CORSO DI FORMAZIONE TECNICO di 1° LIVELLO – Cavriglia (AR) – ESAME DI ABILITAZIONE

La Commissione cultura e corsi comunica che il giorno 17 giugno, a partire dalle ore 8.30, si terrà l’esame finale del corso in oggetto presso il “Centro Servizi e Incubatore di Imprese del Comune di Cavriglia”, zona industriale “Bomba”, Via Strasburgo, 7, Cavriglia (AR).

L’esame è distinto in due parti: la prima prevede le seguenti modalità valutative e conseguenti punteggi:

un questionario con 20 domande a risposta chiusa sugli argomenti del Modulo Generale del corso, già somministrato al termine delle lezioni del corso (1 punto per ogni risposta esatta; max 20 punti);

  • un colloquio finale di fronte alla Commissione di Valutazione, che comprenderà anche la discussione delle domande del questionario (max 40 punti).

Il superamento della prima parte dell’esame è condizione per l’accesso alla seconda parte ed è conseguito con l’acquisizone di un punteggio pari ad almeno trentasei su un massimo di sessanta (36/60).

La seconda parte d’esame prevede le seguenti modalità valutative e conseguenti punteggi:

  • un questionario con 20 domande a risposta chiusa sugli argomenti del Modulo Tecnico-pratico del corso, già somministrato al termine delle lezioni del corso (0,5 punti per ogni risposta esatta; max 10 punti);
  • la valutazione della tesina (max 5 punti)
  • la valutazione della prova pratica, che consiste nell’esecuzione di un breve percorso con esercizi tecnici e di guida a valenza multidisciplinare (max 25 punti). Durante le prove pratiche è obbligatorio avere la propria bicicletta ed indossare il casco.

Il superamento della seconda parte dell’esame è conseguito con l’acquisizone di un punteggio pari ad almeno ventiquattro su un massimo di quaranta (24/40).

L’abilitazione a Maestro Istruttore di 1° livello è conseguita con l’acquisizione di un punteggio finale espresso in centesimi; il punteggio minimo richiesto è di 60/100.

L’aspirante che non supera la prima parte dell’esame (relativa al Modulo Generale) non potrà accedere alla seconda parte (Modulo Tecnico-Pratico) e dovrà ripetere l’esame in una sessione successiva, entro e non oltre 24 mesi dal termine del corso, in qualsiasi regione.

L’aspirante che non supera la seconda parte dell’esame dovrà ripetere in una sessione successiva ed entro 24 mesi dal termine del corso solo questa parte d’esame (Modulo Tecnico-Pratico).

Documentazione da inviare alla casella email corsi@fci-crt.it entro il 10 giugno 2018 pena la non ammissibilità all’esame:

  • scheda tirocinio, comprensiva della valutazione del tutor;
  • tesina;
  • ricevuta del bonifico di € 10,00 intestato a Comitato Regionale Toscano FCI, IBAN: IT 85 M 0842 5028 0100 0030 9297 31 Banca di Cambiano, con causale Quota Esame di abilitazione TM1.

Commissione cultura e corsi

Comitato Regionale Toscano

 

6 in PISTA – “Gare Multiple in Pista 2018”

Dopo un paio di anni tra programmazioni e sperimentazione siamo riusciti con la Commissione Giovanile, i tecnici della pista, e le società che ci hanno supportato e naturalmente con l’appoggio determinante del Comitato Regionale ad aver riconosciuto la validità a livello Nazionale del nostro progetto inserrendo nelle norme attuative 2018 categoria Giovanissimi le Prove Multiple su Pista.

Continua leggere →

RIUNIONE SOCIETA’ CATEGORIA ESORDIENTI E ALLIEVI

Si informano tutte le Società che svolgono attività nelle categoria Esordienti ed Allievi che il giorno 29 maggio 2018 alle ore 21.00 presso

la Sala CONI in via Irlanda n°. 5 a Firenze ci sarà una riunione con il Consiglio Regionale per definire le prossime trasferte.

Contiamo sulla Vostra puntuale presenza.

FCI – CR Toscana

Via di Ripoli n°. 207/v

50126 FIRENZE

tel. (+39) 055 5522660

fax (+39) 055 5520879

 

VERRE PER DISTACCO SUL TRAGUARDO DI CHIASSA SUPERIORE

JUNIORES

Splendido finale dell’atleta del CPS Professional Team

CHIASSA SUPERIORE(AR).- Vittoria in solitaria per Alessandro Verre brillante portacolori del CPS Professional Team sul traguardo del 7° Trofeo Sportivi Chiassa Superiore, valido anche come Memorial Dario Chianucci, indimenticabile dirigente aretino del ciclismo toscano, e non solo, per tanti anni. Verre dopo una gara condotta a quasi 41 di media (107 i partenti su 127 iscritti e 41 gli arrivati) ha allungato nel finale guadagnando una ventina di secondi che ha difeso brillantemente sino al traguardo dove gli sportivi aretini lo hanno accolto con meritati applausi. La volata degli inseguitori a 18” dal vincitore è stata vinta da Matteucci nei confronti di Pencedano e Nencini. Nella prime posizioni anche due vincitori della stagione in corso, Tiberi e Del Nista. Dopo questa gara altro impegno per gli juniores in provincia di Arezzo dopodomani 1 Maggio con la tradizionale gara a Mercatale di Cortona.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Alessandro Verre (CPS Professional Team) Km 99,5, in 2h26’30”, media Km 40,751; 2)Gabriele Matteucci (Work Service Romagnano) a 18”; 3)Nicolò Pencedano (Acqua & Sapone Team Mocaiana); 4)Tommaso Nencini (Fosco Bessi); 5)Andreas Del Nista (Work Service Romagnano); 6)Giulio Fabbri (Pitti Shoes Taddei); 7)Antonio Tiberi (Team Franco Ballerini Primigi Store); 8)Matteo Regnanti (Stabbia Dover Andia Fora); 9)Alessio Pantalla (Uc Foligno); 10)Matteo Minnozzi (idem).

ANTONIO MANNORI

CIPOLLINI(5^ VITTORIA) E PAOLINI I PIU’ FORTI A COLTANO

ESORDIENTI

Nel Trofeo Agrisport un’ottantina gli atleti in gara

COLTANO(PI).- Dopo l’anteprima del sabato con i giovanissimi l’appuntamento ciclistico a Coltano era quello riservato alla categoria esordienti con in palio il Trofeo Agrisport. Le due gare svoltesi in linea con partenza ed arrivo sulla pista del ciclodromo pisano, sono state firmate dal lucchese Edoardo Cipollini della Montecarlo Ciclismo Pizzeria Rusticanella al suo quinto successo stagionale e dal massese Gabriele Paolini esponente del Gruppo Ciclistico Vecchianese. La prima gara riservata agli atleti di 13 anni si è decisa sulla salita di Poggio della Farnia nella zona di Fauglia quando si sganciavano in tre, Cipollini, l’esponente della società organizzatrice Cavallaro e Nicolini. In perfetto accordo il terzetto si presentava sulla pista di Coltano e lo sprint era vinto da Cipollini nei confronti dei due bravi compagni di fuga. La seconda gara nonostante i due passaggi dalla salita di Poggio alla Farnia si è risolta con una volata di gruppo ed il più forte è stato Paolini, atleta peraltro già in bella evidenza nelle gare precedenti. Secondo posto come era successo nella prima gara, per un esponente locale. Federico Savino alla ricerca della prima vittoria stagionale. Da segnalare infine il terzo posto di Leonardi altro atleta della Vecchianese guidata dal tecnico Salvatore Palumbo che ha indubbiamente a disposizione un tandem con il quale si può togliere belle soddisfazioni.

ORDINE DI ARRIVO (1° anno): 1)Edoardo Cipollini (Montecarlo Ciclismo) Km 33, in 57’23”, media Km 34,505; 2)Alberto Cavallaro (Coltano Grube); 3)Francesco Nicolini (Team Stradella); 4)Lorenzo Pancetti (id.) a 20”; 5)Giacomo Belloni (Gc Vecchianese); 6)Cepa; 7)Di Girolamo; 8)Pucci; 9)Costantini; 10)Anguillesi M..

ORDINE DI ARRIVO (2° anno): 1)Gabriele Paolini (Gc Vecchianese) Km 41, in 1h13’, media Km 33,699; 2)Federico Savino (Coltano Grube); 3)David Leonardi (Gc Vecchianese); 4)Nicholas Staccioli (Coltano Grube); 5)Filippo Ricci (Team Stradella); 6)Zanetti; 79Salomone; 8)Giusti; 9)Sergiampietri; 10)Binelli.

Antonio Mannori

TERZA VITTORIA PER GAROFOLI NELLA RESCETO CUP

ALLIEVI

 Superato in volata Vacek che ha provocato la selezione 

RESCETO DI MASSA.- Con partenza dalla zona industriale di Avenza ed arrivo dopo 10 Km di salita a Resceto, piccola e graziosa località situata in uno stretto fondovalle, ai piedi del Monte Tambura si è svolta un’inedita gara per allievi, l’unica in Toscana della giornata con la presenza di 100 corridori tra i quali diversi grandi protagonisti in questo avvio di stagione, toscani e non. Ha vinto il forte marchigiano Gianmarco Garofoli al terzo successo stagionale e che in salita si è dimostrato il più forte di tutti nonostante l’opposizione di Vacek del Team Giorgi che è stato colui che ha iniziato a fare selezione lungo i tornanti che portavano al traguardo di questa prima edizione della Resceto Cup, valevole per il campionato provinciale massese, titolo conseguito da Lorenzo Tedeschi del Team Stradella. Dietro a Vacek, si è prontamente lanciato Garofoli, mentre pur disputando una bella prova non sono riusciti ad agganciare la coppia al comando i toscani Gimignani, Crescioli ed il livornese Butteroni, altri atleti tra i più attesi di questa gara che il Club Cycling Resceto presieduto da Romina Baldini, ha organizzato con tanto impegno e bravura. Nei primi 8 giri in pianura nella zona industriale in palio anche speciale traguardo volanti in memoria di Marco Manfredi grazie all’apporto della Fabrimar Angolo del Souk con il presidente Giuseppe Di Fresco. Per i primi 44 chilometri poco da segnalare e gruppo compatto all’inizio della salita verso Resceto, Qui restavano in 12 in testa dopo un continuo lavoro della Montecarlo, poi in 5 ed infine a 3 Km dal traguardo in due con Garofoli che non aveva problemi nel superare Vacek in retta di arrivo.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Gianmarco Garofoli (Recanati Marinelli) Km 53, in 1h25’, media Km 37,412; 2)Mathias Vacek (Team F.lli Giorgi); 3)Samuele Gimignani (Aquila) a 10”; 4)Alessandro Belussi (Team F.lli Giorgi); 5)Ludovico Crescioli (Empolese Lupi); 6)Gregorio Butteroni (Cicl. Cecina); 7)Marco Pavesi (Team Giorgi); 8)Gabriel Fede (Cadrezzate Verso L’Iride) a 40”; 9)Tommaso Dati (San Miniato S.Croce); 10)Andrea D’Amato (Team Giorgi) a 50”.

Antonio Mannori

IL MAROCCHINO ABDERRAHIM VINCE A CINIGIANO

UNDER 23    “ TOSCANA TERRA DI CICLISMO – EROICA “

Colpo di mano del campione nazionale nella prima tappa

CINIGIANO(GR), 28 Aprile 2018 – In Maremma sul traguardo di Cinigiano al termine di una prima tappa che ha messo in difficoltà già diversi atleti, è stato il campione nazionale marocchino Zahiri Abderrahim ad imporsi grazie a un perfetto colpo di mano nel finale. Per il brillante vincitore che corre nella formazione della Trevigiani Phonix Hemus 1896 si tratta del terzo successo stagionale. E’ iniziata in maniera scoppiettante questa seconda edizione di “Toscana Terra di Ciclismo-Eroica” riservata agli under 23 con 140 corridori al via di 24 squadre. Da Paganico e Cinigiano una frazione senza un attimo di respiro, con due tratti di strada sterrata (tantissime le forature) dopo essere transitati dal traguardo di Cinigiano e con diversi atleti in difficoltà. Già al decimo chilometro il primo allungo di giornata, con Scaroni vincitore del primo gran premio della montagna e quindi una serie impressionante di scatti e controscatti che ha visto protagonisti 18 corridori al Km 30, quindi in 10 dopo il settantesimo chilometro, poi attorno al centesimo chilometro nuova fuga con 24 corridori con un minuto sul primo gruppo e già diversi corridori in ritardo anche consistente. A 30 Km dal traguardo provavano Garavaglia e Morandi ma senza successo quindi erano in sette a promuovere l’ennesima fuga, sui quali rientravano in tre. Era la fuga decisiva con l’allungo poderoso del campione marocchino che andava così a centrare il successo indossando la maglia di leader della classifica, sponsor la Regione Toscana, mentre vanamente avevano provato a seguire lo scatenato marocchino, Pugi e Garavaglia, autori di una prestazione ottima.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Zahiri Abderrahim (Trevigiani Phonix Hemus) Km 146,3, in 3h38’43”, media Km 40,470; 2)Giacomo Garavaglia (Petroli Firenze Hopplà Maserati) a 5”; 3)Gianni Pugi (Malmantile Gaini)s.t.; 4)Michel Piccot (Biesse Carrera Gavardo) a 17”; 5)Andrea Bagioli (Team Colpack) a 26”.

DOMANI domenica giornata di riposo per gli under 23 in attesa lunedì 30 aprile della 2^ tappa la più impegnativa lunga 156 chilometri in provincia di Siena con partenza da Radicofani (ore 12) ed arrivo sulla vetta del Monte Amiata nei pressi del rifugio a quota 1687 metri. E domani spazio ai cicloamatori che saranno protagonisti a Buonconvento di Nova Eroica, evento storico dedicato alle bici moderne, gravel e ciclocross. Due i percorsi a disposizione, uno di 89 chilometri con tre tratti cronometrati e uno di 145 Km con cinque tratti cronometrati. I 150 concorrenti con i tempi migliori saranno ammessi al via di una corsa in linea di 36 chilometri. Infine per chi intende pedalare di meno ed in completa libertà, ci saranno altri due percorsi di 46 e 27 chilometri. Come dire andare in bici per tutti i gusti.

ANTONIO MANNORI