FUORISTRADA: GLI ATLETI TOSCANI CONVOCATI PER LA RASSEGNA AL CIOCCO

Fine settimana intenso per il fuoristrada in Garfagnana presso “Il Ciocco”. Per la gara di Campionato Italiano Team Relay CCRR 2021 di sabato 18 settembre, su indicazione del Coordinatore della Struttura Tecnica Regionale–Settore Fuoristrada Roberto Cecchi, il Comitato Regionale Toscana ha convocato i seguenti atleti e atlete:

CAT. ALLIEVI: Bartolini Federico (Team Siena Bike); Bertoncini Ludovico (S.C. Garfagnana MTB); Massi Tommaso (Olimpia Valdarnese); Pardini Guido (Speedy Bike Work Service).

CAT. ESORDIENTI: Bartoli Danilo (Coltano Grube Costruzioni); Cavani Andrea  (S.C. Garfagnana MTB).

CAT. DONNE ALLIEVE: Kabetaj Nelia (Zhiraf Guerciotti).

CAT. DONNE ESORDIENTI: Cappellini Vittoria (Ciclistica S. Miniato-S. Croce); Ferri Elisa (Olimpia Valdarnese);

Gentili Olga (Scuola MTB Cinghiali Gavorrano).

La Rappresentativa Regionale sarà accompagnata da Giammattei Valter Componente S.T.R.–Sett. Fuoristrada,

Ferri Emiliano Tecnico Regionale, Ceccarelli Sandro Meccanico.

COPPA ITALIA GIOVANILE:

Per la quinta prova della Coppa Italia Giovanile fuoristrada in programma domenica 19 settembre al Ciocco questi gli atleti e le atlete convocate.

CAT. ALLIEVI: Bartolini Federico (Team Siena Bike); Bertini Francesco (Olimpia Valdarnese); Bonafini Edoardo (Fosco Bessi Calenzano); Pardini Guido (Speedy Bike Work Service).

CAT. ESORDIENTI: Bartoli Danilo (Coltano Grube Costruzioni); Carli Denis  (S.C. Garfagnana MTB); Ceccarelli Brian  (Olimpia Valdarnese); Poggiali Leonardo (Olimpia Valdarnese).

CAT. DONNE ALLIEVE: Kabetaj Nelia (Zhiraf Guerciotti).

CAT. DONNE ESORDIENTI: Cappellini Vittoria (Ciclistica S. Miniato-S. Croce); Ferri Elisa (Olimpia Valdarnese);

Gentili Olga (Scuola MTB Cinghiali Gavorrano).

RISERVE:

Moriconi Martina (DA) (M.B.M. Nati in Maremma).

La Rappresentativa Regionale sarà accompagnata da Giammattei Valter Componente S.T.R.–Sett. Fuoristrada, Ferri Emiliano Tecnico Regionale, Ceccarelli Sandro Meccanico.

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ELITE/UNDER 23: PRIMA VITTORIA PER ZAMBANINI NELLA COPPA CIUFFENNA

Lo sprint di Edoardo Zambanini (Foto Andrea Vezzosi)

Tris dello squadrone trevigiano Zalf Euromobil in uno dei borghi più belli d’Italia, quello di Loro Ciuffenna nel Valdarno Superiore in provincia di Arezzo, dove si è svolta l’ottantesima edizione della Coppa Ciuffenna riservata ai dilettanti élite e under 23, organizzata dall’U.S. Lorese 1919. Il successo al giovane trentino Edoardo Zambanini portacolori della Zalf Euromobil Desirèe Fior società che ha concluso in maniera trionfale il trittico di gare in Toscana con tre vittorie. Sabato a Lari il successo di Stefano Gandin, domenica a S.Croce sull’Arno il trionfo con Riccardo Verza e lo stesso Gandin, sulle strade del Valdarno in questa antica gara la perentoria affermazione in volata di Zambanini.

La corsa valdarnese come al solito si è svolta sul classico circuito di 14 km e 900 metri da ripetere però 10 volte, tenuto conto che la gara era quest’anno a carattere nazionale. Centoventisette i partenti e 23 le squadre rappresentate, con assegnazione del numero uno sulla maglia del Campione Italiano Under 23 Gabriele Benedetti che correva sulle strade di casa in quanto abita a un paio di chilometri da Loro Ciuffenna. Andatura velocissima e non sono mancati i tentativi di fuga ma per tanti chilometri gruppo compatto. Nel corso del penultimo giro a una ventina di chilometri dal traguardo l’azione solitaria di Lucio Pierantozzi del Team Futura Rosini che transitava al suono della campana con 25” di vantaggio sul gruppo inseguitore. Durante l’ultima tornata però il gruppo si faceva sotto ed il generoso atleta della formazione valdarnese era raggiunto con epilogo finale di un folto gruppo domato con grande disinvoltura dal ventenne Zambanini.

1)Edoardo Zambanini (Zalf Euromobil Desirèe Fior) Km 150, in 3h37’58”, media Km 41,291; 2)Marco Murgano (Petroli Firenze Hopplà Don Camillo); 3)Francesco Parravano (Aran Cucine Vejus); 4)Francesco Romano (Velo Racing Palazzago); 5)Alessandro Donati (Etruria Team Sestese); 6)Francesco Pirro (Maltinti Banca Cambiano); 7)Giovanni De Carlo (Sissio Team); 8)Manuel Belloni (Gallina Ecotek Colosio); 9)Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali); 10)Giuseppe De Laurentis (Aran Cucine Vejus).

Il podio (Foto Daniele Grazi-Sandro Manzi)

 

 

 

 

 

 

 

LUTTO: E’ MORTO GIOVANNI BERTINI IL CICLISMO TI DICE GRAZIE

Giovanni Bertini

All’età di 83 anni è morto Giovanni Bertini, titolare della Telerecord un service televisivo per tantissimi anni all’apice nella ripresa di eventi sportivi di numerose discipline.

Ma qui vogliamo ricordare l’amore con il ciclismo che arrivò presto a suggellare come questa azienda sia stata la prima a trasmettere il ciclismo professionistico su varie emittenti televisive dell’epoca, oltre a quello dilettantistico e giovanile.

Anche chi scrive queste poche righe è stato un allievo di Giovanni, maestro esemplare nel dare consigli e suggerimenti. Quando Bertini ricordava quei tempi lo faceva con entusiasmo, gli occhi erano lo specchio dell’anima, ed allora caro Giovanni nel momento in cui ci hai lasciato e senza tanti giri di parole, anche il ciclismo ti deve dire semplicemente grazie per tutto quello che hai fatto in una vita dedicata alla produzione televisiva del ciclismo, al suo sviluppo sul piano dell’immagine e della promozione. In questo triste momento giungano ai figli di Giovanni Bertini, ai familiari, le espressioni del più vivo cordoglio.

Antonio Mannori

 

 

I CAMPIONI TOSCANI ENDURO 2021

Castelnuovo Val di Cecina – Continua con successo l’attività Enduro in Toscana, specialità che ha laureato a Castelnuovo Val di Cecina i nuovi Campioni Regionali 2021. La gara si è svolta su di un percorso di 35 km con un dislivello di 1400 metri nella zona in Provincia di Pisa organizzata dalla I-MTB Asd di Castiglion della Pescaia. Una rassegna spettacolare su di un tracciato suggestivo e conferma dell’interesse per l’Enduro con la presenza di numerosi concorrenti.

Questi i Campioni Toscani 2021 nelle varie categorie.

ESORDIENTI: Matteo Falcini (Abetone Gravity)

ESORDIENTI DONNE: Emma Guglielmi (Porrettana Bike Team)

ALLIEVI: Luca Donati (Scuola Ciclismo Arezzo)

ALLIEVE: Eleonora Guglielmi (Porrettana Bike Team)

JUNIORES: Francesco Braconi (Scuola Ciclismo Arezzo)

UNDER 23: Tommaso Calonaci (Tsi Free Bike)

ELITE: Filippo Toni (Abetone Gravity)

ELITE SPORT: Lorenzo Ciabatti (Abetone Gravity)

OPEN DONNE: Flavia Formigli (Sam Enduro)

MASTER 1: Giulio Monnecchi (Sam Enduro)

MASTER 2: Marco Mazzi (Blueteam- La bicicletteria)

MASTER 3: Marco Cenni (I-MTB A.S.D.)

MASTER 4: Alessandro Bagnoli (I-MTB A.S.D.)

MASTER 5: Cristiano Riccomini (Black Sheeps)

MASTER 6: Mauro Margheri (G.S. Poccianti)

E-BIKE: Matteo Folloni (Bicisport Sanguinetti)

Antonio Mannori

 

 

ELITE/UNDER 23: SPETTACOLO DELLA ZALF NEL G.P. DEL CUOIO E DELLE PELLI

L’arrivo in parata di Verza e Gandin

S.Croce sull’Arno,12 settembre 2021 – Spettacolo della Zalf Euromobili Desirèe Fior sulle strade della Toscana nell’ultimo weekend ciclistico. Dopo il successo in volata di Stefano Gandin a Lari, ecco l’arrivo in parata dello stesso Gandini e di Riccardo Verza nel 75° Gran Premio Industrie dewl Cuoio e delle Pelli a Santa Croce sull’Arno. E non c’è stata volata come volevano le previsioni, ha vinto Riccardo Verza già protagonista vittorioso qualche giorno fa nella Astico-Brenta. I due atleti hanno inscenato una fuga finale che gli ha consentito di viaggiare tranquilli fino alla fine per la gioia del loro direttore sportivo Ilario Contessa.

Il nuovo tracciato scelto dagli organizzatori dell’U.C. S.Croce, ha dato ottimi risultati sul piano tecnico e la corsa alla fine è risultata selettiva con soli 31 arrivati dei 167 che avevano preso il via. Dopo altre prestazioni di rilievo buona la prova anche qui di Garzi e di Coati, mentre l’unico toscano verace nei primi 20 classificati è risultato Filippo Magli. Per la Zalf Euromobil l’ennesima conferma della propria forza con una doppietta di successi in Toscana per iniziare alla grande l’ultima parte della stagione.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Riccardo Verza (Zalf Euromobil Desirèe Fior) Km 184, in 4h27’24”, media Km 41,286; 2)Stefano Gandin (idem); 3)Fabio Garzi (Named UPTivo) a 38”; 4)Luca Coati (Team Qhubeka) a 1’01”; 5)Filippo Magli (Mastromarco Sensi Nibali); 6)Alex Raimondi (Iseo Rime Carnovali); 7)Francesco Romano (Velo Racing Palazzago); 8)Mattia Gardi (CabloBiotraining); 9)Davide Dapporto (InEmiliaRomagna); 10)Marco Murgano (Petroli Firenze Hopplà Don Camillo).

Antonio Mannori

  Il podio di S.Croce (Foto Valerio Pagni)

 

 

 

 

 

 

JUNIORES: PINARELLO FA SUO IL TROFEO BUFFONI SU PICKERING E BELLETTA

La data ideale per il Trofeo Buffoni 2021, subito dopo i Campionati Europei in Trentino e prima dei Mondiali che si apriranno domenica in Belgio. Un posto di eccellenza nel calendario che la classica internazionale con ritrovo a Forte dei Marmi (quest’anno quartier generale la splendida Villa Bertelli) merita ampiamente. A dare ulteriore lustro alla gara il successo dell’azzurro veneto Alessandro Pinarello che sul traguardo in leggera salita nei pressi di Villa Schiff ha regolato il bravissimo compagno di fuga l’inglese Pickering. In terza posizione uno dei due iridati presenti alla gara Igor Dario Belletta, quindi il bravissimo toscano della Casano Matec, Crescioli. La gara dopo una fuga di sette corridori nella prima parte si è accesa con il passare dei chilometri e la selezione è stata impietosa. In grande evidenza sono saliti alla ribalta anche i maggiori favoriti con i due campioni del mondo su pista Belletta e Bonetto, con Crescioli e Pinarello apparso in grandi condizioni. All’inizio del sesto passaggio sulla Fortezza sette al comando e qui nasceva l’azione decisiva di Pinarello e Pickering che transitavano al gran premio della montagna con 15” di vantaggio che raddoppiavano al traguardo. In volata Pinarello rimontava ai cento metri finali l’inglese ed andava a cogliere il quinto successo stagionale e sicuramente il più prestigioso. Brillante la prova di Belletta reduce dalla vittoria del giorno prima in provincia di Novara e del toscano Crescioli uno dei favoriti giunto quarto. Il via ufficiale ai 164 atleti di 41 squadre, dal monumento alla Linea Gotica a Cinquale di Montignoso dopo una breve cerimonia, le note del “silenzio” la consegna del premio fedeltà al c.t. della nazionale juniores Rino De Candido e la benedizione. Sul “Circuito della Versilia” il primo tratto velocissimo della corsa con il toscano Boschi che ha vinto la speciale classifica dei traguardi, poi la corsa si infiammava ed era un altro spettacolo con tanta gente e la perfetta regia del G.C. Buffoni.

ORDINE DI ARRIVO: 1) Alessandro Pinarello (Borgo Molino Rinascita Ormelle) Km 135,400 alla media di Km 38,995, 2) Finlay Pickering (Fensham Howes Mas Design) a 4”; 3) Dario Igor Belletta (Gb Junior Team) a 45”; 4) Ludovico Crescioli (Casano); 5)Giulio Pellizzari (U.C.Foligno); 6)Pietro Mattio (Vigor-Cycling Team); 7) Maksym Varenyk (Cps Professional Team); 8)Samuele Bonetto (U.C. Giorgione); 9)Riccardo Ricci (Nazionale Italia) a 1’; 10)Luca Bagnara (Reda Mokador-Pedale Chiaravallese) a 1’03”.

JUNIORES: NONA VITTORIA PER BRUTTOMESSO SUL TRAGUARDO DI MASSA

Con una volata travolgente che è il numero di eccellenza del suo repertorio, il diciottenne Alberto Bruttomesso del Borgo Molino Rinascita Ormelle, ha colto la nona vittoria stagionale imponendosi a tutto il gruppo forte di 7° corridori nella quarta edizione del Giro della Riviera Apuana-Memorial Renato Pardini a ricordare un dirigente appassionato che ha trascorso un’intera vita nel ciclismo.  Bruttomesso si è giovato del sostegno e del lavoro dei compagni di squadra che lo hanno coperto fino al rettilineo di arrivo lavorando così come hanno fatto altri corridori per annullare i vari tentativi di fuga che ci sono stati nella velocissima gara svoltasi su di un circuito di 8 Km da ripetere per undici volte più un tratto finale di 7 chilometri. Nel ricordare coloro che sono stati all’attacco citiamo Milan, Tomasoni e Delle Benetta autori della prima fuga, quindi Noviero Raccagni e Borsarini, poi un gruppo di una decina di corridori. Vivace e brillante il massese Bozicevich, come Serni, Djordjevic. Ultimissimi chilometri a 50 all’ora e grande lavoro sulla testa del gruppo per guadagnare le migliori posizioni. Sul rettilineo di via Oliveti Bruttomesso è apparso imbattibile sfrecciando con sicurezza davanti a tutti e relegando ai posti d’0onore Varroni e Zanni. L’anno prossimo il vincitore sarà uno dei debuttanti tra gli under 23 nella Zalf Euromobil Desirèe Fior. Appassionato ed ottimo lavoro del gruppo sportivo Versilapuano, presieduto da Luca Verona, nell’organizzare la gara con il contributo di Maria Pardini presidentessa del Comitato Provinciale di Massa Carrara della Federciclismo, Mario Ferrari e dei loro collaboratori. Tra i presenti il presidente del Collegio Revisori dei Conti della FCI Simone Mannelli, il presidente della Provincia di Massa Carrara Gianni Lorenzetti, l’assessore allo sport del Comune di Massa Paolo Balloni e per il Comitato Regionale Toscana di ciclismo il consigliere Ferdinando Braconi.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Alberto Bruttomesso (Borgo Molino Rinascita Ormelle) Km 94,8, in 2h08’, media Km 45,432; 2)Luca Varroni (Cycling Nial Nizzoli); 3)Luca Zanni (Feralpo Group); 4)Nicola Rossi (Pedale Casalese Armorfer); 5)Anthoni Silenzi (O.P. Bike); 6)Lapo Matteo Bozicevich (Casano Matec); 7)Edoardo Bartalesi (Pol. Monsummanese); 8)Alessio Menghini (Danieli 1914); 9)Christian Scelfo (Pol. Monsummanese); 10)Romeo Alessandro Zanetti (Casano Matec).

Antonio Mannori

 

 

 

 

ELITE/UNDER 23: IL BIS DI GANDIN SUL TRAGUARDO DEL GRAN PREMIO LARI

Lo sprint di Stefano Gandin a Lari (Foto Valerio Pagni)

Con partenza dal Centro Sportivo Bellaria a Pontedera e conclusione in salita a Lari, si è svolto il Gran Premio Lari-Citta della Ciliegia organizzato dalla Juventus Lari società presieduta da Antonio Giuntini che nei giorni scorsi ha festeggiato i 100 anni dalla fondazione. Il successo è stato ottenuto da Stefano Gandini al bis stagionale dopo la vittoria di Gavardo che ha regolato i tre compagni di viaggio. E’ stata una fuga iniziata da lontano nella seconda parte della gara sulle colline attorno a Lari protagonisti sette corridori tra i quali Gandin. Sembrava un tentativo prematuro visti i chilometri da percorrere ed invece l’accordo stato ottimo e nel finale sono rimasti in quattro sulla testa della corsa con una ventina di secondi di vantaggio sui primi inseguitori. Gandin è stato tra coloro che hanno forzato il ritmo trovando in Tosin, Garavaglia e nell’eritreo Mulueberhan, ottimi compagni di avventura, pedalando di comune accordo verso il traguardo di Lari, dove Gandin ha vinto con sicurezza dimostrando ancora brillantezza nonostante la fatica della fuga

“Gandin ha confermato con la vittoria di oggi di essere un atleta maturo – dice il diesse Ilario Contessa – in grado di esprimersi con intelligenza, vede la gara nella maniera giusta ed è capace di rendersi autore di grandi prestazioni come quella offerta oggi a Lari”.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Stefano Gandin (Zalf Euromobil Désirée Fior), Km 144, in 3h23’58”, media km 42,360; 2) Henok Mulueberhan (Team Qhubeka); 3)Giacomo Garavaglia (Work Service Marchiol Vega); 4)Riccardo Tosin (General Store Essegibi); 5)Antonio Puppio (Team Qhubeka) a 18″; 6)Riccardo Carretta (Cycling Team Friuli); 7)Giovanni De Carlo (Sissio Team); 8)Francesco Romano (Velo Racing Palazzago); 9)Raul Colombo (Work Service Marchiol Vega); 10)Francesco Di Felice (Mg KVis) a 21″.

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

 

JUNIORES: LA RAPPRESENTATIVA DELLA TOSCANA PER IL TROFEO BUFFONI

Domenica prossima 12 settembre si corre con partenza da Forte dei Marmi ed arrivo a Montignoso, l’unica gara juniores internazionale prevista con tale etichetta in Toscana. A tale fine la Toscana sarà presente al 52° Trofeo Francesco Buffoni con una rappresentativa ufficializzata dal Consiglio Regionale del Comitato Regionale Toscana, su segnalazione del Tecnico Regionale della categoria Alessio Lazzeri e del Coordinatore della S.T.R.- Sett. Strada/Pista Marco Buggiani. Questi i convocati: Falchi Matteo (Cinquale); Garacci Gabriel (Velo Club S.C. Empoli); Natola Nicola (Team Mamma e Papà Fanini Livorno); Romolini Valentino (Team Fortebraccio).

RISERVE: Pepi Matteo (Team Pieri); Sulaj Angelo (Team Mamma e Papà Fanini Livorno).

La Rappresentativa Regionale sarà accompagnata da Braconi Ferdinando Consigliere C.R. Toscana, Baccanelli Manuel Tecnico Regionale, Ricciardi Rolando meccanico. Il ritrovo della suddetta Rappresentativa Regionale è fissato per domenica 12 settembre alle ore 12 presso Villa Bertelli, via Giuseppe Mazzini a Forte dei Marmi.

An.Mann.

 

 

 

 

 

 

CONVOCATI: ESORDIENTI E ALLIEVI PER LA COPPA ITALIA CROSSCOUNTRY

Un fine settimana con la quarta prova della Coppa Italia Giovanile di crosscountry a Lavarone in provincia d Trento. Per tale manifestazione il Consiglio Regionale del Comitato Regionale Toscana, su indicazione del Coordinatore della Struttura Tenica  Regionale – Settore Fuoristrada Roberto Cecchi, ha convocato i seguenti atleti:

CAT. ALLIEVI: Bartolini Federico (Team Siena Bike); Bertini Francesco (Olimpia Valdarnese); Bonafini Edoardo (Fosco Bessi Calenzano); Massi Tommaso (Olimpia Valdarnese).

CAT. ESORDIENTI: Bagnoli Tommaso (Team Siena Bike); Ceccarelli Brian (Olimpia Valdarnese); Ronzoni Daniele Angelo (Borgonuovo); Solimine Giacomo (Mammoli Bike).

CAT. DONNE ALLIEVE: Kabetaj Nelia (Zhiraf Guerciotti); Moriconi Martina (Nati in Maremma).

CAT. DONNE ESORDIENTI: Cappellini Vittoria (Ciclistica S. Miniato-S. Croce); Ferri Elisa (Olimpia Valdarnese).

La Rappresentativa Regionale sarà accompagnata da: Giammattei Valter Componente S.T.R.– Sett. Fuoristrada;

Ferri Emiliano Tecnico Regionale; Ceccarelli Sandro Meccanico.

Antonio Mannori

 

 

 

 

 

 

 

ELITE/UNDER 23: VERRE STACCA TUTTI A CORSANICO – ALLUNGO NEL FINALE

Dopo il successo di Marco Frigo nella prova di due anni fa valevole per il Campionato Italiano Under 23, Corsanico è tornato ad ospitare il ciclismo dilettanti, dopo l’annullamento per la pandemia dell’edizione dello scorso anno. E l’edizione numero 31 del Trofeo Società Ciclistica, rivincita del Campionato Toscano svoltosi 24 ore prima a Signa in provincia di Firenze, è stata vinta dal giovane lucano Alessandro Verre, scalatore affermato e riconosciuto del Team Colpack Ballan. Verre che da juniores vanta varie vittorie proprio in salita ed anche in Toscana, ha lasciato tutti all’ultimo chilometro raggiungendo con una dozzina di secondi di vantaggio il traguardo di Corsanico. Lo scalatore lucano ha dimostrato la sua abilità su questo terreno e la corsa versiliese lo ha visto sempre tra i protagonisti di spicco. Per il Team Colpack Ballan che aveva vinto in Toscana anche il giorno prima con Davide Persico a Signa, da segnalare anche il secondo posto di Meris. Buona la prova di Piccolo e quella di Raccani

La corsa come al solito lungo un tracciato esigente ed impegnativo sulle colline dell’entroterra versiliese, prevedeva quattro passaggi da Monte Magno-Pitoro e tre passaggi intermedi dal traguardo di via delle Sezioni a Corsanico per raggiungere i 333 metri d Pedona dove era posto il gran premio della montagna. Un percorso non facile e lo dimostra il numeroso di coloro che hanno concluso la gara, appena 25 dei 114 che hanno preso il via agli ordini dei direttori di gara Amantini e Carnasciali, mentre in segreteria ha operato come al solito con professionalità il massese Christina Ferrari. Quanto agli atleti delle squadre toscane presenti alla gara, buon quinto posto per Pierantozzi e nei primi dieci anche Marcellusi e l’unico toscano verace lo scalatore pisano di Santa Maria a Monte Nieri. Per i dilettanti non c’è tregua in questo periodo. Oggi a Figline Valdarno si corre il Giro del Valdarno con 154 iscritti, e partenza alle ore 13.

ORDINE DI ARRIVO: 1) Alessandro Verre (Team Colpack Ballan) Km 155, alla media di Km 37,452, 2) Sergio Meris (Team Colpack Ballan) a 11”; 3) Andrea Piccolo (Viris Vigevano); 4) Simone Raccani (Zalf Euromobil Desiree Fior); 5) Lucio Pierantozzi (Futura Team-Rosini) a 18”; 6) Luca Cavallo (Lan Service – Granmonferrato) a 25”; 7) Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Fc Nibali) a 34”; 8) Luca Cibrario (Overall Tre Colli Cycling Team) a 38”; 9) Alessio Nieri (Mastromarco Sensi Fc Nibali) a 43”; 10) Laurent Rigollet (Lan Service – Granmonferrato) a 52”.

 

 

ALLIEVI: LA 73^ COPPA DINO DIDDI FIRMATA DA FICACCIO

Il podio della 73^ Coppa Dino Diddi

Una giornata con tante iniziative nel segno dello sport e del ciclismo in particolare per la zona di Agliana, con l’inaugurazione al mattino da parte del sindaco Luca Benesperi nella zona di Carabattole della pista ciclabile intitolata a Fabrizio Fabbri, un bel campione del ciclismo della zona pistoiese e pratese alla presenza della moglie Loretta e dei figli Francesco e Fabio. Qualche ora più tardi con altri ospiti tra i quali la nota attrice Daniela Poggi che ha presentato un libro, tutti nella zona del Parco Pertini location perfetta di ritrovo della 73^ Coppa Dino Diddi inimitabile classica per allievi conclusasi sul rettilineo di via Roma. A firmare l’edizione 2021 (164 i corridori in gara per 39 squadre con tre team sloveni, tre campioni italiani e dodici regionali, il bravissimo laziale Jacopo Ficaccio che sul rettilineo di via Roma ha regolato i 5 compagni di fuga. Protagonista ammirato della corsa per 60km il veneto Sponda in fuga con lo sloveno Lesnik e poi da solo. Sponda stanco per la fuga si è staccato quando in sei si sono riportati su di lui e poi in perfetto accordo hanno raggiunto il traguardo giocandosi la prestigiosa vittoria. A 700 metri dall’arrivo ha prova l’azione di forza Tela, subito ripreso ed il successo in volata è stato colto da Ficaccio su Turconi, Tela, Sambinello, De Fabritiis e Cattani. A completare la “top ten” Finn, Capra, Monister ed il primo dei toscani, Tommaso Bambagioni del Pedale Toscano giunto decimo. Il vincitore arriva da una stagione sfortunata in quanto fermo per un incidente per diversi tempo. Questa vittoria gli ha offerto una gioia immensa assieme ai complimenti sul palco della premiazione del sindaco di Agliana e della stessa attrice Daniela Poggi.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Jacopo Ficaccio (Marco Pantani Official Team) Km 94,9, in 2h33’07, media Km 37,187; 2)Filippo Turconi (Rapp. Lombardia); 3)Gabriele Tela (G.S. Almo); 4)Enea Sambinello (Rapp. Emilia Romagna); 5)Gabriele De Fabritiis (Cicl. Arma di Taggia); 6)Alessandro Cattani (Rapp. Lombardia); 7)Mark Lorenzo Finn (Gs Levante) a 48”; 8)Thomas Capra (Veloce Club Borgo) a 1’10”; 9)Angelo Monister (Rapp. Lombardia); 10)Tommaso Bambagioni (Pedale Toscano)

Antonio Mannori

 

 

JUNIORES: ASSOLO DI PELLIZZARI SUL TRAGUARDO DI CASTELFIORENTINO

Giulio Pellizzari, juniores ed uno dei giovani più interessanti del ciclismo umbro, ha vinto per distacco con quasi due minuti di vantaggio il Trofeo SBG Shoes-Scheggi Beatrice-Riello svoltosi lungo le strade della Valdelsa con cinque giri di un circuito di 23 km comprendente la salita di Castelnuovo Elsa. Al via 87 corridore dei quali solo 28 hanno concluso la gara. Pellizzari ha dominato la scena attaccando con decisione per aumentare progressivamente il vantaggio. Una splendida impresa quella del corridore dell’Unione Ciclistica Foligno e posti d’onore per i toscani Ninci e Pellegrini. Un grazie a Paolo Maraffon addetto in segreteria.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Giulio Pellizzari (Uc Foligno) Km 115, in 3h10’, media Km 36,316; 2)Alessio Ninci (Iperfinish) a 1’51”; 3)Lorenzo Pellegrini (Valdarno Regia Congressi Seiecom); 4)Niccolo Sitera (Fosco Bessi); 5)Mattia Di Felice (Velo Club Empoli); 6)Lapo Gavilli (Big Hunter Beltrami); 7)Matteo Bennati (Uc Foligno); 8)Valentino Fattorini (Forno Pioppi); 9)Andrea Mearelli (Team Logistica Ambientale); 10)Valentino Romolini (Team Fortebraccio).

Antonio Mannori

 

JUNIORES: AL FRANCESE MARTINEZ IL GIRO DELLA LUNIGIANA – GRANDE CRESCIOLI

Il podio finale del Giro della Lunigiana (Foto Roberto Fruzzetti)

Un Giro della Lunigiana splendido, combattuto, con emozioni ogni giorno e con un vincitore magnifico, il diciottenne francese Lenny Martinez, che ha vinto una tappa, ha indossato la maglia verde di leader rispondendo con sicurezza ad ogni attacco. Essere favorito ed imporsi è una dimostrazione ulteriore di bravura. Ha respinto ogni attacco grazie anche A compagni di squadra efficaci e validi. Splendida la prova del toscano Crescioli, secondo in classifica e che ha gareggiato con la Rappresentativa della Lunigiana. In questa prova ha dimostrato di essere il migliore juniores della Toscana e restando alla nostra regionale da ricordare la bella prova di Giordani che era inserito nella Nazionale Italiana e nono nella classifica finale dopo essere stato continuo e regolare. Restando agli italiani menzione particolare per Oioli, un bel corridore il piemontese, vincitore di due tappe, e prova largamente positive e del veneto Pinarello e dell’umbro Mosca.

IL FILM DELLA CORSA: Nella prima giornata da Fiumaretta a La Spezia, ritenuta la tappa più impegnativa del Giro l’attacco in forze della Francia sostenuta da Rousset Favier, Rolland e Martinez. Alla fine sul traguardo di via Chiodo il successo per distacco di Brieuc Rolland sul connazionale Martinez, quindi Pinarello, Crescioli e Svrcek come dire i grandi favoriti subito alla ribalta. Nella giornata con due semitappe il grande show del velocista veneto Alberto Bruttomesso primo ai traguardi volanti e su quello finale di Marinella di Sarzana con una volata imperiosa sul compagno di squadra Longato, Borello, Bozzola e Mosca. Sulla dura salita di Fosdinovo nella seconda frazione numero del piemontese Manuel Oioli con Longato, Cetto, Sperandio e Martinez (nuovo leader del Giro) nella scia. A Fivizzano altra tappa chiave del “Lunigiana 2021” ed altra dimostrazione del francese Lenny Martinez che sul traguardo metteva in fila il gruppo sgranato con posti d’onore per il sempre brillante Svrcek, il bravissimo Oioli, Larsen e l’ottimo Crescioli. Nella frazione finale da Massa a Casano di Luni durante la quale è caduto l’atteso slovacco Svrcek secondo nella classica generale a 32” da Martinez, sprint di un drappello di 14 corridori e seconda vittoria di tappa per il piemontese Manuel Oioli su francese Isidore, il toscano Crescioli, Ricci e Tachot.

CLASSIFICA FINALE: 1 Lenny Martinez (Francia) Km 402, media Km 41,176; 2)Ludovico Crescioli (Rapp. Lunigiana) a 34″; 3)Alessandro Pinarello (Veneto)  a 39″; 4)Manuel Oioli (Piemonte) a 48″; 5)Luca Bagnara (Emilia Romagna) a 48”; 6)Rolland a 49″; 7)Mosca a 52″; 8)Azile Lozach) a  58″; 9)Giordani a 1’05”; 10)Tachot a 1’48”.

ELITE/UNDER23: A SIGNA PRIMO PERSICO -TITOLI TOSCANI A FERRI G. E CATALDO

 Podio con Gregorio Ferri e Cataldo con la maglia (Foto Sandro Manzi)

Il ventenne Davide Persico una delle ruote veloci del Team Colpack Ballan ha vinto la 50^ Coppa Fiera di Signa, mentre la Petroli Firenze Hopplà Don Camillo ha conquistato i due titoli toscani in palio, quello degli Elite grazie al secondo posto del bravissimo Gregorio Ferri, e quello Under 23 per merito di Lorenzo Cataldo giunto terzo. A completare la bella prestazione del sodalizio fiorentino il quarto posto di Nencini; è mancata solo la vittoria, e per questo nel dopo corsa c’era un po’ di amarezza da parte dei tre atleti che avrebbero voluto dedicare il successo alla squadra, ai dirigenti, agli sponsor. La corsa fiorentina valevole per la Coppa Enzo Desideri-Gp Signa Città della Paglia, per i Memorial Massimiliano Parenti e Fabio Pistolesi organizzata dall’Etruria Team Sestese, si è svolta interamente sotto la pioggia su di un circuito di 10 Km circa da ripetere 12 volte con una sola lieve asperità. Così alla fine la gara si è decisa con una volata di gruppo come volevano le previsioni ma dopo un finale di corsa emozionante e incertissimo.  Erano in fuga infatti all’inizio dell’ultimo giro in sei: Gregorio Ferri che in pratica lo è stato sino dai primissimi chilometri, Mori, Meris, Giani, Edoardo Ferri e Molini. Sembravano in grado di realizzare la loro azione ma la Colpack Ballan ha impresso al gruppo un’andatura vertiginosa ed il sestetto è stato raggiunto a 300 metri dal traguardo. Un lavoro finalizzato allo sprint di Persico che è schizzato davanti al gruppo vincendo in maniera chiara sul terzetto della Petroli Firenze Hopplà Don Camillo, che può darsi che non si siano del tutto “capiti” nelle concitate battute finali. Persico è stato degnissimo vincitore, il lavoro dei compagni indiscutibile e su questo non ci piove sopra. Encomiabile la prestazione di Gregorio Ferri in fuga con Quaranta, e Russo dopo appena 5 Km di corsa ed ai quali si è aggiunto al 52° chilometro anche Butteroni. Unico rimasto sempre al comando Ferri anche nel momento in cui il gruppo era nella scia dei fuggitivi. Assieme a lui si sono mossi con tempestività il toscano Mori, quindi Molini, Edoardo Ferri, Meris e Giani con la conclusione già ricordata. Per il pratese Lorenzo Cataldo la maglia di campione regionale under 23, arriva  4 anni dopo quella conquistata da juniores a ripagare impegno e sacrifici, mentre è apparso in ripresa Nencini e Marcellusi (5°) ha difeso con onore il titolo che aveva vinto nel 2020. All’edizione della nozze d’oro della gara di Signa, 113 i partenti di 23 squadre.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Davide Persico (Team Colpack Ballan) Km 118,5, in 2h44’03”, media Km 43,340; 2)Gregorio Ferri (Petroli Firenze Hopplà Don Camillo) – Camp. Toscano Elite -; 3)Lorenzo Cataldo (idem) – Camp. Toscano Under 23 -; 4)Tommaso Nencini (idem); 5)Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali); 6)Filippo Mori (Gragnano Sporting Club); 7)Francesco Della Lunga (Team Colpack Ballan); 8)Andrea Biancalani (Gragnano Sporting Club); 9)Davide Ferrari (Petroli Firenze Hopplà Don Camillo); 10)Daniel Nastasi (D’Amico UM Tools).

I primi tre di Signa con Davide Persico, Ferri G. e Cataldo (Foto Manzi)