli troviamo nella top ten, mentre l’unico dei toscani nei primi dieci è stato il Campione Provinciale fiorentino Riccardo Lorello, che l’anno prossimo sarà juniores nel Team Valdarno Regia Congressi Seiecom.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Samuele Scappini (Team Fortebraccio) Km 74, in 1h51’, media Km 42,987; 2)Ivan Toselli (Marco Pantani); 3)Gabriele De Fabritiis (Cic. Arma di Taggia) a 2”; 4)Tommaso Alunni (Team Fortebraccio); 5)Matteo Gabelloni (Termo La Spezia); 6)Laino; 7)Chinappi; 8)Favero; 9)Lorello; 10)Amati.

Lo sprint di Scappini sul tricolore Toselli

ANTONIO MANNORI

 

 

 

 

 

 

ALLIEVE: LE ATLETE CONVOCATE PER LA TRASFERTA IN LOMBARDIA

Trasferta in provincia di Como domenica prossima 3 ottobre per le allieve toscane, che rappresenteranno la Regione nel 2° Trofeo Cadorago. Il Consiglio del Comitato Regionale Toscana, su segnalazione del Tecnico Regionale della categoria Michelangelo Dorangricchia, ha convocato le seguenti atlete:

Coppi Giulia (Racing Team Fanelli); Gelichi Virginia (Ciclistica S. Miniato-S. Croce); Meucci Emma (Zhiraf Guerciotti); Pigolotti Rebekka (Pedale Toscano Ponticino); Senesi Caterina (Fosco Bessi Calenzano); Tasciotti Letizia (Ciclistica S. Miniato-S. Croce).

In qualità di riserva, Panetta Maria Hoara (Ciclistica S. Miniato-S. Croce). La Rappresentativa Regionale sarà accompagnata da David Fabbri Vice Presidente del Comitato Regionale Toscana; Roberto Elefante segretario Struttura Tecnica Regionale strada/pista e da Michelangelo Dorangricchia Michelangelo Tecnico Regionale della categoria. Il ritrovo della suddetta Rappresentativa Regionale è fissato per domenica prossima 3 ottobre alle ore 7,30, presso l’uscita “Calenzano” della Autostrada A1, via Dino Ciolli n° 5, area “First Hotel” a Calenzano.

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

 

UNDER 23: NELLA RUOTA D’ORO LA FIRMA DI CLASSE DI ANDREA PICCOLO

Il podio della Ruota D’Oro (Foto Sandro Manzi)

Dopo il Giro del Valdarno, Andrea Piccolo si è aggiudicato in Toscana anche la Ruota D’Oro-Gran Premio Festa del Perdono, gara internazionale svoltasi a Terranuova Bracciolini con la presenza al via anche del Campione del Mondo Filippo Baroncini (festeggiatissimo)e del tricolore Under 23, l’atleta di casa Gabriele Benedetti anch’egli salutato con ammirazione dai tantissimi sportivi presenti alla gara. Sono stati 176 i partenti di 33 squadre e tra le premiazioni quella ad Emanuele Bergamo quale vincitore della corsa valdarnese 50 anni fa. Piccolo, atleta di classe in forza alla Viris Vigevano ha battuto nettamente in volata il bravissimo compagno di fuga Puppio con il quale aveva guadagnato la testa della prestigiosa gara nel finale. La coppia ha resistito al ritorno degli inseguitori e lo sprint ha premiato Piccolo in grandi condizioni di forma. Al terzo posto come domenica a Campi Bisenzio nella Coppa Lanciotto Ballerini, Marcellusi, altro corridore in brillanti condizioni di forma in questo finale di stagione, alla ricerca della prima vittoria stagionale che meriterebbe abbondantemente. Il Campione del Mondo Baroncini ha chiuso in nona posizione a 1’15 dallo splendido vincitore della gara aretina.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Andrea Piccolo (Viris Vigevano) Km 170, in 4h12’23”, media km 41,128; 2)Antonio Puppio (Team Qhubeka) a 2”; 3)Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali) a 37”; 4)Alex Raimondi (Iseo Rime Carnovali); 5)Giovanni De Carlo (Sissio Team); 6)Edoardo Zambanini (Zalf Euromobil Desirèe Fior) a 41”; 7)Kyrylo Tsarenko (Gallina Ecotek Colosio); 8)Brayan Samaca Malaver (Aran Cucine Vejus); 9)Filippo Baroncini (Team Colpack Ballan) a 1’15”; 10)Filippo Magli (Mastromarco Sensi Nibali).

La partenza della gara

Antonio Mannori

 

 

 

 

JUNIORES: MATTIA PICCINI METTE TUTTI IN FILA A RIGNANO SULL’ARNO

Il podio di Rignano sull’Arno

Al termine di una gara velocissima (oltre 45 la media finale) con uno sprint di potenza Mattia Piccini, si è aggiudicato il Trofeo Commercio Industria Artigianato sul traguardo di Rignano sull’Arno, riservato agli juniores ed organizzato dalla Cipriani e Gestri, e prima vittoria per l’atleta di San Casciano Val di Pesa, in ottime condizioni di forma in questo finale di stagione. Come volevano le previsioni la salita di Bombone-Le Corti al km 91, dopo i 10 giri pianeggianti della parte iniziale e centrale della corsa, ha scremato le forze in campo. Nel finale sono rimasti sulla testa in otto che si sono leggermente frazionati nell’ultimo tratto che portava al traguardo e Piccini reduce da due piazzamenti (un sesto ed un terzo posto nel Lazio nell’ultimo fine settimana), si è dimostrato il più forte in volata. Ai posti d’onore Crescioli uno dei maggiori favoriti della gara, e Buti compagno di squadra del vincitore, quindi Bagnara e Pellizzari, altri due atleti tra i più attesi in questo tradizionale appuntamento dell’ultimo martedì di settembre organizzato grazie al Comitato locale capitanato da Davide Bettini e Stefano Galli, con il patrocinio del comune. Al via 116 juniores, mentre tra gli ospiti Saverio Metti presidente del Comitato Regionale Toscana di ciclismo.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Mattia Piccini (Fosco Bessi Calenzano) Km 105, in 2h19’16”, media Km 45,237; 2)Ludovico Crescioli (Casano Matec); 3)Andrea Buti (Fosco Bessi); 4)Luca Bagnara (Reda Mokador); 5)Giulio Pellizzari (Uc Foligno); 6)Lorenzo Conforti (Iperfinish Alpa); 7)Riccardo Palumbo (Big Hunter Beltrami Seanese); 8)Lorenzo Boschi (Casano Matec) a 7”; 9)Samuele Florian Kajamini (Italia Nuova Borgo Panigale) a 22”; 10)Michele Festa (S.C.Capriolo).

 

Antonio Mannori

 

 

 

ESORDIENTI: SHOW DEI TRENTINI LA GRUTTA E MAGAGNOTTI A MONSUMMANO

Il podio della gara del 1° anno

Dominio degli atleti trentini e segnatamente della società ciclistica Forti e Veloci nella gara di chiusura della stagione esordienti 2021 in Toscana (la corsa annunciata a Quarrata per il 17 ottobre è stata annullata) il tradizionale Trofeo Città di Monsummano Terme, una delle gare più belle ed importanti della categoria, organizzata dal Velo Club Monsummanese 1992. Tanti i partenti e tra questi il Campione Italiano del primo anno Fedrizzi Brandon ed il vincitore della Coppa di Sera, Magagnotti. Nella gara di apertura della mattinata, quella riservata agli esordienti del 1° anno (classe 2008) è stato Giovanni La Grutta a presentarsi da solo in Piazza Giusti sede di partenza e di arrivo della corsa. La salita di Vico dopo la parte iniziale tutta pianeggiante attorno a Monsummano ha messo le ali al tredicenne trentino che ha conquistato a braccia alzate il successo mentre il suo compagno di squadra, il campione italiano Fedrizzi ha conquistato il secondo posto regolando il gruppo a 36”. Per i toscani in gara il più bravo è risultato il valdarnese Bonciani, quinto seguito da Gaggioli. Nella successiva gara ancora trionfo della Forti e Veloci, agguerrita compagine trentina, ma in questo caso in volata con Alessio Magagnotti vincitore della Coppa di Sera a Borgovalsugana, il quale è sfrecciato davanti a tutti relegando ai posti d’onore i due toscani, Poli e Migheli. In questa gara per gli atleti di 14 anni i toscani sono stati protagonisti (è sfuggita sola la vittoria) ed oltre a Poli e Migheli altri cinque corridori sono finiti nella top ten. Impeccabile l’opera del V.C. Monsummanese 1992 con il presidente Marco Bettaccini.

ORDINE DI ARRIVO (1° anno): 1)Giovanni La Grutta (Forti e Veloci) Km 40,6, media Km 36,053; 2)Brandon Fedrizzi (id.) a 36”; 3)Daniel Bortolotta (Ciclo Melanzì); 4)Tomassini; 5)Bonciani.

ORDINE DI ARRIVO (2° anno): 1)Alessio Magagnotti (Forti e Veloci) Km 53, media Km 37,589; 2)Tommaso Poli (Milleluci); 3)Gerolamo Manuele MIgheli (Vc Empoli); 4)Pavi Degl’Innocenti; 5)Tavanti.

A.M.

 

 

 

 

 

 

JUNIORES: COSTA PELLICCIARI SU CONFORTI A FABBRICA DI PECCIOLI

L’arrivo di Fabbrica di Peccioli (Foto Valerio Pagni)

Terza sfida per gli juniores nel giro di otto giorni sulla strade della Valdera, ha riportato il ciclismo sulla collina di Fabbrica di Peccioli dopo la pausa dello scorso anno a seguito del Covid. Sul traguardo in leggera salita all’altezza di Piazza del Monumento, si è imposto Nicolò Costa Pellicciari un emiliano che nel finale ha saputo resistere all’incalzante azione degli inseguitori così come il bravo toscano Conforti finito secondo mentre il veneto Zordan ha anticipato Giordani per la terza piazza. Un’altra edizione bella e combattuta quanto incerta ed emozionante fino alla fine quella organizzata dal gruppo sportivo Amici del Pedale capitanata da Bacciarelli, Bellagotti e Pazzagli con il patrocinio del comune di Peccioli. I quattro consueti giri di 21 chilometri con la salita di Montelopio dove era posto il gran premio della montagna hanno contributo a sfoltire i ranghi tra i 108 atleti che hanno preso il via, preludio a finale accesso e scoppiettante lungo la salita di Peccioli e le ondulazioni tra quest’ultima località e Fabbrica. Costa Pellicciari, giovane che ha fatto bene anche nelle categorie inferiori ha lanciato il suo attacco trovando nel bravissimo toscano di Monsummano Terme Conforti una validissima spalla. I due di comune accordo hanno infiammato la gara con il gruppo impegnato a neutralizzare l’azione. Il tandem ha saputo resistere anche nell’ultimo km in lieve ascesa e sul traguardo Costa Pellicciari ha anticipato l’atleta della società di Stabbia cara presidente Moreno Ragoni ed allo sponsor Giacomo Vierucci. Il gruppo è terminato a quindici secondi con la volata vinta dal veneto Zordan su Giordani, autore di bella prova e Biagini, altro corridore tra i più attesi in questo appuntamento di prestigio tornato in calendario grazie agli Amici del Pedale che hanno organizzato con passione l’evento.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Nicolò Costa Pellicciari (Angelo Gomme Villadose) Km 104,2, in 2h37’23”, media Km 39,725; 2)Lorenzo Conforti (Iperfinish Alpa); 3)Giovanni Zordan (Uc Giorgione) a 15”; 4)Lorenzo Giordani (Casano Matec); 5)Federico Biagini (Pedale Casalese Armorfer); 6)Nicola Rossi (idem); 7)Alessio Ninci (Iperfinish Alpa); 8)Marco Andreaus (Assali Stefen Omap); 9)Lorenzo Pellegrini (Valdarno Regia Congressi Seiecom); 10)Edoardo Zamperini (Assali Stefen Omap).

  Il podio del 23° Trofeo San Rocco (Foto Valerio Pagni)

Antonio Mannori

ELITE/UNDER 23: DI FELICE SU TSARENKO NELLA COPPA LANCIOTTO BALLERINI

Il podio della Coppa Lanciotto Ballerini

Due assoluti protagonisti, Francesco Di Felice e l’ucraino Tsarenko, nella 70^ Coppa Lanciotto Ballerini a Campi Bisenzio che oltre al valoroso partigiano, medaglia d’oro al valor militare, ha ricordato anche due grandi campioni del pedale come Gastone Nencini e Franco Ballerini.  I due superstiti di una fuga a sei iniziata dopo 20 Km, sono rimasti da soli sulla salita di Montecarelli a 40m Km dal traguardo, resistendo al ritorno del gruppo che a un certo punto ha accusato 2’40” di ritardo. In volata non c’è stata storia con Di Felice che ha vinto nettamente dimostrando di avere energie maggiori del compagno di viaggio nonostante i 125 km percorsi. Il vincitore al primo successo stagionale e che ha vinto il traguardo volante a Le Maschere in onore di Franco Ballerini, sarà da martedì al Giro di Sicilia professionisti con la MG Kvis team Continental, il cui direttore sportivo Floriano Torresi è stata premiato sul podio. Anche per l’ucraino Tsarenko tanti meriti e la vittoria nel gran premio della montagna intitolato a Gastone Nencini. A completare il podio Marcellusi, che ha vinto la volata del gruppo e non ha nascosto un gesto di stizza per il fatto che il plotone non sia riuscito a raggiungere la scatenata coppia di testa. Ottanta i partenti di 13 società e gara ben presto decisa dalla fuga di Tsarenko, Di Felice, Chiola (il primo a mollare), Nencini, Rizza e Spinelli, terzetto che invece si è arreso sulla salita verso Bivio S.Lucia. Da allora è iniziata la splendida cavalcata dei due in perfetto accordo che si sono divisi i premi in palio, e sono risultati i due autentici trionfatori della corsa fiorentina riproposta dalla S.C. Gastone Nencini con Massimo e Jacopo Bacherini, Elisabetta Nencini, figlia del grande campione mugellano, e il patrocinio del Comune di Campi Bisenzio. Tra i presenti il consigliere nazionale della Federciclismo Fabio Forzini e il presidente del Comitato Regionale Toscana Saverio Metti.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Francesco Di Felice (MG Kvis VPM) Km 145, media Km 40,377, 2) Kyrylo Tsarenko (Gallina Ecotek) a 2”; 3) Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali) a 36”; 4) Francesco Carollo (Mg KVis); 5) Francesco Pirro (Maltinti Banca Cambiano); 6) Jacopo Cortese (Mg KVis); 7) Filippo Magli (Mastromarco Sensi Nibali); 8) Simone Carro’ (Lan Service-Granmonferrato); 9)Walter Calzoni (Gallina Ecotek); 10) Chrystiam David Carmona Mejia (Etruria Team Sestese).

 

 

 

 

 

 

 

PISTA: A RUSSO, LORELLO, GORINI E MEUCCI I 4 TITOLI TOSCANI

Il podio juniores con Russo, Bozicevich, Giordani

  Il podio allievi con Lorello, Del Medico e Rizzo

Le due campionesse da sx Gorini e Meucci

Chiusura della stagione in Toscana per la pista con l’ultima riunione al Velodromo Enzo Sacchi a Firenze, imperniata sul Memorial Paolo Marcucci, con assegnazione dei quattro titoli regionali dell’inseguimento individuale per allievi e juniores (maschio e femmine) che non fu possibile assegnare in primavera causa maltempo. La manifestazione fiorentina è stata l’occasione anche per disputare una gara omnium di contorno (vincitore Zeno Pisani del Velo Club Empoli) che ha completato così il X° Memorial Tommaso Cavorso, vinto per il primo anno da Andrea Bonciani dell’Olimpia Valdarnese e per il secondo da Gerolamo Manuel Migheli del Velo Club Empoli che hanno ricevuto le speciali maglie da Marco Cavorso, padre di Tommaso.

Altra gara di contorno l’eliminatoria donne esordienti con il successo di Elisa Ferri (Olimpia Valdarnese) su Nesti, Cappellini e Formisano.

Ridotta la presenza di allieve e donne juniores con i due titoli regionali conquistati da Emma Meucci e Sara Gorini, entrambe del Team Zhiraf Guerciotti. Una bella sfida invece quella che ha caratterizzato i due tornei dell’inseguimento per allievi e juniores. Nella categoria più giovane bella la prestazione e titolo per Riccardo Lorello della Fosco Bessi Calenzano che si è imposto con il tempo di 3’51”19 davanti a Del Medico 3’58”26, Rizzo e Failli. Negli juniores finalissima tra azzurri della pista con successo e maglia di campione regionale per Vincenzo Russo (3’36”77) della Work Service-Speedy Bike nei confronti del massese Bozicevich che ha chiuso la prova in 3’42”76. Da segnalare che un forte vento ha disturbato la riunione fiorentino e influito sui tempi fatti segnare. Era presente quale ospite d’onore la campionessa italiana della pista, la livornese Alessia Paccalini, oltre ad Antonio Fanelli tecnico nazionale del settore, il presidente del Comitato Regionale Toscana Saverio Metti con il vice Mauro Renzoni. Ha organizzato la riunione la società Fosco Bessi Calenzano del presidente Dimitri Bessi che gestisce l’attività della pista a Firenze.

JUNIORES (Inseguimento Ind.): 1)Vincenzo Russo (Work Service-Speedy Bike); 2)Lapo Matteo Bozicevich (Casano Matec); 3)Lorenzo Giordani (idem); 4)Federico Savino (Work Service Speedy Bike); 5)Riccardo Djordjevic (Valdarno Regia Congressi Seiecom).

ALLIEVI: 1)Riccardo Lorello (Fosco Bessi); 2)Fabio Del Medico (Borgonuovo); 3)Thomas Rizzo (Fosco Bessi); 4)Alessandro Failli (Olimpia Valdarnese); 5)Tommaso Bambagioni.

DONNE JUNIORES: 1)Sara Gorini (Zhiraf Guerciotti); 2)Giorgia Giannotti (Vallerbike); 3)Elisa Taiti (Zhiraf Guerciotti).

DONNE ALLIEVE: 1)Emma Meucci (Zhiraf Guerciotti); 2)Letizia Tasciotti (S.Miniato-S.Croce); 3)Ilaria Leardini (Fosco Bessi).

Antonio Mannori

 

 

 

 

ALLIEVE/ESORDIENTI: LE ATLETE TOSCANE TRIONFANO NEL “ TROFEO ROSA “

Le tre bravissime atlete trionfatrici nel Trofeo Rosa

Vola il ciclismo femminile a livello di esordienti e allieve. Tre giovanissime esponenti con la maglia del Team Zhiraf Guerciotti di Comeana, hanno sbaragliato il campo nel “Trofeo Rosa” la speciale Challenge che contraddistingue l’attività femminile per le esordienti e le allieve. Le brillanti protagoniste dopo l’ultima prova di Castelfranco Emilia, sono risultate le vincitrici a livello individuale nelle tre categorie di appartenenza oltre al primo posto nella classifica a squadre.  In trionfo dunque Nicoletta Berni esordiente del primo anno, Angelica Coluccini del secondo anno ed Emma Meucci per la categoria allieve. Davvero brave e complimenti da parte di tutto il Comitato Regionale Toscana.

Antonio Mannori