LE SQUADRE 2019 – AROMITALIA BASSO VAIANO BIKES

VAIANO(PO).- La cinquecentesca Villa Il Mulinaccio sulla collina che da Vaiano porta a Schignano, ha ospitato il vernissage del Velo Club Vaiano che costituisce una splendida realtà del ciclismo toscano e nazionale. Merito del suo appassionato e vulcanico presidente Stefano Giugni, merito dei suoi collaboratori, dirigenti, tecnici e degli sponsor che accompagnano l’attività della società che propone diverse novità per l’imminente stagione ad iniziare dalla bici firmate dall’azienda veneta Basso. Oltre alla squadra femminile Elite (dieci le atlete capitanate da Rasa Leleivyte ormai da oltre 10 anni a Vaiano) ci sono 4 allieve che costituiscono il vivaio per il futuro, e la forte juniores svedese Caroline Andersson, accreditata in carriera di numerosi successi. La società conta inoltre una decina di giovanissimi, mentre il Vaiano Bike Enduro che si può considerare una costola della società della Val di Bisenzio, è arrivato a quota 31 tesserati con ambiziosi programmi e progetti futuri dei quali ci occuperemo in un’altra occasione. Il Team Aromitalia Basso Vaiano Bikes è guidato dal tecnico Paolo Baldi. Una squadra giovane ma che possiede oltre alla Leleivyte, altre individualità di spicco come la Beggin (ex tricolore juniores), e le toscane Brogi, Sernissi e Balducci. Per il Ds Stefano Bigozzi il compito di far crescere invece le allieve senza pressione, con un programma triennale che tiene conto di tutti gli aspetti. Alla cerimonia di presentazione a Villa Il Mulinaccio, sono intervenuti il sindaco di Vaiano Primo Bosi, per la Regione Toscana il consigliere regionale Ilaria Bugetti, il tecnico della nazionale azzurra Paolo Sangalli, i dirigenti del ciclismo Giacomo Bacci, Maria Bruni, Sergio Iozzelli, Chicco Cutrupi.

ELITE: Rasa Leleivyte, Angelica Brogi, Giulia Marchesini, Emilia Matteoli, Nicole Nesti, Michela Balducci, Sofia Beggin, Letizia Borghesi, Carmela Cipriani, Gemma Sernissi e la junior svedese Caroline Andersson. (Ds Paolo Baldi).

ALLIEVE: Ilenia Bigozzi, Erika Cristofani, Giada Manfredi, Asia Mazzuola. (Ds Stefano Bigozzi).

GIOVANISSIMI: Alessandro Tanzilli, Niccolò Mencarelli, Giulio Sanesi, Pietro e Lorenzo Tagliazucchi, Lorenzo Ruggeri, Noemi Balestri, Ruben Cantasano, Giulio Tosoni. (Ds Alessandro De Stefano e Valentina Santoro).

Nell’organico il team manager Gina Serenella Toffoli, il medico sociale dott. Roberto Rempi, il meccanico Riccardo Orcesi, il massaggiatore Alessio Beccari, l’addetto stampa Flaviano Ossola.

ANTONIO MANNORI

LE SQUADRE 2019 – IL TEAM FRANCO BALLERINI JUNIORES-DUE C

PISTOIA.- Una squadra con 11 corridori e grandissime ambizioni. Il team juniores Franco Ballerini-Due C si appresta alla stagione 2019 cercando di consolidare la propria realtà, quella di una squadra ormai vicina al top a livello nazionale, come confermato dai risultati nel 2018 che hanno portato per la prima volta un atleta, Antonio Tiberi, ad affacciarsi alla ribalta iridata di Innsbruck. Il corridore laziale sarà l’uomo di punta della squadra 2019 presieduta da Franco Miniati e diretta da Davide Lenzi e Samuele Breschi, coadiuvati dai due collaboratori Rocco Visconti e Alessio Zucconi. Tra gli arrivi quello di Gregorio Butteroni che l’anno scorso ha fatto faville nella categoria allievi, conquistando i titoli toscani (linea e crono) oltre a quello tricolore su pista. “Abbiamo un organico – dice il DS Lenzi – costituito da ottimi elementi, tra i quali spiccano ovviamente Tiberi e Butteroni, ma il nostro valore aggiunto è il gruppo, coeso e amalgamato come forse non lo è mai stato, per poter puntare a importanti traguardi. Il debutto sul circuito di Calenzano il 17 marzo nel Memorial Piero Bacchereti.

LA SQUADRA: Antonio Tiberi, Gregorio Butteroni, Marco Cecchi, Emanuele Galli, Alessio Riccardi, Fabio Malucchi, Tommaso Perazzolo, Dennis Budei, Federico Conti, Alessandro Fruzzetti e Christian Mucci.

LE SQUADRE 2019 – IL TEAM PIERI CALAMAI DI CALENZANO CON 25 ATLETI

CALENZANO(FI).- Anche quest’anno il ciclismo juniores toscano avrà ai nastri di partenza il Team Pieri Calamai. Merito indiscutibile del suo presidente Piero Pieri che dopo aver svolto il ruolo di direttore sportivo per tanti anni togliendosi molte soddisfazioni, ha assunto con il solito impegno ma anche con proverbiale serietà e professionalità, il ruolo di dirigente con un consiglio che propone Ivana Pieri e Massimiliano De Angelis quali vice presidenti, ed i consiglieri Forconi, Poggi e Sacchi. La squadra juniores che debutterà a Calenzano domenica 17 marzo, si è rinnovata per metà. Sette gli juniores e 4 gli Under 23 del terzo anno che in virtù delle normative possono gareggiare tra gli juniores fino al raggiungimento di dieci punti. Tesserato anche un allievo che svolge attività nel fuoristrada ma si spera anche su strada, oltre a una dozzina di cicloamatori. Una bella realtà che arriva da una stagione 2018 dove il Team Pieri Calamai ha conseguito alcuni apprezzabili piazzamenti che per la società fiorentina ed il suo presidente hanno avuto un valore particolare.

Guiderà la squadra Federico Fioravanti, giovane quanto abile conoscitore del ciclismo coadiuvato dal prezioso Giovanni Poggi. Importante anche il rinnovato sostegno garantito alla società di Calenzano da una decina di aziende: Massimo Rossi, Oma, Batistoni, Pandolfini, Promax, M.T.Bike Service, Carrozzeria Formula Tre, Coop CDM., Aea Pneumatici Calenzano, Tipografia Catarzi. La squadra da sabato 2 marzo fino al 10 sarà in ritiro ad Arcille in provincia di Grosseto e dopo il debutto di Calenzano affronterà la gara di Stabbia e la cronosquadre di Monsummano Terme valevole per il campionato toscano in programma il 31 marzo.

LA SQUADRA: I 4 under 23 sono Andrea Bacci, Francesco Dani, Cosimo Veribeni, Lorenzo Viviani. Gli juniores Filippo Ceri, Matteo Magrini, Giovanni Rastrelli, Valerio Rossi, Mattia Siviero, Andrea Targioni, Yuri Zisa.

L’allievo è Federico Nesi, mentre il gruppo dei cicloamatori comprende: Marco Amerighi, Luca Barbieri, Giulio e Severino Bocchino, Paolo Bertini, Danio Dainelli, Federico Faggioli, Danio Gori, Leonardo Michelotti, Gabriele Monni, Fabio Pandolfini, Giovanni Paolieri, Claudio Reali.

ANTONIO MANNORI

BATTISTELLA NEL G.P. LA TORRE

TORRE DI FUCECCHIO(FI).- Dopo essere stato protagonista il giorno prima nella Firenze-Empoli dove ha conquistato il terzo posto, il ventenne Samuele Battistella della Dimension Data For Qhubeka ha dato spettacolo nel tradizionale appuntamento a Torre di Fucecchio sulle colline delle Cerbaie conquistando in Toscana la prima vittoria di una stagione che si preannuncia per lui ricca di soddisfazioni. Un atleta esemplare, sempre disponibile, dotato di pura classe e di mezzi atletici notevoli. Per vincere questa corsa giunta alla 57^ edizione, Battistella guidato dal Ds Nieri, ha scelto la soluzione che preferisce sbaragliando il campo quando nel finale lungo i continui saliscendi dell’anello di Torre ha lasciato tutti per presentarsi da solo con una ventina di secondi sui primi inseguitori, due atleti Elite assai attesi quest’anno, come Fiorelli e Tortomasi, già protagonisti lo scorso anno. Battistella è apparso imprendibile, la sua azione ha costituito un numero di classe e gli sportivi lo hanno accolto con scroscianti e meritati applausi. Ma come era successo a Empoli, oltre a Battistella la squadra ha mostrato un altrettanto bravo Konychev che ha vinto la volata del gruppo su Fiaschi e Corradini. Una Dimensione Data che vola in questa avvio di stagione. Una bella edizione per la gara messa in cantiere dall’appassionata famiglia Testai, con il capostipite Rino ed i figli Alessandro e Simone, sotto la sigla U.C. La Torre. In palio anche il Memorial Simonetto Campigli, già organizzatore per anni della corsa valevole come seconda prova della Challenge Ing. Alessandro Bertini, la cui classifica è guidata da Samuele Battistella in virtù del terzo posto di Empoli e del successo ottenuto qui a Torre. Gli iscritti erano 140 e solo 8 le defezioni per una corsa svoltasi in un pomeriggio di sole ma con un vento gelido che ha reso più difficile la prova agli atleti impegnati sui 26 giri del circuito di 3 Km e 900 metri ciascuno. Molti i tentativi di fuga, sia solitari come quello dell’ex tricolore crono under 23 Paolo Baccio, sia da parte di gruppetti fino alle battute finali quando è entrato in azione super Battistella che ha allungo imperiosamente per andare a cogliere il successo. Numerosi gli sportivi presenti e lavoro di segreteria affidato al sempre puntuale e bravo Andrea Vezzosi.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Samuele Battistella (Dimension Data For Qhubeka) Km 100, 2h29’38”, media Km 40,098; 2)Filippo Fiorelli (Gragnano Sporting Club Caselli) a 20”; 3)Leonardo Tortomasi (Pitti Shoes Tripetetolo); 4)Alexander Konychev (Dimension Data For Qhubeka) a 30”; 5)Tommaso Fiaschi (Beltrami TSA Hopplà Petroli Firenze); 6)Michele Corradini (Team Fortebraccio); 7)Ottavio Dotti (Beltrami TSA Hopplà Petroli Firenze); 8)Filippo Magli (Mastromarco Sensi Nibali); 9)Lorenzo Friscia (Gragnano Sporting Club Caselli); 10)Giuseppe D’Apote (VMP Porto Sant’Elpidio).

ANTONIO MANNORI

AL GIOVANISSIMO MARTIN MARCELLUSI LA FIRENZE-EMPOLI

Regolati in volata tre compagni di fuga – E’ il più giovane vincitore nella storia della classica toscana

EMPOLI,23 Febbraio 2019 – Un finale bellissimo e ricco di emozioni con i favoriti che si sono dati aperta battaglia, ha regalato alla 32^ Firenze-Empoli gara di apertura della stagione dilettanti Under 23 in Toscana, un ordine di arrivo nobile, ed il più giovane vincitore nella storia di questa classica iniziata nel 1988. Il romano Martin Marcellusi infatti non ha ancora 19 anni, essendo nato nell’aprile del 2000. Già azzurro e brillante protagonista negli juniores, l’atleta del Velo Racing Palazzago ha regolato sul traguardo tre compagni di fuga e tutti di notevole spessore e classe come Covi, Battistella e Biagioli. I quattro si sono sganciati da un gruppo di 14 attaccanti a 5 Km dall’arrivo sul “muro” delle Casette resistendo nelle battute finali al ritorno di un quintetto di inseguitori. Finale da brividi dunque per la classica allestita dalla Maltinti Lampadari Banca Cambiano, con ritrovo e partenza nel suggestivo scenario di Piazzale Michelangelo a Firenze, presenti il presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, il consigliere regionale Enrico Sostegni, gli assessori allo sport dei comuni di Firenze (Andrea Vannucci) e di Empoli (Fabrizio Biuzzi), il sen. Dario Parrini, il presidente del Comitato Regionale Toscana di ciclismo Giacomo Bacci. In 172 di 25 squadre si sono alzati sui pedali in una giornata di sole ma con un forte vento e nella parte iniziale diverse le cadute che si sono verificate. Protagonisti di una lunga fuga iniziata dopo 8 chilometri, Juri Passa, Alboni e Piccinini ripresi attorno al novantesimo chilometro dal generoso e bravo Campesan con un vantaggio massimo di 5 minuti sul gruppo. Ma era nel penultimo giro che la Firenze-Empoli si infiammava. Ripreso il quartetto uscivano in salita Zurlo, Stocek, Baccio, Fantoni e Campesan. Dietro si lanciavano in nove alla caccia e l’aggancio avveniva a una dozzina di chilometri dal traguardo. Sulla arcigna salita di “Casette” ancora brividi ed emozioni con l’affondo vigoroso ed irresistibile del tandem Colpack formato da Covi e Bagioli, quello di Battistella e del giovanissimo Marcellusi. I quattro erano avvicinati in discesa da un quintetto, ma sapevano resistere e sul rettilineo di arrivo gremito fino all’inverosimile di appassionati (mai vista tanta gente a Empoli) era Marcellusi ad avere la meglio. Un vincitore magnifico che possiede classe, talento ed ottima visione di corsa, e che avuto un compagno di squadra assai bravo come Fantoni. Covi e Bagioli hanno confermato il proprio ruolo, ma nel finale qualcuno si attendeva, magari a turno, un attacco dei due compagni di squadra, mentre Battistella che non è mai stato un falco in volata ha dimostrato le sue eccelse qualità. Bene anche Konychev, Dotti, molto generoso Zurlo, e bravi Faresin, Di Guglielmo e Baldaccini. Felice Renzo Maltinti, presidente del gruppo organizzatore con i suoi collaboratori per il successo della gara, ma è il risultato quando alla smisurata passione e all’impegno, si aggiunge la professionalità.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Martin Marcellusi (Velo Racing Palazzago) Km 147,5, in 3h47’48”, alla media di Km 38,850; 2)Alessandro Covi (Team Colpack); 3)Samuele Battistella (Dimension Data For Qhubeka); 4)Andrea Bagioli (Team Colpack); 5)Alexander Konychev (Dimension Data For Qhubeka) a 20”; 6)Fabio Di Guglielmo (VPM Porto Sant’Elpidio); 7)Ottavio Dotti (Beltrami TSA Hopplà Petroli Firenze); 8)Davide Baldaccini (Team Colpack); 9)Edoardo Faresin (Zalf Euromobil Desirèe Fior; 10)Matteo Zurlo (idem.).

ANTONIO MANNORI

LE SQUADRE TOSCANE 2019

LA FIRENZE-EMPOLI APRE LA STAGIONE 

FIRENZE,18 Febbraio 2019 – Sabato prossimo con la 32^ edizione della Firenze-Empoli per soli Under 23 (190 gli iscritti) si apre la stagione ciclistica dilettanti in Toscana. Al Piazzale Michelangelo il ritrovo e la partenza (ore 12,40), con 142 Km da percorrere, sei passaggi dalle salite di Monteboro e Monterappoli e nel finale il “muro” delle “Casette”, prima del traguardo di via Carraia a Empoli dove nel 2018 s’impose Alberto Dainese della Zalf. Il giorno dopo saranno in gara con gli Under 23 anche gli Elite sul circuito a Torre di Fucecchio (Km 100, ore 14, e 145 iscritti). Secondo i tecnici sarà un’annata più equilibrata sul piano tecnico, ma va tenuto conto che alle gare regionali potranno schierarsi certi Team Continental che hanno già da settimane iniziato a gareggiare e potranno recitare un ruolo importante. La Toscana propone quest’anno 14 squadre Elite-Under 23 con cinque favorite: la Beltrami Hopplà Petroli Firenze (Dotti, Fiaschi, Furlan, Ferrari le punte, oltre a tre colombiani), la Mastromarco Sensi Nibali, con due giovani di classe Gabriele Benedetti e Nencini accanto ad atleti di assoluta garanzia come Magli, Rosati, La Terra. Assai quotate anche la Gragnano Sporting Club con gli esperti Fiorelli, Longhitano e Friscia, la Pitti Shoes Tripetetolo con Tortomasi e Cianetti, il Team Franco Ballerini con Bevilacqua, Sali e Iacchi. Per il resto altri nomi da tenere d’occhio quelli di Battistella, Mozzato, Konichev, Sobrero (in maglia azzurra splendido protagonista ieri al Trofeo di Laigueglia), Mauti, Pesci, Pietrini, Sensi, Zandri, Jaku, Bettini, Ferri, Marchesini. Da ricordare che i Campionati Italiani Under 23 (crono e linea) si svolgeranno a Corsanico in Versilia il 26 ed il 30 giugno, mentre il titolo toscano verrà assegnato a Castiglion Fiorentino l’11 maggio.

LE SQUADRE TOSCANE 2019  

APUA PONTREMOLI: Previtera, Sessa, Ambrosi, Costa, Mazzeo, Orlando, Longo, Ratto, D’Aniello, Greco, Podly (Rus), Del Borgo, Bertoni. (Ds Erluison).

FUTURA ROSINI: Menichetti, Orlando, Rosini, Caputo, Biagiotti, Mauti, Pink, Biondi, Rosini, Carbone.(Ds Chioccioli).

GRAGNANO SPORTING CLUB: Asllani, Botti, Conforti, Cocchioni, Dova, Fiorelli, Friscia, Longhitano, Michelucci, Bartolozzi, Carollo, Curiale, Frignani, Tesi. (Ds Massini-Dal Canto).

HATO CIPRIANI&GESTRI: Bettini, Biancalani, De Bonis, Cataldo, Cepa, Degl’Innocenti, Del Ry, Granados (Col.), Imbruglia, Iannelli, Niccoli, Zega. (Ds Malatesta, Musetti, Maggiore, Baldini).

TEAM MALMANTILE: Giachi, Squilloni, Severi, Del Nista, Nobetti, Quagliozzi, Pesci, Buggiani, Lorenzo. (Ds Maddaluno-Dessolini-Rinaudo).

MALTINTI BANCA CAMBIANO: Aposti, Chiocchini, Gattuso, Jaku, Pietrini, Mugnaini, Molina Arias, Pirro, Valacchi, Sensi, Zandri. (Ds Scarselli).

MASTROMARCO SENSI NIBALI: Acuna (Col.), Antonelli, Ferri, La Terra, Masi, Magli, Rosati, Molini, Ninci, Benedetti G., Nencini, Roberti, Spinelli. (Ds Balducci)

PITTI SHOES TRIPETETOLO: Tortomasi, Cianetti, Nunziata, Sergiampietri, Giorni, Ligato, Fedeli, Fabbri, Cerri, Demiri, Marchesini, Sarti, Bianchi, Brogi. (Ds Masiani-Luddi-Dinucci)

PISTOIESE-SET: Lepri, Santucci, Bertola, Reggidori, Dini, Bellomo, Buoncristiani. (Ds Fulfini-Bardi).

ETRURIA TEAM SESTESE: Ciavardini, Myronyuk, Quattrini, Repetti, Rufo, Rugi, Salvadori. (Ds Parenti).

TEAM FRANCO BALLERINI: Allori, Bevilacqua, Iacchi, Lanzano T., Marouan, Del Carlo, Vignoli, Lancia, Gradassi, Sali, Stojnic (Srb), Innocenti. (Ds Bardelli-Quartani).

DIMENSION DATA: Battistella, Mozzato, Konichev, Sobrero (Ds Chicchi).

BELTRAMI HOPPLA’ PETROLI FIRENZE: Dotti, Furlan, Pesenti, Parisini, Ferrari, Fiaschi, Domenicali, Baroncini, Stocek, Castano Munoz, Pena, Montoya. (Ds Maini, Miodini).

 

LE NUOVE SQUADRE – TEAM MALMANTILE RIPARTE UN NUOVO CICLO

MALMANTILE(FI).- Chiusa a Malmantile la precedente pagina del ciclismo dopo 11 anni di attività, riparte con la stagione 2019 un nuovo ciclo garantito dal Team Malmantile, neo società che si avvale di 9 atleti, dei quali 7 Under 23 e 2 Elite. Il merito di continuare le tradizioni ciclistiche di Malmantile che risalgono agli Anni Trenta, va a Luciano Lari, ex corridore locale che presiede il team, a sua figlia Elisa (vice) e presidente del Comitato Provinciale di Firenze della FCI, i quali si sono garantiti alcuni importanti collaboratori come Graziano Pretolani, nuovi sponsor come Granducato Service e l’azienda milanese La Seggiola, oltre alla riconferma di varie aziende già presenti a Malmantile nel ciclismo. Altra novità la conduzione tecnica della squadra affidata all’ex corridore professionista Gennaro Maddaluno stabilitosi in Toscana, che avrà la collaborazione di Piero Dessolini e Rosario Rinaudo. Della compagine che sabato aprirà la stagione con la Firenze-Empoli, i tre debuttanti sono Del Nista, Nobetti e Quagliozzi, i due élite, l’ottimo velocista Pesci e Buggiani, gli altri sono under 23, tra i quali Giachi, altra ruota veloce della formazione. Il Ds Maddaluno è fiducioso in questa sua prima stagione alla guida dell’ammiraglia, per le qualità individuali di qualche atleta. Non è stato possibile per ovvie ragioni di tempo, rafforzare ulteriormente l’organico, ma questo è nei programmi futuri del Team Malmantile che ha cambiato casacca fermo restando i colori di fondo del sodalizio, il bianco ed il rosso. Le bici firmate Guerciotti, e due le gare che verranno organizzate, a Montelupo Fiorentino il 19 maggio ed a Malmantile il 6 luglio.

LA SQUADRA: Matteo Buggiani, Matteo Giachi, Andreas Del Nista, Simone Lorenzo, Alessandro Nobetti, Cristian Quagliozzi, Manuel Pesci, Matteo Severi, Luca Squilloni.

SAN MINIATO-S.CROCE SULL’ARNO UNO SPLENDIDO VIVAIO

Trenta giovanissimi e poi esordienti e donne nel 2019

SAN MINIATO(PI).- Riparte nel segno dei giovani la stagione della Ciclistica San Miniato-S.Croce sull’Arno dopo il patto di collaborazione siglato con il gruppo sportivo Stabbia Ciclismo dal quale sono arrivati a San Miniato alla corte del presidente Franco Biagini un bel gruppo di giovanissimi fino a raggiungere quota trenta. Ci sono poi un paio di esordienti e sono state tesserate 4 donne esordienti e due allieve. Un bel gruppo a rafforzare la tradizione giovanile della società pisana, che può contare sull’impegno dei propri dirigenti, di sostenitori-sponsor, e di un nutrito staff tecnico che comprende anche l’ex grande campionessa di ciclismo Fabiana Luperini che curerà la preparazione della giovani atlete. La società può inoltre contare sulla struttura di Casa Bonello dove ci sarà il Meeting Regionale abilità e velocità per giovanissimi alla data del 5 maggio, oltre alla Challenge fuoristrada di fine stagione su 3 o 4 prove, mentre sono previste gare per le donne esordienti e allieve, per gli esordienti uomini ed un’altra manifestazione per i giovanissimi.

DONNE ALLIEVE: Alessia Paccalini, Greta Zingoni. DONNE ESORDIENTI: Giulia Rossi, Aurora Chiti, Letizia Tasciotti, Virginia Gelichi. (Ds Sergio Retico). ESORDIENTI: Stefano Garramone, Alessandro Consorti. (Ds Laura Tamburini, Sergio Retico). GIOVANISSIMI: Lorenzo Nesti, Marco Lepri, Manuel e Gabriel Amari, Luigi Zingoni, Francesco Bravatà, Mattia Gastasini, Andrea Cecchelli, Raffaele e Giuseppe Todino, Christian Lucherini, Antonio Cerone, Tommaso Fogli, Alessandro Chiti, Daniele Bacci, Mattia Masi, Mattia Meacci, Greta Rossi, Matteo Cialdini, Alessandro Fiore, Gabriele Mannucci, Luciano Gaggioli, Arges Tafa, Caico Viviana Amelia, Matteo Ceccarelli, Christian Fini, Gabriele Bechini, Niccolò Guarnieri, Giulia Lepri, Silvia Formisano. (Responsabile e direttore sportivo Massimo Fogli; collaboratori Matteo Gori, Alessandro Bacci, Danilo Giglioli, Sirio Vagnoli; meccanico e allenatore Adriano Gastasini; preparatrice atletica Meta Maria Elena.

LE NUOVE SQUADRE – STABBIA DOVER E IPERFINISH

STABBIA(FI).- C’è tutta la filiera del ciclismo giovanile in questo angolo della Provincia di Firenze al confine con quelle di Pistoia e Pisa. Stabbia e Iperfinish si occuperanno di juniores e allievi, la Ciclistica San Miniato-S.Croce sull’Arno con la quale è stata stretta una bella e lodevole collaborazione, di giovanissimi, esordienti e donne. Sono 46 anni di attività per il gruppo sportivo Stabbia Ciclismo e qualcuno in meno per il G.S. Iperfinish. Anche in questo caso un legame stretto, un modo di fare gruppo per superare le difficoltà che si incontrano. Sul piano organizzativo verrà organizzata una gara juniores, il 55° Gp Artigianato e Commercio Stabbiese alla data del 24 marzo.

Lo Stabbia Dover Andia Fora del nuovo presidente Luciano Benvenuti, dirigente da sempre nella società ed ora a ricoprire la massima carica, e il G.S. Iperfinish rispettivamente con 13 juniores e 9 allievi, costituiscono a detta di tecnici e osservatori, due team tra i più forti e agguerriti delle due categorie. Giovani già protagonisti in passato di belle vittorie e di risultati di prestigio, su strada e su pista. Tiziano Antonini tecnico della squadra juniores, ha un organico con il quale può puntare a prestigiosi obbiettivi. Lui ama portare i suoi ragazzi a gare importanti, nazionali ed internazionali, mentre ci sarà anche questa volta una trasferta in Francia per una gara a tappe. Non tralascerà gli impegni toscani: con 13 atleti può correre su due fronti e calibrare l’attività con una particolare attenzione anche alla maglia azzurra. Della Lunga, Baglioni, Draghi, Regnanti ed i debuttanti Dati, Cecchi, Arzilli formano un “Settebello” di grandi potenzialità.

La compagine allievi Iperfinish-Alpa affidata a Salvatore Palumbo si presenta altrettanto forte, potendo contare sul quintetto Paolini, Leonardi, Conforti (tutti al loro primo anno in categoria), Baldacci, Zingoni. In tutto nove corridori per una stagione che il presidente Moreno Ragoni ed il primo sponsor Giacomo Vierucci si attendono ricca di soddisfazioni. La presentazione ufficiale al Circolo Acsi 23 Agosto di Stabbia con 300 persone, come dire la forza dei numeri, per atleti, sponsor, sportivi, amici.

STABBIA DOVER: Gabriele Arzilli, Enrico Baglioni, Niccolò Bechini, Jacopo Boschi, Alessandro Cappelli, Filippo Cecchi, Alessio Conforti, Tommaso Dati, Francesco Della Lunga, Guido Draghi, Danilo Masi, Matteo Regnanti, Alessandro Venturini. (Ds Tiziano Antonini, Etelbo Arzilli, Marcello Dami, Michele Maglio).

G.S. IPERFINISH: Matteo Baldacci, Matteo Belluomini, Lorenzo Conforti, Alberto Fattori, Davide Leonardi, Gabriele Paolini, Lorenzo Saltaformaggio, Nicholas Staccioli, Tobia Zingoni. (Ds Salvatore Palumbo, Sauro Conforti).

LE NUOVE SQUADRE – BIG HUNTER SEANESE BELTRAMI TSA

Juniores per un nuovo ciclo dopo 45 anni di attività

SEANO(PO).- Parte dalla Sala Consiliare del Comune di Carmignano la nuova avventura della Big Hunter Beltrami TSA Seanese nel mondo del pedale per quella che sarà la stagione n. 46 della sua splendida storia iniziata nel 1973. Parte con gli auguri del sindaco di Carmignano Edoardo Prestanti, del vice Federico Migaldi e dell’assessore allo sport Stefano Ceccarelli, del presidente della Provincia di Prato e sindaco di Poggio a Caiano, Francesco Puggelli, dei dirigenti del ciclismo nazionale (il consigliere Maurizio Ciucci) di quello regionale (Giacomo Bacci e Maria Bruni) di quello pratese (Sergio Iozzelli e Chiara Savelli). Per la società di Seano presieduta da Marco Fuochi (36 anni come dirigente) un festoso decollo per il novo ciclo che pone il team nella categoria juniores, scelta “obbligata” per poter seguire un terzetto di atleti protagonista ammirato l’anno scorso negli allievi. Accanto a Peschi, Galigani e Bianchi, i nuovi arrivati a formare un bel gruppo, una formazione che si sta preparando con grande impegno al debutto di Calenzano del 17 marzo sotto la guida dei tecnici Filippo Fuochi, Andrea Peschi, Paolo Pieraccini e Giuseppe Finocchi. Per la squadra pratese tutti gli sponsor riconfermati e criteri di gestione innovativi con gli atleti che hanno incontrato nelle settimane scorse i giudici di gara, gli addetti alla sicurezza per conoscere aspetti che sono importanti e preziosi. La Big Hunter Seanese oltre all’attività garantirà il proprio appoggio all’organizzazione curata da Franco Chiuchiolo con il suo C.F.F., della 75^ Coppa Giulio Burci per juniores, con partenza da Seano ed arrivo a Poggio a Caiano il 30 giugno, grazie al sostegno dei due comuni medicei.

LA SQUADRA 2019: Bernardo Angiolini, Elia Bianchi, Leonardo Galigani, Alessio Nieri, Lorenzo Peschi, Daniel Quaglietti, Dario Rettori, Alessio Squilloni, Mattia Veneziano, Gabriele Venuti.

RIPARTE IL “GIGLIO D’ORO” EDIZIONE N.46

CALENZANO(FI).- Con il Trofeo Laigueglia gara di apertura della stagione professionisti in Italia in programma  domenica 17.2, riparte anche il “Giglio D’Oro” giunto alla sua 46esima edizione, premio che viene assegnato al miglior professionista italiano della stagione. Un riconoscimento non per il giudizio di una commissione, quanto in base ai risultati conseguiti con un punteggio diversificato in base all’importanza della gara. L’ultimo vincitore del Giglio D’Oro, è stato Elia Viviani premiato lo scorso mese di novembre al Meridiana Country Hotel a Pontenuovo di Calenzano, assieme a diversi altri protagonisti della stagione ai quali furono consegnati i premi speciali nel ricordo di Alfredo Martini, Franco Ballerini, Gino Bartali, Gastone Nencini, Tommaso Cavorso. Nei giorni scorsi presso il ristorante “Carmagnini del ‘500” a Pontenuovo si è riunita la speciale Commissione del premio formata da ex corridori, direttori sportivi, giornalisti, per fare il bilancio dell’ultima edizione e programmare quella del 2019. Ricordiamo che il “Giglio D’Oro” è patrocinato dalla Regione Toscana, dalla Città Metropolitana di Firenze, dal Comune di Calenzano, dall’Unione Montana dei Comuni del Mugello, dalla Federciclismo, dal CONI e dal Gruppo Toscano Giornalisti Sportivi dell’USSI. Nel corso della riunione si è parlato anche della nona edizione della Gran Fondo Giglio D’Oro-Alfredo Martini che affianca il premio e che fu istituita quando Martini era ancora in vita. La manifestazione che si svolgerà a Calenzano, prevede quest’anno alcune importanti novità, come la data del suo svolgimento che dalla primavera slitta all’estate, in quanto si svolgerà domenica 21 luglio.

LA FESTA PER IL RADUNO DEL CLUB GLORIE TOSCANE

Si è svolta al Convento di S.Lucia alla Castellina

SESTO FIORENTINO,11 Febbraio 2019 – E’ stata una bella e festosa rimpatriata. Al Convento di S.Lucia alla Castellina sopra Sesto Fiorentino, sede del Centro Spirituale della Federazione Ciclistica Italiana, si sono dati appuntamento gli ex ciclisti per partecipare all’annuale raduno del “Club Glorie del Ciclismo Toscano” fondato a Montemurlo per ricordare il grande campione locale Aldo Bini. C’erano protagonisti di un passato recente e meno recente, che hanno rievocato episodi, successi, sconfitte, aneddoti di quando da atleti pedalavano nelle corse. Dopo la celebrazione della Santa Messa, le consuete premiazioni effettuate dal presidente del Club Glorie, l’ex professionista fiorentino Roberto Poggiali e dal segretario Giuliano Passignani. I premi speciali quest’anno sono stati consegnati agli ex corridori Marcello Mugnaini e Franco Lotti, al collega Alessandro Fiesoli, e quello alla memoria a Giampiero Forzoni, il compianto direttore sportivo valdarnese. Altri riconoscimenti hanno concluso la cerimonia prima del pranzo sociale per questo tradizionale appuntamento.

CONVEGNO GIUDICI TOSCANI: AVANTI CON IMPEGNO E PROFESSIONALITA’

PIOMBINO(LI).- Ottimo successo di partecipazione all’annuale Convegno Tecnico dei Giudici di Gara della Toscana svoltosi nell’accogliente Country Resort Poggio all’Agnello, nella zona di Piombino. Tre ore e mezzo intense al termine delle quali è emerso come la Toscana sia in una fase di ringiovanimento dei suoi giudici, e come la passione e la professionalità siano la bussola che guida il loro lavoro e quello della Commissione Regionale presieduta da Linda Bottoni con i due collaboratori Sergio Sbrilli e Antonio D’Alessandro. Ospiti del convegno i componenti la Commissione Nazionale, Ilenia Menini e Michelangelo Costa (il presidente Antonio Pagliara impegnato nel convegno tecnico in Basilicata ha fatto pervenire in video i saluti e gli auguri), Maurizio Ciucci consigliere nazionale della Federciclismo, il presidente del Comitato Regionale Toscana Giacomo Bacci, con il vice Maria Bruni ed il consigliere Maurizio Marchesini. Primo argomento trattato quello delle “Neutralizzazioni in gara: dal regolamento alla pratica” con i vari casi illustrati dai giovani Sofia Guarducci, Marco Malanima e Alessandra Paolini, con il coordinamento di Federica Occhini. Seconda relazione quella di Marco D’Isep sul settore fuoristrada con le novità che riguardano la norme attuative, alla luce anche dell’inserimento di nuove specialità come lo Snow Bike ed il Pump Track. E’ stata invece Francesca Mannori, Commissario Internazionale, a relazionare sulle modifiche attuate nel regolamento operativo dei giudici di gara. Nel suo intervento la rappresentante della Commissione Nazionale Ilenia Menini, ha ricordato come sia nella sua fase finale il progetto a suo tempo intrapreso dalla Commissione Nazionale che ha cercato di risolvere alcuni degli aspetti che i giudici reclamavano da tempo, come le divise nuove ed i rimborsi spese, apprezzando l’operato dei giudici di gara della Toscana impegnati in servizi di prestigio e sul loro modo di comportarsi. Molto apprezzato l’intervento del dott. Fabio Forzini, ex corridore, responsabile del ciclocross e componente il Settore Studi e Corsi del Comitato Toscana, che ha parlato di “Teoria e tecnica della comunicazione in un ciclismo che cambia”. Temi importanti ed utili per i giudici, come il modo di confrontarsi e comportarsi verso gli atleti e direttori sportivi, le modalità di come relazionarsi e come sia utile sempre evitare il conflitto. Sergio Sbrilli componente la commissione regionale ha illustrato la nuova modulistica di gara, aspetto che il segretario della commissione nazionale Michelangelo Costa ha reso possibile con un apprezzato lavoro assieme alla Commissione. Molto soddisfatta nella sua relazione si è detta la presidentessa dei giudici toscani Linda Bottoni. La Toscana nel 2018 ha ospitato con grande successo anche il 35° Cicloraduno nazionale dei giudici sulla pista del ciclodromo di Coltano ed a Tirrenia, mentre i servizi assegnati sono stati 1205, cinquantuno in meno rispetto al 2017. Sottolineati i buoni rapporti con il Comitato Regionale, con le altre commissioni, con il consigliere referente Maurizio Marchesini. Linda Bottoni ha proseguito parlando dei nuovi giudici e dei giovani che si sono avvicinati alla categoria, annunciando che ci sarà un nuovo corso in primavera e dicendosi orgogliosa del lavoro svolto con incarichi di prestigioso a livello internazionale e nazionale, e che importante è la preparazione ringraziando gli internazionali Gianluca Crocetti (sarà quest’anno presidente di giuria al Tour de France) e Francesca Mannori che hanno tenuto specifiche lezioni. Soddisfazione espressa per il lavoro della commissione anche dal presidente del Comitato Bacci, e dai suoi colleghi Maria Bruni e Maurizio Marchesini, mentre il consigliere nazionale Ciucci ha sottolineato l’importanza del ruolo ricoperto dai giudici ed i notevoli passi in avanti che la categoria ha compiuto per seguire l’evoluzione del ciclismo ed i vari cambiamenti.

Il convegno si è chiuso quindi con le tradizionali premiazioni. Riconoscimenti ai giudici fuori ruolo Giulio Monaci, Giampiero Pigoni, Antonio Sferruzza, Lido Magini e Nino Lamanda. I premi speciali nel ricordo di Giancarlo Vichi e Angelo Pardini, sono stati consegnati a Matteo Martorini (sarà componente in moto al prossimo Giro d’Italia) e Andrea Goti. Infine riconoscimenti a Ilenia Menini, Maurizio Marchesini e Maurizio Ciucci.

LE NUOVE SQUADRE – MALTINTI BANCA CAMBIANO

UNDICI ATLETI UNDER 23 PER LA 42° STAGIONE DELLA MALTINTI BANCA CAMBIANO

EMPOLI.- Continuare ad essere protagonista in campo regionale e nazionale, è l’obbiettivo del gruppo sportivo Maltinti Lampadari-Banca Cambiano alla sua 42^ stagione nel ciclismo dilettanti. Rispetto al 2018 quando i cambiamenti nell’organico furono pochissimi, questa volta le novità non mancano con soli 4 atleti riconfermati e sette nuovi arrivati. L’ex professionista pisano Leonardo Scarselli chiamato a guidare ancora la formazione del presidente Renzo Maltinti, confida nella voglia di riscatto di molti dei componenti della squadra per i quali la stagione che si aprirà sabato 23 febbraio con la classica Firenze-Empoli sarà quella decisiva. In questo senso nessuno, com’è nello stile della società di Empoli mette pressione agli atleti, importante che ci sia sempre impegno, passione e serietà. La presentazione della squadra 2019 si è tenuta come l’anno scorso presso il Teatro “Il Momento” nel centro storico di Empoli alla presenza di varie autorità, di numerosi sportivi ed amici, di un sodalizio che dal 1977 ad oggi e sempre sotto la presidenza di Renzo Maltinti ha saputo farsi apprezzare da tutti. Nel programma della prossima stagione confermati i 5 impegni organizzativi. Dopo la Firenze-Empoli del 23 febbraio il 41° Gp Città di Empoli il 18 maggio, il Gp Città di Vinci il 30 luglio, il Gp Chianti Colline d’Elsa a Gambassi Terme il 20 agosto oltre alla collaborazione con il Gp Acciaiolo-Città di Pontedera del 13 aprile. Ma torniamo alla squadra ormai pronta per il primo impegno sulle strade di casa. I quattro riconfermati sono Klidi Jaku, Luigi Pietrini, Nicola Valacchi e Leonardo Aposti che arrivò nelle file della Maltinti a metà della stagione 2018. I nuovi sono i due diciannovenni debuttanti Marco Chiocchini e Ettore Mugnaini, i due marchigiani Francesco Pirro e Francesco Zandri, Matteo Sensi, Dario Gattuso e Carlos Arias Molina, 20 anni, che arriva dal Costarica, da soli 3 anni in attività svolta prevalentemente nel mountain bike. Lo staff della Maltinti Banca Cambiano si compone oltre ai direttori sportivi Leonardo Scarselli e Franco Falorni, del medico sociale dott. Remo Borchi, del massaggiatore Luca Brucini, del meccanico Enzo Scarselli, dei vari collaboratori, Renzo Viani, Franco Puccioni, Corrado Scali, Giampiero Ragionieri, Lorenzo Parenti. Quanto agli sponsor prosegue il rapporto con la Banca di Cambiano primo nome accanto a quello della Maltinti Lampadari ma ci sono anche altre aziende come Cometa, Paci Paolo, Busti, Ina Assitalia, Oleificio Montalbano, Emmetex, Rossetti Vini, ed altre.

IL CONVEGNO

Si svolgerà al Country Resort a Poggio all’Agnello

DOMENICA A PIOMBINO RADUNO TECNICO DEI GIUDICI TOSCANI

PIOMBINO(LI).- Questa volta l’annuale Convegno tecnico dei Giudici di Gara della Toscana si sposta in provincia di Livorno, lungo la Costa degli Etruschi, nella zona di Piombino, a due Km dal Golfo di Baratti, di fronte all’Isola d’Elba, e vicino all’antica cittadina etrusca e romana di Populonia, ricca di un’ampia area archeologica. Sarà infatti l’accogliente Country Resort in località Poggio all’Agnello ad ospitare domenica mattina 10 febbraio il convegno tecnico, appuntamento tradizionale prima della ripresa dell’attività, organizzato dalla Commissione Regionale Giudici di Gara sotto la presidenza di Linda Bottoni. Programma intenso che si aprirà alle 10 con la presentazione del convegno e i saluti delle personalità presenti. Primo tema in discussione le neutralizzazioni in gara con il gruppo di lavoro formato da Sofia Guarducci, Marco Malanima, Alessandra Paolini, coordinatrice Federica Occhini. Si parlerà poi del settore fuoristrada e delle norme attuative in materia per il 2019 con Marco D’Isep, quindi delle modifiche al regolamento operativo dei giudici di gara, relatrice Francesca Mannori. Poco dopo le 11 la “scaletta” prevede l’intervento del rappresentante della Commissione Nazionale Giudici di Gara, quindi si parlerà di “Teoria e tecnica della comunicazione in un ciclismo che cambia” a cura di Fabio Forzini. La relazione dell’attività svolta nella stagione 2018 e la programmazione per il 2019, al centro dell’intervento della presidentessa regionale Linda Bottoni, cui seguiranno eventuali interventi. La premiazione con la consegna del 4° Memorial Giancarlo Vichi e del Memorial Angelo Pardini, i riconoscimenti ai Giudici di Gara fuori ruolo ed altre premiazioni, anticiperanno il pranzo al termine dell’intensa mattinata.

ANTONIO MANNORI